Scegliere il miglior barbecue a gas del 2020

Sei alla ricerca di un barbecue a gas ma non ti sei ancora deciso su quale modello acquistare? Capiamo la tua indecisione, con tutti i modelli che esistono in commercio. 

Per questo motivo abbiamo ideato una pratica guida che trovi a questo link con i tre migliori modelli in commercio e qualche utile consiglio per scelta del miglior barbecue a gas!

I vantaggi di un barbecue a gas

Grigliata di carne

Quali sono i vantaggi di un barbecue a gas?

L’accensione del barbecue a gas è semplicissima e spesso avviene tramite un tastino da premere, senza dover utilizzare alcun fiammifero cosa che potrebbe anche essere molto pericolosa. In pochi secondi puoi iniziare a cucinare. Dopo aver cucinato ed esserti goduto la grigliata però arriva la parte più spiacevole: la pulizia.

In alcuni modelli di barbecue a gas però anche questa operazione è facilitata grazie ai pezzi che si possono staccare dalla struttura e lavare separatamente, a mano o in lavatrice a seconda della tipologia di grill. 

Se hai timore di spendere troppo in gas, non ti preoccupare. Basta scegliere la bombola a gas più adatta alle tue esigenze e valutare la grandezza del barbecue: più bruciatori avrà, più pietanze potrai cuocere contemporaneamente, maggiore sarà ovviamente il consumo di gas.

La bellezza di avere però tanti modelli in commercio sta proprio nella possibilità di poter scegliere quello che cuoce 4 hamburger a volta fino ad un massimo di 18!

Anche le dimensioni sono un fattore di scelta: ci sono modelli portatili o anche molto più ampi, tutto dipende dalla capacità di spesa. Infine, il vantaggio maggiore di un barbecue a gas è che non produce fumo quanto gli altri BBQ. Per questo è perfetto per qualsiasi ambiente, anche per un balcone. 

In generale, però, questi modelli sono più costosi rispetto agli altri grill. Difficilmente si trova in vendita un barbecue a gas inferiore ai 150 €.

Grigliata in giardino

Ti assicuriamo però che se stai pensando di acquistare un barbecue a gas, la spesa ne varrà la pena, in qualsiasi caso. Queste strutture non sono semplicissime da trasportare in viaggio e si adattano meglio al trasporto nello stesso ambiente: da una parte all’altra del giardino, o del balcone ma non da caricare in auto per fare una grigliata in spiaggia o in un prato verde in montagna. 

Il barbecue a gas non deve avere per forza di cose le ruote, tutto dipende dall’uso che ne farai e se hai a disposizione un luogo sicuro e riparato nel quale il grill può stare, lontano da intemperie, dal calore diretto del sole e dal freddo dell’inverno, puoi anche optare per un modello fisso senza ruote. Ovviamente se il barbecue ha le ruote ti permette di spostarlo con semplicità , tenendo conto che di solito quelli grandi pesano anche 20-30 kg.

Gli svantaggi di un barbecue a gas

Barbecue a gas

Il gas è un pro ma anche un contro. Quando la bombola finisce, il grill smette ovviamente di funzionare. Ciò vuol dire che dovrai preoccuparti di averne sempre una di scorta per evitare di trovarti nel mezzo di una grigliata… senza poter grigliare! Inoltre, è necessario prestare una certa cura durante l’accensione e la cottura così come alla bombola del gas e alla sua manutenzione quando il grill non viene utilizzato.

Non sottovalutare la griglia e il materiale con il quale è realizzata. Le griglie di migliore qualità sono realizzate con le barre in ghisa, oppure in acciaio inox. Nel primo caso, preferito da tanti, la cottura è più uniforme perché questo tipo di materiale trattiene benissimo il calore e lo diffonde in maniera omogenea su tutta la superficie del cibo. La pecca della ghisa è che non è per niente facile da pulire e che ha bisogno di qualche attenzione in più perché è un materiale delicato. 

Nel secondo caso, invece, le barre di acciaio inox sono più costose e trattengono meno il calore rispetto a quelle in ghisa ma non hanno bisogno di alcun tipo di manutenzione e si puliscono con estrema facilità.

Considera anche la piastra, soprattutto nel caso in cui ti piacesse grigliare cibi di consistenza più morbida come i formaggi, i tomini o piccoli pezzi di carne che su una normale griglia cadrebbero tra le sbarre. In questo caso, una piastra antiaderente è quello che fa al caso tuo. 

Consigli per l’acquisto di un barbecue a gas

Asparagi alla griglia

Ci teniamo a darti alcuni consigli prima di effettuare l’acquisto di un barbecue a gas. Innanzitutto, valuta l’azienda e il marchio, perché è importante sapere come il prodotto è stato realizzato ma soprattutto se un domani saranno disponibili eventuali ricambi qualora un pezzo del barbecue, a forza di grigliare, si danneggiasse. 

I modelli che includono un fornello aggiuntivo sono molto comodi. Non sono un obbligo e i modelli che non ce l’hanno integrato funzionano benissimo ugualmente come barbecue. Il fornello aggiuntivo ha solo il vantaggio di poter fungere come scaldavivande o poter tornare utile per la cottura di altre pietanze, mentre si prepara la grigliata.

In alcuni modelli, hai anche la possibilità di utilizzare delle piastre in ghisa al posto della tipica griglia. Alcuni, addirittura, possono anche includere l’aggiunta di girarrosti e di altri utensili. Tutto dipende dai tuoi gusti! 

I barbecue a gas, come tanti altri tipi di barbecue, possono essere aperti senza coperchio oppure chiusi, con un coperchio richiudibile. La cottura a coperchio chiuso è senz’altro più omogenea ed uniforme rispetto a quella aperta.

Nel caso in cui tu sia propenso all’acquisto di un barbecue con coperchio, ricordati però di verificare che su di esso sia presente un termometro che indichi la temperatura interna del barbecue e, sarebbe un must, anche una finestrella per controllare direttamente come sta cuocendo il cibo senza dover aprire il grill. 

Pollo alla griglia

La cosa importante è scegliere il barbecue in base alle esigenze, alla frequenza con la quale si griglia, allo spazio disponibile per fare le grigliate ma anche per riporre il grill una volta che non sarà utilizzato. E poi, considerati tutti questi aspetti, perché no… un occhio all’estetica male non fa! 

I barbecue a gas, come già detto, sono tra i migliori perché non emettono tanto fumo quanto altri barbecue di diversa tipologia. Con un modello a gas, adatto al balcone, potrai soddisfare la tua voglia di grigliata anche se abiti in appartamento. La legge permette a chiunque di avere un barbecue, purché l’emissione di fumi e di odori sia nei limiti della tollerabilità. Alcuni condomini però hanno dei regolamenti personalizzati per cui è bene accertarsi della situazione prima di comprare un barbecue da balcone.