Come scegliere l’elettrostimolatore glutei perfetto per te

A fascia, a pantaloncino, classici… L’elettrostimolatore glutei è un attrezzo che completa l’allenamento del proprio corpo a casa o in palestra. Quando hai bisogno di rassodare quella zona del corpo, ecco, lui è il prodotto giusto.

Piccolo problema: non ne esiste solo uno. Per fortuna, qualcuno direbbe. Infatti, ne esistono diversi modelli con varie funzionalità che possono trarre in confusione un possibile acquirente. E’ meglio questo o quello? Come faccio a non sprecare soldi? Ma questo funziona davvero per me? Ecco, queste e altre sono le domande a cui cercheremo di dare una risposta.

In questo articolo, infatti, scopriremo insieme quali tipologie di elettrostimolatore glutei esistono e quale potrebbe essere quello perfetto per te in base ai tuoi bisogni e alle tue esigenze.

Ma, per riscaldare i motori, di cosa stiamo parlando di preciso? Per chi non lo sapesse, gli elettrostimolatori muscolari sono dei dispositivi usati per stimolare, grazie all’elettricità, i nostri muscoli. Sono nati in campo medico, per la riabilitazione di soggetti malati che ne avevano bisogno, ma poi sono approdati anche nel mondo del fitness e dell’estetica.

Sono molto semplici nel funzionamento: in sostanza, un telecomando centrale regola la scarica e le sessioni di ‘allenamento’ facendo andare il tutto. Degli elettrodi di forma diversa, poi, portano la scarica fino ai nostri muscoli, attivandoli e contraendone le fibre. Questa operazione simula solamente quello che facciamo quando andiamo in palestra e, per questo, è sempre bene accompagnare l’uso dell’elettrostimolatore a un allenamento più bilanciato.

Fatte queste brevi premesse, possiamo partire, analizzando, innanzitutto, le diverse forme in cui possiamo trovare un elettrostimolatore glutei. Se, invece, stai cercando una guida per acquistare un articolo preciso, ti consigliamo quella a questo link. Sempre aggiornata con le migliori novità sul mercato.

 

44 elettrostimolatori, in fila per 6…

No, tranquillo, non ce ne sono davvero 44. Però, in ogni caso, qualche versione diversa c’è e, per orientarti, nulla è meglio che conoscerle tutte per capire quale fa al caso tuo. Dunque, iniziamo.

La prima grande divisione che facciamo è tra tre tipi di elettrostimolatore glutei: quelli a fascia, quelli a pantaloncino e quelli classici.

I modelli a fascia, sono famosi per essere molto leggeri e semplici. Hanno la forma di una V rovesciata e si attaccano direttamente sulla pelle. Certo, la leggerezza dipende dai vari modelli, ma spesso è notevole. Al centro dello stimolatore troverai il telecomando, un po’ scomodo da azionare per la sua posizione, ma sicuramente difficile da perdere. Questo tipo di elettrostimolatore glutei è consigliato per chi si allena a casa e può anche stare liberamente senza pantaloncini. Ovviamente, questo se decide di allenarsi anche durante l’uso del prodotto. La cosa non è per nulla obbligatoria.

Poi, abbiamo i modelli a pantaloncino. Decisamente i più comodi sul mercato per chi va in palestra a integrare l’attività di stimolazione. Contengono gli elettrodi nel tessuto già posizionati in luoghi ottimali e il telecomando sbuca dalla tasca. Vengono venduti in taglia unica essendo che vengono solitamente usati dei tessuti sintetici ed elastici. Quindi, se spesso vi dà fastidio questo tipo di indumento, fate almeno attenzione a quale articolo scegliete.

Infine, quelli classici. I primi elettrostimolatori sul mercato, quelli versatili. Possono essere utilizzati per allenare tutti i muscoli e non solo i glutei e sono composti da elettrodi mobili che possiamo davvero posizionare dove vogliamo. Sicuramente la scelta migliore per chi vuole farne un uso completo, anche se non sono il massimo della comodità se ci si deve allenare nel frattempo a causa dei cavi.

 

Col resto di 2

L’elettrostimolatore glutei classico, si divide, poi, su altre due grandi strade. Questi, essendo generali per tutti i muscoli, possono essere del tipo TENS o EMS.

I primi, i Transcutaneous Electrical Nerve Stimulatorsono quelli usati in campo medico per la riabilitazione di persone che hanno subito degli incidenti. Infatti, anche la loro scarica è progressiva e non esplosiva, accompagnando il muscolo all’attivazione e non allenandolo veramente.

I secondi, invece, gli Electrical Muscular Stimulatorsono quelli che ci interessano. Usati per il fitness e per tonificare i vari gruppi muscolari, hanno una scarica diretta che simula l’attivazione del muscolo quando lo alleniamo davvero. Tra l’altro, spesso anche alcune palestre propongono dei programmi che usano questi tipi di elettrostimolatori. Sicuramente è un’occasione perfetta per provarli prima di considerare un acquisto personale.

 

L’elettrostimolatore glutei migliore (per te)

Ora che hai ben chiare le distinzioni tra le varie versioni di elettrostimolatori glutei, sei pronto per capire qual è quello perfetto per te. Noi, aiuteremo, cercando di indicarti la via con alcune riflessioni, ovvero le più comuni, che si fanno quando stai per fare una scelta in questo campo.

La prima riguarda l’allenamento: ti allenerai quando userai il tuo nuovo compare? Certo, ci sono diverse persone che scelgono di farsi accompagnare solo dal proprio elettrostimolatore o di allenarsi in un momento diverso rispetto a quello della stimolazione. Il nostro consiglio è sempre quello di integrare le due cose, dato che l’elettrostimolatore glutei e non solo ha un processo puramente meccanico e non organico come quando ci muoviamo fisicamente per fare attività fisica.

Detto questo: se ti allenerai, lo farai fuori o dentro? Per l’allenamento, in generale, sono preferibili le versioni a fascia e a pantaloncino del prodotto, ma quale tra le due è meglio. La risposta sta proprio in questa domanda. Se ti allenerai in casa, infatti, puoi lasciar perdere il pantaloncino per qualcosa di più comodo e leggero, mentre, se ti piace andare in palestra, allora il pantaloncino è la scelta obbligata per eccellenza.

Se vuoi allenare più muscoli insieme, infine, non puoi non optare per la versione classica: sei libero di posizionare gli elettrodi e di tonificare i gruppi muscolari che preferisci.

Insomma, una volta che avrai risposto a tutte queste domande sarai pronto per scegliere, finalmente, l’elettrostimolatore glutei perfetto per te. Quando ti arriverà, non abusarne e chiedi sempre consiglio a un esperto per capire come e quanto è meglio usarlo. Intanto, noi rimarremo qui, curiosi di vedere i risultati che otterrai con il tuo nuovo compagno di allenamento. Sicuramente dovrai fare molti meno squat.

Ricevi ogni settimana le migliori offerte

Ti sei iscritto con successo alla newsletter!

Si è verificato un errore nel tentativo di inviare la tua richiesta. Per favore riprova.

Guide e Recensioni - Soloimigliori.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.