Home / Infanzia e bambini / In casa / La migliore altalena per bambini del 2018

La migliore altalena per bambini del 2018

I bambini, si sa, amano stare sempre in movimento e non si fermerebbero mai! Ma se non è possibile andare al parco o a passeggio e gli spazi di casa sono limitati, cosa si fa? un’ottima soluzione è tenere in casa una piccola altalena da ambiente per accompagnare i tuoi bambini nei primi anni di vita, e farli giocare allegramente e in sicurezza a casa come se fossero in un piccolo parco di divertimenti! L’altalena è uno di quei giochi più amati dai bambini (e anche dagli adulti) principalmente per l’innato piacere di dondolarisi e di restare sospesi con in piedi penzoloni. Ci sono tante opzioni di altalene, più o meno ingombranti, di plastica o di metallo, per i piccoli o anche per i più grandi.

Di seguito ti guidiamo nella scelta della migliore altalena del 2018:

  • Altalena Chicco SuperSwing 30300: la più venduta e la più consigliata dagli utenti, probabilmente anche per la marca famosissima per tutti i prodotti per l’infanzia.
  • Smoby-Dolce-Altalena-Metallo: la migliore del 2018, solida compatta ed economica.
  • Altalena 3-in-1: la soluzione più economica. Con un solo seggiolino, porti a casa un’altalena per interno ed esterno che cresce con il tuo bambino.

Vediamo adesso i particolari di questa selezione di altalene per aiutarti a scegliere al meglio quella fa per te.

Altalena Chicco SuperSwing 30300

L’Altalena Chicco SuperSwing 30300 è la più venduta e la più consigliata dagli utenti, probabilmente anche per la marca famosissima fra i prodotti per l’infanzia. Infatti, prima di tutto avete la sicurezza di un grande marchio come Chicco dalla vostra parte. È un po’ più cara ma è sicuramente un brand di cui ci si può fidare: tutte le altalene sono realizzate con materiali atossici e totalmente sicuri, perfetti per i bambini, perfino i più piccoli, anche perché non vi sono parti che possono essere ingerite.

Stabile e colorata, questa altalena funziona bene sia per l’interno che per l’esterno (terrazzi, balconi e giardini) e  la struttura in plastica è ideata per resistere alle intemperie atmosferiche. Aderisce normalmente bene al terreno, ma se volete essere più sicuri è possibile fissarla al suolo con viti a pressione o con dei pesi.

È interamente in plastica e quindi risulta facile da pulire, leggera e facile da montare. Si sposta senza troppi problemi da un posto all’altro ed è facilemente richiudibile, che è un enorme vantaggio perché soddisfa anche le esigenze di chi ha poco spazio in casa: dopo l’uso la si può riporre, per esempio, anche dietro una porta. E il tutto si fa con un movimento solo!

È estremamente sicura e il seggiolino si chiude a scatto, per permettere il dondolio in totale sicurezza. Ecco nel dettaglio tutte le caratteristiche tecniche:

  • Dimensioni: 142 x 150 x 144 cm;
  • Facilmente richiudibile;
  • Seggiolino di sicurezza con chiusura a scatto;
  • Adatto per un’età 1 -3 anni;
  • In plastica colorata e atossica;
  • Seggiolino con schienale per bimbi più piccoli;
  • Barra paracolpi e cinghie di sicurezza;
  • Piedi forati per fissaggio nel terreno.

Contro:  in alcuni casi manca di cintura sicurezza del seggiolino, nonostante appaia nell’illustrazione dello scatolo.

Conclusione: È una bella altalena colorata per interno o esterno. È forse un po’ più cara ma si ha la sicurezza della qualità dei prodotti Chicco.

Smoby-Dolce-Altalena-Metallo

Abbiamo scelto la Smoby-Dolce-Altalena-Metallo come la migliore altalena del 2018, per la sua struttura solida e compatta, e per il prezzo interesssantissimo. È un’altalena adatta ai bambini  non oltre ai 3 anni e, per quanto solida, è sempre meglio usare sotto la sorveglianza di un adulto. Il seggiolino evolutivo 2 in 1, permette una doppia fase di utilizzo: per i piccolini con la barra protettiva frontale e per i più grandi con la sola seduta.

È di misure ridotte (alta 120 cm), il che la rende adatta ad essere sistemata in casa così come all’aperto (terrazzino, giardinetto). La sua struttura di metallo la rende particolarmente stabile, grazi ai tubi in acciaio di ottima qualità e resistenti ganci in metallo. A differenza di altri modelli sul mercato, questa non è richiudibile, ma è facile e veloce da montare e smontare.

Ricapitolando:

  • Altalena da interno o esterno;
  • Trattamento contro i raggi UV: i colori resistono e rimane inalterata la brillantezza nel tempo;
  • Tubi in acciaio di ottima qualità e resistenti ganci in metallo
  • Facile da montare e smontare
  • Adatta a bambini fino a 25 kg (non oltre i tre anni)
  • Dimensioni: 120 x 124 x 120 cm

Contro: Non è richiudibile, per cui per riporla in casa dopo l’utilizzo è necessario smontarla.

Conclusione: visto il prezzo è un’ottima altalena per i vostri bambini, da usare in casa e all’aperto sotto al supervisione di un adulto. La struttura metallica la rende più solida di altri modelli in plastica.

 

 

Altalena 3-in-1

L’Altalena 3-in-1 è la soluzione più economica e razionale, con il miglior rapporto qualità/prezzo. Con un solo seggiolino, porti a casa un’altalena per interno ed esterno che cresce con il tuo bambino. Può essere facilmente assicurata ad un albero, ad una trave, a dei ganci sul soffitto, insomma dovunque si possano attaccare le sue robuste corde.

Inoltre accompagnerà i tuoi bambini durante la crescita visto che può essere usata in tre diverse modalità a seconda dell’età.  Con schienale e paracolpi per bambini di età inferiore ai 3 anni, solo con schienale per i bambini dai 3 ai 5 anni, senza schienale nè paracolpi per bambini di età maggiore ai 5 anni. È resistente e con una portata massima di 60 Kg. Facilissima da montare, è leggera e compatta e può essere riposta con facilità.

Ecco in breve le sue caratteristiche principali:

  • Modulare: può essere usata da 1 a oltre 5 anni;
  • Dotata di corde lunghe 120 cm.
  • Può essere usata in esterno o in casa;
  • Dimensioni seggiolino: 43 x 33 x 20 cm;
  • Facile da montare.

Contro:  Il bilanciamento non è perfetto. Bisogna fare attenzione perché se il bimbo si sporge troppo in avanti rischia il rovesciamento.

Conclusione: è una soluzione super-economica e duratura, che accompagna i vostri bambini per almeno 5 anni. Ovviamente bisogna avere il supporto dove attaccarla (albero, ganci al tetto, ecc).

 

 

Storia e Mito dell’Altalena

Ma da dove arriva l’altalena? Chi sono stati i primi ad inventarla e a giocarci? Andando a spulciare un po’ i libri di storia si scopre che l’altalena risale a tempi antichissimi. Ed anche che è un gioco che incontriamo nelle più svariate discipline, dalla fisica, alla filosofia, sino alla letteratura. Vi interessa saperne di più?

Anche se esistono riferimenti all’altalena in epoche precedenti e in altre culture, la prima rappresentazione di un’altalena che conosciamo oggi risale al XVI secolo a.C. nei dintori di Creta, in Grecia, ed è una statuina in terracotta rappresentante una figura femminile senza testa, che si dondola su un’altalena, le cui corde stanno appese a due colonne sormontate da due uccelli.
Tra le molte curiosità associabili all’altalena, troviamo la tradizione italiana arcaica dei canti dell’altalena, un repertorio musicale popolare di antichissime origini, nato nel Sud Italia, fatto di struggenti canti d’amore. I cantori erano posti spalla contro spalla e insieme si dondolavano cantando.

Ma l’altalena e il suo moto oscillatorio sono oggetto d’interesse anche per la fisica, dove viene presa in esame per approfondire lo studio della meccanica del moto oscillatorio. A questo scopo, studi recenti di laboratorio hanno utilizzato modellini di altalena per osservarne il comportamento in condizioni controllate.

Il moto dell’altalena è infatti, come quello del pendolo, un moto oscillatorio la cui traiettoria per definizione si ripete diverse volte in versi opposti.E come il pendolo le altalene possono scandire il tempo. Ed è per questo che sembrano proprio un tentativo escogitato dagli umani per fermare il tempo. Infatti il moto oscillatorio sembra arrestare in due punti simmetrici il movimento.

C’è ogni volta un attimo di sospensione, quando si esaurisce la spinta verso l’alto, nel quale ci si sente fermi e sembra che non si tornerà più giù. Interessante, vero? E dev’essere per questo che i bambini (ma anche gli adulti) adorano dondolarsi nelle altalene!

 

 

Come scegliere l’Altalena: caratteristiche

Tornando adesso con i piedi sulla terra, ovvero all’esigenza inizialmente ipotizzata di acquistare o valutare un’altalena, proviamo a considerare con attenzione le caratteristiche delle altalene che oggi possiamo trovare in commercio.
Bisogna premettere a questo proposito che ogni prodotto deve obbligatoriamente essere omologato e conforme alla normativa UNI EN 1176-1 2008 relativa ai requisiti di sicurezza delle attrezzature per le aree da gioco (sia ad uso privato che negli spazi pubblici) da parte dei bambini. La normativa, limitatamente ai giochi, prende in esame i materiali e la loro atossicità, nonchè gli aspetti relativi ad una corretta progettazione. È necessario, per esempio, considerare l’ingombro occupato dal gioco, e la dimensione dello spazio da lasciare libero per poterci giocare in sicurezza.


L’altalena deve rispondere a precise prove tecniche di stabilità che ne confermino l’integrità strutturale tenendo conto del carico massimo che dovrà sopportare.
Ricordiamo adesso le varie parte che compongono l’oggetto-altalena:

  • una doppia coppia di montanti per l’ancoraggio al suolo e il fissaggio della traversa superiore;
  • la traversa superiore a cui vengono fissate le funi oscillatorie;
  • il sellino, a queste agganciato verso terra e pronto ad accogliere il bambino.

Questo sistema fa sì che il moto oscillatorio generato scarichi i suoi pesi regolarmente sull’intera struttura a partire dalla traversa superiore, distribuendoli equamente sul terreno.
Per quello che riguarda la struttura portante, tra i materiali delle altalene da interno abbiamo una prevalenza di strutture di plastica atossica o di metallo leggero. Solitamente sono vivacemente colorate, caratterizzandosi così per un’estetica spiccatamente ludica, con qualche valenza pop.

Gli elementi maggiormente variabili nella tipologia dell’altalena sono quelli relativi al sellino. Questo spesso può essere modulare, permettendone l’uso in diverse fasi evolutive.
sellini, sedili o seggiolini dell’altalena devono essere affidabili ed ergonomicamente confortevoli, e non devono graffiare o creare lesioni di qualsiasi natura sulla pelle del bambino. Devono essere saldamente fissati con corde robuste o catene a maglia stretta. Visto che spesso le altalene vengono poste su terrazzini o cortili, è importante che siano pensate per resistere alle intemperie tipiche dell’ambiente esterno. Quindi protette contro la ruggine e colori che non sbiadiscano con il tempo.
Inoltre il sellino può avere una gabbia anticaduta di protezione, obbligatoria per un uso del bambino dagli 0 ai 4 anni. Possiamo trovare sedili a culla, atti a ninnare il bambino, realizzati con intrecci di morbidi elementi sintetici colorati a forma di nido.

 

 

Una breve estrapolazione sul dondolio

Ma perché poi ci piace tanto dondolarci? Il dondolio (quello dell’altalena, della culla, del dondolo, dell’amaca) è rassicurante e calmante. Tanto che spesso ci fa prendere sonno. Da dove viene quindi il gusto universale del dondolio?  Como sempre ci sono varie teorie, che riassumiamo brevemente di seguito:

  • ci ricorda visceralmente dei tempi in cui ce ne stavamo nel pancione della mamma che, camminando, ci faceva dondolare;
  • è un retaggio dei tempi in cui l’umanità era tendenzialmente nomade, e si viaggiava per lunghi periodi di tempo su carri o animali da trasporto;
  • ci riporta ad un viaggio immaginario sulle onde del mare;
  • ci riporta al movimento del pendolo, simbolo del tempo che scorre;
  • è un movimento ripetitivo e constante, e come tale è ipnotico e calmante;
  • il movimento oscillatorio stimola i nostri sistemi sensoriali, in particolare l’interno dell’orecchio;
  • ci ricorda di quando eravamo delle simpatiche scimmie e pendevamo e ci dondolavamo dai rami degli alberi!