Come scegliere il miglior elettrostimolatore addominale

Cos’è un elettrostimolatore addominale? Quante tipologie ne esistono? Come fare per scegliere il migliore per noi? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande, ma prima facciamo un passo indietro.

Parliamo di palestra, allenamento, esercizi. In particolare, per gli addominali. Se siete inondati da crunch e sit up, siete capitati nel posto giusto per voi. Iniziamo con una buona notizia: la palestra non è l’unico modo per allenare i tuoi muscoli. Puoi farlo da casa, certo, ma, soprattutto, puoi farlo anche grazie a un elettrostimolatore addominale.

In poche parole, si tratta di un dispositivo che trasmette elettricità grazie al suo comando centrale e ai suoi elettrodi, verso il tuo corpo. Punta ai muscoli e li contrae, esattamente come faresti quando li alleni.

Certo, non si tratta di uno strumento magico che risolverà tutti i tuoi problemi da qui all’eternità facendo comparire un six pack d’acciaio in poche sedute. Però, se usato come si deve, può darti una mano non indifferente.

Ormai molte marche e molte aziende hanno lanciato la loro versione e il loro modello di elettrostimolatore addominale. Noi oggi presenteremo i più diffusi, quelli che vengono comprati e apprezzati di più dalle persone. Di ognuno presenteremo pregi e difetti, cercando di aiutarti a capire qual è il migliore per te e le tue esigenze.

Se sei già una persona informata su questi temi, invece, ti consigliamo di migrare verso quest’altra guida (la trovi a questo link). Qui abbiamo raccolto gli articoli precisi che possono essere acquistati oggi sul marketplace più famoso del mondo. Uniamo qualità e buone recensioni, per selezionare per voi i prodotti di punta del mercato.

Senza ulteriori indugi, ora, iniziamo a parlare dei vari modelli che questo oggetto offre.

Un tipo di elettrostimolatore addominale
Un tipo di elettrostimolatore addominale

I tipi di elettrostimolatore addominale

L’elettrostimolatore addominale e, in generale, muscolare, non nasce come dispositivo per il fitness. I primi a utilizzare questa tecnologia, infatti, sono stati i medici. Medici che sfruttavano gli elettrodi per favorire il processo di riabilitazione delle fibre muscolari di chi ha avuto un incidente o una malattia.

Le palestre, e poi gli individui, si sono approriati di questo prodotto iniziando a usarlo per l’allenamento di muscoli sani. Da qui, la creazione dei vari tipi di elettrostimolatore addominale che oggi si trovano sul mercato e che, man mano, sono comparsi.

I primi, sono quelli classici. La loro caratteristica principale è quella di avere gli elettrodi liberi di essere posizionati dove si vuole. Sono, infatti, collegati da dei fili all’unità centrale e possono essere usati per allenare qualsiasi tipo di muscolo. Sono molto comodi per chi fa della stimolazione una prima fonte di allenamento e non vuole limitare la zona di lavoro agli addominali e basta.

Poi, abbiamo gli elettrostimolatori addominali a cintura o fascia. Sono delle vere e proprie fasce di tessuto in cui sono fissati direttamente gli elettrodi. Sono facilissime da indossare e comode, anche quando si tratta di allenarsi durante il funzionamento della fascia.

Infine, i più recenti six pack. Si chiamano così perché hanno esattamente la forma degli addominali e si presentano come una sorta di adesivo che si applica direttamente sull’area interessata. Il vantaggio principale? La loro leggerezza. Non danno fastidio e, anche se ogni tanto vanno sostituiti per recuperare l’aderenza, la loro qualità, in rapporto al prezzo, è molto buona.

Insomma, queste sono, in breve, le tre categorie principali all’interno delle quali ci si muove quando si vuole comprare un elettrostimolatore addominale. Nel prossimo paragrafo daremo qualche consiglio in più su come sfruttare le caratteristiche di ognuna di queste per soddisfare i propri bisogni e obiettivi.

 

Quale scegliere?

Ora che abbiamo presentato tutti i tipi di elettrostimolatore addominale, come facciamo a scegliere quello perfetto per noi? Come per tutte le cose, le proprie esigenze sono il punto di partenza. Se impariamo a conoscerci, a sapere quello che vogliamo, sarà più facile prendere delle scelte. Noi, ora, faremo delle ipotesi e daremo dei consigli cercando di capire cosa è preferibile fare nei diversi contesti in cui ci possiamo trovare.

Iniziamo dal primo distinguo: vuoi allenare solo gli addominali o tutti i muscoli? Non è detto che il tuo unico obiettivo sia quello di avere degli addominali da paura ed è perfettamente legittimo voler allenare tutti i muscoli grazie alla stimolazione. Se la pensi così, scegli un elettroostimolatore classico. La sua versatilità e la sua possibilità di mettere gli elettrodi dove vuoi sarà cruciale per le tue scelte. Altrimenti, se alla fin fine sai già che rimarrai solo sulla tartaruga, pensa alla fascia o al six pack, entrambi più specifici e pensati apposta per quella zona.

Poi. Ti allenerai mentre userai l’elettrostimolatore? Molte persone sono abituate a fare le due cose insieme: da un lato allenarsi normalmente, dall’altro elettrostimolarsi. Se sei una di queste, allora preferirai elettrostimolatori a fascia o a six-pack. I primi sono più contenitivi e adatti a qualsiasi tipo di busto. Il contro è che non sono leggerissimi. I secondi, invece, sono leggeri come una piuma, ma non vanno bene per tutto e per tutti. E poi, in definitiva, è anche una questione di preferenza personale.

Terzo: quanto tempo hai da dedicarci? L’elettrostimolatore addominale più comodo se vuoi fare altro mentre lo usi è quello classico. Gli altri due sono più difficili da governare oppure ingombrano troppo, soprattutto se devi comunque mantenerti vestito in un certo modo.

Insomma, questi sono solo tre esempi di quelli possibili per poter stabilire quale è l’elettrostimolatore addominale perfetto per te.

Una volta che hai deciso per un modello, ti ricordiamo questa breve guida che potrà sicuramente aiutarti a prendere una decisione finale senza perdere troppo tempo.

Quando selezioni il tuo nuovo compagno di viaggio, assicurati che sia il top del top, un prodotto di qualità. Per questa categoria è parecchio importante: pensa, infatti, al fatto che si tratta comunque di una macchina che lavora meccanicamente sui tuoi tessuti muscolari. Non è il massimo dell’organicità e della naturalezza. Per questo, la qualità è fondamentale.

Buona fortuna e buon allenamento con il tuo nuovo elettrostimolatore addominale. Il magico regno del six pack ti aspetta!