La migliore asciugatrice del 2020

Volete acquistare un’asciugatrice efficiente e a basso consumo energetico? Un’asciugatrice è praticamente simile a una lavatrice che invece di lavare il bucato lo asciuga. Il consiglio è di optare per un modello di una fascia di prezzo alta con molte recensioni positive.

In questo caso parliamo di quella prodotta dalla Miele TCH 630 WP ovvero di un brand che da anni si contraddistingue per la produzione di elettrodomestici efficienti, curati nei dettagli e realizzati con componenti molto resistenti e quindi duraturi e performanti.

I punti da focalizzare prima della scelta

Per questo tipo di prodotto è importante giudicare il modello in base alle esigenze personali: capire cioè che capacità di carico occorre, quanta energia consumano e sapere che ingombro hanno.

Sul mercato, tra i vari modelli di asciugatrici, ce ne sono almeno tre che risultano convenienti poiché rispondono ai suddetti requisiti in modo soddisfacente, e ognuno con un prezzo che lievita in base al budget che il cliente ha a disposizione. Per questo motivo, di seguito potrete trovare il modello più economico, quello con il migliore rapporto qualità /prezzo e quello che si colloca al top tra tutte le asciugatrici disponibili sul mercato.

L’asciugatrice al top: la Miele TCH 630 WP

asciugatrice top Miele

L’asciugatrice vanta una classe efficienza energetica: A+++, il che significa che minimizza il consumo annuo di energia a 163 kWh. Inoltre, si tratta di un modello a condensa con la tecnologia a pompa di calore, con un’alta capacità di carico, una rumorosità a bassa latenza, ovvero di 64 dB e con tante funzionalità, come ad esempio un cestello a nido d’ape per diminuire le pieghe dopo il processo di asciugatura.

L’asciugatrice con il miglior rapporto qualità/prezzo 

asciugatrice smeg

Il modello SMEG DHT73LIT si colloca in una fascia di prezzo tendenzialmente medio-alta ed è in grado di garantire eccellenti performance nonostante abbia un prezzo decisamente contenuto. Il funzionamento avviene per mezzo di una pompa di calore, che insieme a tanti altri piccoli accorgimenti di carattere tecnologico rende l’asciugatura dei capi di abbigliamento e della biancheria a dir poco perfetta.

L’asciugatrice più economica

Beko asciugatrice economica recensione

Il bellissimo modello della Beko è senza alcun dubbio una delle migliori asciugatrici presenti sul mercato in una fascia di prezzo decisamente bassa. Nello specifico, si tratta di un’asciugatrice del tipo a condensazione quindi dotato di una pompa di calore, che consente la massima efficienza. Terminata la lavorazione, l’acqua viene convogliata nell’apposita vaschetta che va poi svuotata alla fine.

Guida all’acquisto di una asciugatrice elettrica

I vari tipi di asciugatrici elettriche

Le asciugatrici, dal punto di vista strutturale sono molto simili alle lavatrici, anche se il compito primario non è quello di lavare i capi bensì di asciugarli grazie alla produzione d’aria calda.

Sostanzialmente, le asciugatrici si suddividono in due categorie ben distinte, quelle a condensa e a evacuazione. Queste due tipologie hanno una loro specifica funzionalità, anche se il fine è sempre lo stesso.

Le asciugatrici a condensa, dal punto di vista funzionale, raccolgono l’acqua in un apposito contenitore e allo stesso tempo liberano dall’umidità i capi lavati, in un modo decisamente rapido. Le asciugatrici ad evacuazione invece, non prevedono l’utilizzo di una vaschetta di raccolta per l’acqua, ma vanno collegate direttamente a un tubo di scarico. In definitiva, queste appena elencate sono le reali differenze tra le due tipologie di asciugatrici disponibili in commercio, anche se va sottolineato che alcuni brand hanno optato per modelli integrati, cioè con entrambe le funzioni di lavaggio e di asciugatura, e ovviamente il costo è piuttosto alto, anche se il vantaggio di lavare ed asciugare contemporaneamente il bucato è decisamente notevole, con un sostanziale risparmio in termini di tempo e soprattutto energetico e di spazio.

Lavatrice e asciugatrice

Le altre caratteristiche importanti di un’asciugatrice

Per tutti gli elettrodomestici esistono delle determinate fasce di prezzo che partono anche da quello molto basso e che spesso vengono considerati dei prodotti scadenti, magari con una classe energetica non adeguata. Tuttavia si possono trovare dei modelli che hanno un prezzo scontato anche di molto, e quindi è possibile trovare degli ottimi affari spendendo davvero poco e ottenendo allo stesso tempo una macchina, funzionale e di buona qualità.

Un’altra importante considerazione da fare riguarda invece i programmi di cui ciascuna asciugatrice dispone; infatti, si tratta di un fattore estremamente importante per la valutazione del modello ideale. In commercio, per esempio, ci sono alcune macchine con dei programmi appositamente impostati e adatti per persone allergiche, oppure con delle funzioni rapide di asciugatura o con una programmazione automatica, tanto per citarne un paio.

Anche per quanto riguarda la rumorosità è importante sottolineare che in genere i modelli sono silenziosi e sicuramente meno rumorosi di una classica lavatrice. Questa importante caratteristica è garantita da un motore elettrico dotato di sistemi innovativi, atti a diminuire anche il consumo energetico. Quest’ultimo è un altro importante fattore da non trascurare quando si deve scegliere un apparecchio del genere; infatti, in riferimento al consumo di energia che può assorbire va controllata la lettera che indica la classe energetica. La B è tra le più scarse, mentre la lettera A+++ rappresenta il top dal punto di vista del consumo di elettricità, e quindi è l’ideale per non far lievitare la bolletta.

Come scegliere l’asciugatrice ideale

L’asciugatrice è un tipo di elettrodomestico indispensabile soprattutto per chi non ha alternative per asciugare il proprio bucato (magari è senza balcone o spazio per uno stendino).  Si tratta, è vero, di un prodotto che ha un certo costo, però, c’è da sottolineare che confrontando i prezzi dei vari modelli presenti sul mercato, e seguendo dei determinati criteri di scelta si possono scoprire le migliori marche di asciugatrici degne di considerazione.

Il prezzo e i consumi

Quando si deve acquistare un’asciugatrice, è logico che il costo è la prima cosa che si valuta, poiché in base al modello ci possono essere delle oscillazioni rilevanti che talvolta superano anche le centinaia di euro. Il prezzo, tuttavia, non è il solo punto da considerare; la classe energetica, ad esempio, è importante perché consente di limitare al minimo i consumi di elettricità. Per questo motivo è importante prendere sempre in considerazione un’asciugatrice avente la classe energetica di minimo A++, l’ideale per chi intende farne un largo uso, minimizzando i consumi energetici.

Prezzo e consumi si possono tra l’altro ottimizzare optando per un modello a centrifuga, che sono tra i più economici e anche dal punto di vista dell’impatto sulla bolletta, non influiscono molto. Tuttavia, va detto che questi modelli non permettono di asciugare totalmente il bucato, pur strizzandolo. I capi, infatti, richiedono successivamente l’asciugatura per poche ore stesi sui fili del balcone o su uno stendino.

Le funzionalità extra dell’asciugatrice

Le asciugatrici, soprattutto i modelli ultramoderni e costosi, hanno molte funzionalità extra, e alcune offrono notevoli vantaggi e risparmi energetici. Per fare un esempio, basta citare il sensore di umidità. I modelli di asciugatrice che hanno in dotazione questo accessorio, consentono, infatti, di individuare quando i capi sono ben asciutti e senza rischi di surriscaldarli evitando quindi di arrecargli danni e che allo stesso tempo si evitano inutili sprechi d’energia elettrica.

Sempre in merito alle funzionalità extra, va sottolineato che alcuni modelli di asciugatrice presentano delle modalità di trattamento per diversi tipi di tessuti e ciò è indubbiamente importante specie se si tratta di capi pregiati come ad esempio di raso o di lino. Infine un’altra funzionalità extra molto interessante riguarda quella espressa dal timer, che consente di programmare l’asciugatrice quando non si è in casa e quindi al ritorno trovare il bucato perfettamente asciutto.

La capacità e le dimensioni

Un altro importante fattore di valutazione da fare prima di procedere con l’acquisto di un’asciugatrice, riguarda le sue dimensioni e di conseguenza, la capacità. L’asciugatrice dovrà deve consentire di ospitare lo stesso quantitativo di indumenti puliti nella lavatrice, ma anche l’ingombro non va sottovalutato, poiché se ben compatta e quindi piuttosto piccola, si riesce più facilmente ad inserirla nel contesto di arredo di un ambiente domestico.

Asciugatrice pronta all'uso

Consigli per utilizzare correttamente un’asciugatrice

Disporre al giorno d’oggi di un elettrodomestico capace di asciugare il bucato con una certa rapidità e con risultati pienamente soddisfacenti è sicuramente una comodità a cui è difficile rinunciare. Di seguito ci sono alcuni utili consigli che possono tornare utili per far durare a lungo la tua asciugatrice e non creare danni al bucato o alle varie funzionalità.

Puntare sull’efficienza energetica

L’utilizzo di un’asciugatrice ha indubbiamente un suo ben preciso consumo energetico, ed è per questo motivo che la macchina conviene sfruttarla in orari in cui la tariffa incide poco sulla bolletta, e nel contempo puntare con decisione verso una classe energetica da A+ in su.

Sfruttare il massimo del carico

Per ottimizzare sia la quantità del bucato da asciugare che la durata nel tempo della macchina, conviene sempre riempire il cestello non oltre la sua capienza massima, in modo da beneficiare totalmente del potere asciugante dell’apparecchio.

Utilizzare la centrifuga

Avere a disposizione un buon programma di centrifuga consente di asciugare al meglio gli indumenti.  In questo caso conviene spendere qualcosa in più riducendo il rischio di ritrovarsi con dei panni umidi o non perfettamente asciutti. Sfruttare la centrifuga significa tra l’altro asciugare ancora di più il bucato anche dopo che l’apparecchio è spento, grazie proprio al calore che questa azione è riuscito a produrre.

Impostare il programma adatto

In molte asciugatrici presenti sul mercato ci sono svariate funzioni appositamente inserite per salvaguardare i materiali di costruzione e garantire uno specifico lavoro sui vari tipi di tessuti. In tal caso il suggerimento è di impostare il programma adatto ad asciugare prima di azionare la macchina. Inoltre, la disposizione adeguata dei capi all’interno del cestello dell’asciugatrice, è sicuramente un’altra accortezza da non trascurare.

Collocare l’asciugatrice in una posizione stabile

Il lavoro di un’asciugatrice genera indubbiamente un certo coefficiente di rumorosità, e ciò avviene anche nei modelli di classe energetica elevata e di qualità superiore. Per limitare al minimo questo inconveniente il consiglio in merito è di collocare la macchina in una posizione stabile e possibilmente usarla in orari tali da non arrecare danni ai vicini.

Controllare periodicamente il filtro

Quasi tutti i modelli di asciugatrice sono dotati di un filtro che posizionato all’interno della macchina serve a catturare tutto ciò che può creare danni strutturali ala macchina, come ad esempio i pelucchi dei tessuti.  Controllarlo periodicamente e pulirlo, è sicuramente un’altra ottima opzione per salvaguardare la struttura e ottenere un bucato pulito oltre che asciutto.

Conclusioni

In questa guida abbiamo dunque scoperto insieme come non solo il prezzo, ma anche i consumi siano determinanti nella scelta dell’asciugatrice più conveniente, così come la presenza di molteplici funzioni extra e utilissime come ad esempio il sensore di umidità. Oppure il display molto intuitivo che consente di monitorare costantemente la temperatura interna della macchina. Leggendo inoltre queste recensioni dei tre modelli che vanno per la maggiore sul mercato e cliccando sui link di ognuno, si viene reindirizzati al sito di Amazon in cui si possono anche visualizzare gli altri modelli, che meritano comunque di essere presi in considerazione in quanto vengono venduti da noti brand del settore italiano e internazionale.

L’asciugatrice Miele TCH 630 WP nei dettagli

Il modello di asciugatrice Miele TCH 630 WP prodotto dall’omonimo brand è caratterizzata da un grande oblò ubicato frontalmente e che per il suo design, rende il contesto decisamente minimalista e bello da guardare.

Le due versioni bianca e chrome forniscono un’alternativa anche di budget: la prima cosa meno, ma rinuncia alla finezza e ai colori della seconda. Sempre parlando di versioni, sono anche disponibili modelli da 7, 8 e 9 kg in base alle necessità di ogni famiglia o individuo. Una flessibilità che ben pochi prodotti offrono.

L’asciugatrice in oggetto propone inoltre un display multifunzionale che è estremamente facile da interpretare e consente di monitorare i vari programmi della macchina e il suo corretto funzionamento.

Per quanto riguarda invece i consumi energetici va sottolineato che la macchina garantisce degli ottimi livelli inferiori grazie ad un motore inverter che consente di far lavorare la struttura con sforzi energetici piuttosto bassi, quindi decisamente convenienti ai fini dell’accumulo di kW/h annui.

Asciugatrice in funzione

Un’altra importante considerazione in merito al modello di casa Miele è la presenza di 12 programmi personalizzabili che consentono di caricare contemporaneamente vari tipi di tessuti, asciugare i capi di lana e le scarpe con l’apposito cestello.

La macchina consente inoltre di asciugare coperte, piumini, jeans capi di cotone e sintetici. Infine, è da sottolineare la classe A+++ di condensazione che è la migliore che le asciugatrici presenti sul mercato possono offrire.

Miele offre anche 2 fragraze delle 5 che produce per profumare i capi durante ogni asciugatura.

Principali caratteristiche

Vantaggi

  • 12 tipi di programmi: lavaggio rapido, sintetici, camicie etc.
  • Consumo energetico: classe A+++
  • Cestello: acciaio inox
  • Capacità di carico: dai 7 ai 9 kg
  • Blocco di sicurezza: per proteggere bambini e macchina
  • Timer avvio/spegnimento: impostabile fino a 24 H
  •  Fragranze per profumare il bucato

Svantaggi

  • Prezzo tendenzialmente alto, da top di gamma

L’asciugatrice SMEG DHT73LIT nei dettagli

Il modello di asciugatrice SMEG DHT73LIT è dotata di serie di un condensatore che serve per condensare l’umidità, e dopo ogni uso, basta svuotarlo per renderlo pronto per un ciclo successivo. Per quanto riguarda i consumi energetici il vero punto di forza di questo modello di asciugatrice della Smeg è la sua classe di fascia alta; infatti, essendo del tipo A+++, ovvero il massimo degli standard, serve a minimizzare i consumi energetici rendendola in assoluto una delle migliori che va ad aggiungersi all’ottimo rapporto esistente tra la capacità massima di carico pari a 7 kg con il consumo di kWh/ che non supera i 158 all’anno.

Per poter sfruttare in pieno tutte le sue funzionalità e gestire al meglio i vari programmi l’asciugatrice in oggetto dispone di un display del tipo LCD molto intuitivo che consente ad esempio di avviare e interrompere l’avvio della macchina, regolare la temperatura, e tanto altro, come ad esempio il sensore di umidità, che alla fine la rendono un modello molto versatile in grado di garantire eccellenti risultati.

Funzionamento di un'asciugatrice

L’asciugatrice Smeg DHT73LIT può vantare 16 programmi, ognuno utilizzabile con temperature e carichi diversi. Grazie a ciò, merita un voto decisamente ottimo, e tra l’altro ogni singola modalità viene dettagliatamente spiegata nelle istruzioni allegate. In genere, il ciclo di asciugatura è di 155 minuti, e si tratta di un ottimo valore aggiunto tenendo conto che la capacità della macchina è di 7 kg. Tuttavia, è doveroso sottolineare che, a seconda della modalità che si imposta, la durata un ciclo può subire variazioni. Infine, altre due considerazioni degne di nota riguardano la classe di condensazione che nel modello Smeg DHT73LIT appartiene alla A, e la rumorosità, dove il picco acustico è di appena 65 dB, quindi la macchina si può sicuramente definire silenziosa.

Principali caratteristiche

Vantaggi

  • Modalità di asciugatura rapida: 49 minuti
  • Display: per il monitoraggio di funzionamento della macchina
  • Durata del ciclo: 160 minuti
  • Blocco di sicurezza: per proteggere i bambini e la macchina
  • Timer avvio/spegnimento: impostabile fino a 24 H
  • Tecnologia: inverter e pompa di calore
  • Consumi: 158 kW/h
  • Capacità: 118 litri
  • Capacità di carico: 7 kg

 Svantaggi

  • Prezzo un poco alto

L’asciugatrice Beko DRX722W nei dettagli

L’asciugatrice Beko DRX722W è stata progettata per il carico frontale, e dal punto di vista dell’ingombro è indubbiamente grande, avente misure di 54x54x84 cm, ma in compenso è corredata di un cestello capace di contenere fino a 7 kg di bucato. La potenza di 1,8 kW/h la si può sfruttare al massimo per ottenere un’asciugatura pulita e rapida. Questo modello rientra nella classe energetica alta, identificata con la sigla di categoria A++, quindi rientra nei parametri ideali per minimizzare i consumi energetici. Inoltre, questa macchina del brand Beko vanta anche alcune significative funzionalità molto avanzate che difficilmente si possono trovare in altri prodotti della stessa categoria e a un prezzo simile.

Il display di questo modello di asciugatrice è molto pratico e facile da usare; infatti: offre la possibilità di impostare l’avvio ritardato del programma, l’impostazione dell’audio e del volume dei segnali, e il blocco per i bambini. Inoltre è in grado di segnalare la fine del ciclo e le varie procedure di pulizia, come ad esempio quella del serbatoio pieno d’acqua e la pulizia del filtro. Tali procedure vanno effettuate alla fine di ogni ciclo di asciugatura, in modo da rendere efficiente il ciclo successivo: bastano pochi secondi con l’aspirapolvere e il filtro diventa come nuovo. La manutenzione e la pulizia sono dunque molto pratici e veloci sia nella fase di estrazione che nel rimontaggio.

Principali caratteristiche

Vantaggi

  • Tipologia di display: Built-in
  • Blocco sicurezza:per la sicurezza dei bambini e della macchina
  • Tempo di asciugatura completo: 170 minuti
  • Accensione ritardata: è possibile programmare la macchina con il timer
  • Indicatori di pulizia: Indicato quando è il momento di pulire il filtro

Svantaggi

  • Classe energetica medio