Home / Casa e giardino / Casa / Il miglior scaldaletto del 2018

Il miglior scaldaletto del 2018

Una volta c’era la borsa dell’acqua calda, oggi si può entrare nel letto e trovarlo già caldo grazie a un moderno scaldaletto. È un prodotto in tessuto costituito da diversi strati al cui interno è presente un filo elettrico; tramite una semplice spina viene collegato alla corrente elettrica, con la quale vengono riscaldati i fili al suo interno. La potenza di questi apparecchi è generalmente compresa tra i 50 e i 150 W.

Tra i tanti modelli disponibili sul mercato noi abbiamo scelto il prodotto top di uno dei marchi leader nel mercato, ovvero lo Scaldasonno Sensitive Imetec. È un’innovativo scaldaletto made in Italy altamente performante, con tecnologie esclusive che massimizzano il comfort e il risparmio energetico. La più interessante, quella che contraddistingue questo prodotto da altri, sempre di ottima qualità, dello stesso marchio è la tecnologia Sensitive grazie alla quale la temperatura rimane costante per tutta la notte. Lo svantaggio principale di questo prodotto sta naturalmente nel prezzo, piuttosto elevato.

A chi ha un budget più contenuto consigliamo lo scaldaletto Johnson&Johnson Relax, che si distingue per un ottimo rapporto qualità/prezzo. L’abbiamo apprezzato particolarmente per la possibilità di regolare due diverse temperature tra parte alta e parte bassa del corpo, una funzionalità molto utile alle persone che hanno il problema dei piedi freddi.

Infine vi segnaliamo un altro prodotto di alta qualità realizzato in Italia, Ardes Medicura Buonanotte: il primo scaldaletto dotato di comando wireless, è ideale per chi non vuole rimanere ingarbugliato tra spine e comandi o ritrovarsi nella scomodissima situazione di avere il comando sotto la schiena.

 

Come scegliere il miglior scaldaletto

Come dice il nome, gli scaldaletto eliminano la sensazione di freddo e umidità al contatto con le lenzuola e le coperte, creando una temperatura che risulta piacevole per il corpo. In questo modo si evitano le contratture muscolari dovute al freddo e si creano invece condizioni favorevoli al rilassamento e al benessere. Grazie a questi prodotti le fredde notti invernali in cui cacciarsi sotto le coperte era, letteralmente, un’impresa da brivido sono solo un brutto ricordo!

Lo scaldaletto viene spesso chiamato Scaldasonno, che però è soltanto il nome di uno degli scaldaletti più famosi sul mercato, e viene spesso confuso con la termocoperta. Scaldaletto e termocoperta hanno una funzione simile ma si tratta di due prodotti diversi. Lo scaldaletto va messo tra il materasso e il lenzuolo mentre la termocoperta va posizionata sopra il lenzuolo, come una normale coperta o piumone.

 

Entrambi i prodotti regalano una piacevole sensazione di calore e benessere ma c’è un grande vantaggio nell’usare lo scaldaletto anziché la termocoperta: con questo prodotto infatti il calore rimane tutto addosso mentre nel caso della termocoperta viene in parte disperso verso il soffitto. Inoltre lo scaldaletto è, a tutti gli effetti, una seconda fonte di calore che si aggiunge alla normale coperta, mentre la termocoperta semplicemente sostituisce quest’ultima. Tenete presente che non sono prodotti versatili, ovvero non è possibile usare una termocoperta come scaldaletto così come il contrario: scegliete quindi quello che ritenete più adatto a voi.

Lo scaldaletto non solo regala benessere alla persona, ma può essere anche un valido strumento per ridurre il consumo energetico. Spesso gli scaldaletto vengono accusati di sprechi energetici, in realtà usando alcuni accorgimenti, come la programmazione dell’accensione o dello spegnimento, il consumo dei modelli più moderni è davvero minimo al punto che se la vostra camera da letto è molto fredda e molto umida potrebbe risultare più conveniente usare lo scaldaletto e limitare il riscaldamento della stanza. Se usato correttamente in una stanza umida e fredda lo scaldaletto permette di risparmiare fino all’80% sul riscaldamento domestico.

Abbiate l’accortezza di accendere il vostro scaldaletto 15-20 minuti prima di andare a letto e spegnerlo appena coricati o impostare il timer di autospegnimento. Diversamente si rischia di addormentarsi e lasciare acceso lo scaldaletto e nei casi più sfortunati provocarne il surriscaldamento. Un ulteriore accorgimento per evitare sprechi di energia è quello di coprire il letto con lenzuolo o coperta durante la fase di riscaldamento dello scaldaletto: in questo modo eviterete inutili dispersioni di calore.

Rispetto al passato i nuovi scaldaletto devono sottostare a più rigide norme di sicurezza per cui tutti i prodotti realizzati successivamente al 2001 oltre una certa temperatura o  in caso di corto circuito si spengono automaticamente e vengono isolati dalla linea elettrica al fine di evitare incendi e scosse. Nonostante ciò è bene rispettare il consiglio di non lasciare acceso l’apparecchio per tutta la notte o vi potreste svegliare nel bel mezzo della notte grondanti di sudore per il caldo!

Va detto che, nonostante gli scaldaletto di ultima generazione siano decisamente più sicuri di quelli del passato, si tratta comunque di prodotti elettrici e in quanto tali sono soggetti a malfunzionamenti. È quindi da evitare l’uso degli scaldaletto da parte di persone che non sono in grado di gestire i rischi connessi all’uso di questi apparecchi per incapacità fisiche o cognitive, come ad esempio persone paralizzate, anziani, bebè e bambini piccoli. Attenzione anche alle donne in gravidanza: nonostante non siano stati dimostrati effetti nocivi delle onde elettromagnetiche sul feto, è meglio evitare l’uso dello scaldaletto durante la dolce attesa.

Per tutte le altre persone l’uso dello scaldaletto non presenta controindicazioni. L’unica raccomandazione è quella di seguire scrupolosamente le indicazioni sull’uso e sulla manuntenzione fornite dal produttore. Abbiate cura di stendere lo scaldaletto molto bene, senza fare pieghe, perché questo potrebbe rovinare i fili elettrici.

Oltre ai tradizionali scaldaletto per letti singoli e matrimoniali, oggi esistono sul mercato anche scaldaletto a una piazza e mezza: non importa dunque di che dimensione è il vostro letto, troverete senza problemi lo scaldaletto che fa per voi.

 

Nell’acquistare un prodotto come lo scaldaletto il primo e più importante fattore da considerare è quello della sicurezza. È fondamentale accertarsi prima dell’acquisto che il prodotto scelto abbia un sistema di blocco in caso di guasto o sovraccarico elettrico o almeno un timer di autospegnimento e che sia omologato CE, ovvero rispetti gli standard di sicurezza europei.

Se il prodotto di vostro interesse presenta il simbolo “Classe di Protezione II” (o “doppio isolamento”) potete star certi che è stato progettato in modo da non dover avere la connessione di messa a terra; la presenza di certificazioni da enti terzi come IMQ, GS, TUV è un’ulteriore garanzia di sicurezza.

Un fattore che incide pesantemente sul prezzo è la qualità dei materiali, e in questo vanno considerati sia i tessuti che il materiale elettrico.

Oggi sul mercato sono disponibili scaldaletto nei tessuti più diversi: cotone, lana o misto lana, poliestere, micropile, tessuto riciclato… esistono anche modelli con un lato in un tessuto o un altro in un tessuto diverso (solitamente cotone e lana).

In generale sono da preferire i tessuti naturali a quelli sintetici perché traspiranti. La lana, soprattutto la lana merino, sembra in assoluto la scelta migliore, un po’ per le sue naturali proprietà termoisolanti, un po’ perché la sua morbidezza al tatto evoca immediatamente immagini di calore, ma ha lo svantaggio di essere costosa. Se avete problemi di allergie fate attenzione ad acquistare un prodotto realizzato in tessuto anallergico e antibatterico. Un’altra caratteristica da tenere presente è se il tessuto è lavabile oppure no.

Un fattore importante per la valutazione del consumo di uno scaldaletto è il tempo necessario per il suo riscaldamento. Gli scaldaletto più moderni sono caldi in 10-15 minuti, con un notevole risparmio di energia rispetto agli scaldaletto del passato. Tenete presente però che il tempo necessario per il riscaldamento di uno scaldaletto varia in base alla temperatura e all’umidità della stanza. Per valutare il grado di calore raggiunto dallo scaldaletto è necessario sdraiarsi sotto alle coperte: non è sufficiente appoggiare la mano perché la necessità di temperatura del corpo è diversa rispetto a quest’ultima.

Gli altri fattori da considerare per l’acquisto di uno scaldaletto hanno più a che fare con i gusti e le esigenze personali, come il numero di temperature che si possono impostare, la possibilità di regolare separatamente le due aree del letto matrimoniale (così finalmente niente più litigi tra moglie e marito per la temperatura del letto), la presenza o meno di doppi comandi. Alcuni modelli permettono addirittura di regolare separatamente la temperatura della parte alta e della parte bassa del corpo.

Quasi tutti gli scaldaletto presenti sul mercato sono oggi dotati di timer. Nella maggioranza dei casi questo serve a programmare l’ora di spegnimento automatico dello scaldaletto, funzione utilissima per evitare di addormentarsi con l’apparecchio acceso. Il timer può avere però anche la funzione opposta, ovvero quella di programmare l’accensione dello scaldaletto: niente rischio di dimenticarsi di accendere lo scaldasonno e andare a dormire in un letto freddo.

Per il comfort di chi dorme è importante che lo scaldaletto sia ben fissato al materasso, soprattutto se si hanno sonni agitati. Scegliete quindi uno scaldaletto con un buon sistema di fissaggio che eviti lo spostamento dello scaldaletto o il formarsi di pieghe.

Fate attenzione alle misure dello scaldaletto per non acquistare un prodotto troppo grande o troppo piccolo rispetto al vostro materasso. Ricordate che lo scaldaletto non può essere piegato o curvato, quindi un prodotto troppo grande risulterebbe inutilizzabile, mentre con uno troppo piccolo risulta utilizzabile solo parzialmente perché non vi copre l’intera superficie del letto.

Altrettanto importanti sono le misure del cavo di alimentazione, soprattutto se non avete una presa di corrente vicina al letto (è infatti da evitare l’uso di prolunghe e riduttori). Si consiglia un cavo lungo almeno 2 metri.

Tra i tanti modelli disponibili sul mercato ne abbiamo scelti tre che secondo noi rappresentano le migliori scelte in termini di qualità, prezzo e funzionalità. Tutti gli scaldaletto da noi recensiti sono disponibili sia per letto matrimoniale che per letto singolo. I prezzi indicati si riferiscono al modello matrimoniale.

La scelta top:  Imetec 16287 Scaldasonno Sensitive Anallergico

La nostra scelta top non poteva non essere un prodotto Imetec, il marchio italiano di piccoli elettrodomestici diventato famoso proprio grazie allo Scaldasonno, il primo prodotto che si è proposto come un sistema evoluto per il comfort e il benessere della persona durante la fase del sonno.

Tra i tanti modelli di qualità del marchio noi abbiamo scelto Imetec 16287 Scaldasonno Sensitive, uno dei prodotti top della gamma. Grazie all’esclusiva tecnologia Sensitive questo innovativo scaldaletto si adatta ai cambi di temperatura nel corso della notte, mantenendo costante la temperatura percepita e il comfort dell’individuo. Per il modello matrimoniale è possibile regolare separatamente la temperatura nell’area destra e sinistra del letto, con due comandi separati.

La maggior parte degli scaldaletto disponibili sul mercato consente di scegliere tra due, massimo tre livelli di temperatura mentre nel caso dello Scaldasonno Sensitive Imetec sono ben sei! Una volta impostata la temperatura desiderata e il timer di autospegnimento, programmabile su due livelli di tempo (1 o 9 ore), potrete dormire sonni tranquilli: questo prodotto è dotato di un sistema di sicurezza denominato Electro Block che interviene immediatamente in caso di guasto.

Un’altra caratteristica che abbiamo particolarmente apprezzato riguarda il risparmio energetico, un ambito nel quale Scaldasonno Sensitive Imetec ha sbaragliato la concorrenza, dimostrandosi cinque volte più rapido nel raggiungere la temperatura a regime di molti altri prodotti. 10 minuti sono sufficienti per avere il letto caldo! La tecnologia a rapido riscaldamento di Scaldasonno è infatti molto più performante di quella tradizionale e scalda il doppio nei primi dieci minuti, quando il letto è freddo e umido (ovvero quando è maggiormente necessario), diminuendo  successivamente l’intensità del calore, la velocità e quindi i consumi.

A differenza di molti altri scaldaletto, che si appoggiano tra materasso e coprimaterasso, Scaldasonno Sensitive Imetec è un vero e proprio coprimaterasso, che si fissa saldamente sotto al materasso grazie ai comodi angoli. Questa particolarità consente anche una, seppur limitata, adattabilità a materassi di dimensioni diverse. Purtroppo l’aderenza al materasso non è ottimale e questo è certamente uno delle poche caratteristiche che vorremmo veder migliorate in questo prodotto.

Realizzato in tessuto trapuntato anallergico, ha il comando separabile e si può quindi lavare a mano e in lavatrice a 40°. Si può utilizzare in sicurezza con tutti i tipi di materasso, compresi i più moderni materassi memory foam.

In sintesi, l’alto prezzo è pienamente giustificato perché si tratta di un prodotto made in Italy altamente performante.

 

La scelta rapporto qualità/prezzo: Johnson&Johnson Relax

Il costo dello Scaldasonno Sensitive Imetec vi sembra eccessivo e volete ripiegare su un prodotto più economico dal buon rapporto qualità/prezzo? Il nostro consiglio è lo Scaldaletto Relax di Johnson &Johnson, un prodotto che riesce a mantenere buoni standard qualitativi a un prezzo decisamente interessante.

La caratteristica che abbiamo apprezzato di più dello Scaldaletto Johnson&Johnson Relax è la possibilità di riscaldare separatamente non solo l’area destra e l’area sinistra del letto nella versione matrimoniale, ma anche la parte alta e bassa del corpo. Questo risolve efficacemente il diffuso problema dei piedi freddi, quando la parte alta del corpo è già sufficientemente calda mentre le estremità, ancora gelide, richiedono un’alta temperatura per potersi scaldare in fretta.

Il timer di autospegnimento si può impostare a un’ora, 5 o 12 mentre le temperature che si possono impostare sono addirittura 9 contro le 6 della nostra scelta top Sensitive Imetec. Un altro punto a favore di questo prodotto è il comando, con un display user-friendly che rende davvero semplici tutte le regolazioni.

Purtroppo, e questo forse giustifica il prezzo basso, questo scaldaletto non ha un sistema di blocco automatico e pur avendo comandi separabili non è lavabile.

È realizzato in 100% lana sintetica e si fissa saldamente al materasso grazie a dei nastri elastici.

In sintesi, è la scelta migliore per chi cerca un buon compromesso tra prezzo e qualità. Non è consigliato a chi vuole farne un uso prolungato in case molto fredde.

 

 

La scelta pratica: Ardes Medicura Buonanotte

Il terzo prodotto che vi consigliamo si distingue per una caratteristica particolare che molti consumatori trovano davvero utile: Ardes Medicura Buonanotte è infatti il primo (e ancor oggi uno dei pochi) scaldaletto radiocomandato a distanza con un dispositivo wireless.

Grazie a questo telecomando senza fili si può regolare la temperatura (due livelli), scegliendone una diversa per ciascuna parte del letto, e si può impostare il timer per l’autospegnimento. Il radiocomando evita di avere antiestetici e scomodi fili in giro per la camera e soprattutto di ingarbugliarsi con i fili ed il comando sotto le coperte: pratico e comodo! L’unico difetto è che lo scaldaletto è dotato di un solo radiocomando per entrambe le parti del letto, il che ha poco senso considerando che è possibile regolare due temperature diverse.

Lo scaldaletto Ardes Medicura Buonanotte con comando senza fili non è esattamente un prodotto economico, ma il prezzo è giustificato da materiali di prim’ordine, certificazioni di sicurezza e il già citato comando wireless.

È realizzato in pura lana 100% prodotta e lavorata in Italia, di uno spessore tale da nascondere completamente le serpentine elettriche: questa caratteristica rende lo scaldaletto Ardes molto comodo per la schiena. Si può lavare a mano a 40° in tutta tranquillità perché la qualità dei materiali consente lavaggi frequenti senza compromettere le caratteristiche del prodotto.

Per quanto riguarda la sicurezza si possono davvero dormire sonni tranquilli. Lo scaldaletto Ardes Medicura Buonanotte ha ottenuto la certificazione IMQ, il marchio italiano di qualità. Si spegne automaticamente dopo sei ore di utilizzo, ma è possibile impostare un timer per limitarne l’uso all’effettiva necessità: questo non solo garantisce una maggior sicurezza, ma consente anche un notevole risparmio energetico.