Home / Casa e giardino / Pulizia / Aspirapolvere / Il miglior aspirapolvere senza fili del 2018

Il miglior aspirapolvere senza fili del 2018

Trascinarsi dietro un’aspirapolvere che continuamente si incastra tra un mobile e l’altro e fa fare i salti mortali per non inciampare nel filo della corrente è una situazione da cui ti vuoi liberare? La soluzione è quindi di acquistare un’aspirapolvere senza fili.

Ecco secondo noi i migliori per il 2018:

  • Dyson V8 Absolute , l’ultimo modello del miglior produttore al mondo di aspirapolvere, è la scelta per chi vuole il meglio del meglio
  • Dyson V6, mitico modello che nonostante non sia più l’ultimo arrivato è ancora assolutamente al top nella classifica dei migliori aspirapolvere senza fili
  • Hoover FD22, dalla grande concorrente della Dyson, ci possiamo aspettare l’aspirapolvere senza fili low-cost che non delude.

Dyson V8 Absolute: il meglio del meglio

Non sorprende che il nuovo V8 Absolute sia in cima alla vasta gamma di aspirapolvere senza filo Dyson. Ciò significa che viene fornito con tutti gli strumenti immaginabili, tra cui la favolosa testina Soft Roller per pavimento duro (nota anche come “Fluffy”), due ulteriori testine a spazzola e strumenti per pulire in ogni singolo angolo della vostra casa.

Lo amiamo e consigliamo perchè:

  • é la versione migliorata del Dyson V6: con il V8 infatti per svuotare il filtro basta un clic e simultaneamente il ciclone centrale si alza e la base si apre facendo uscire tutta la polvere raccolta
  • è più pesante del Dyson V6 ma ciò non si nota durante l’utilizzo, inoltre ha un’autonomia massima di 40 minuti (tempo di ricarica 5 ore), il doppio dei modelli precedenti, durante i quali non perde potenza
  • Gli accessori forniti lo trasformano in aspirapolvere portatile e con la Turbospazzola aspira i peli di animali domestici in profondità
  • A differenza del V6 ha il filtro HEPA, che assicura un filtraggio che va dal 85% al 99,99%, una garanzia insomma
  • La spazzola Direct Drive spinge le setole dei tappeti per pulire a fondo, mentre la spazzola a rullo morbido (Fluffy) è ottima sui pavimenti duri (come in cucina) per rimuovere sporcizia di ogni tipo.
  • la potenza di questo aspirapolvere senza fili va ad equiparare addirittura quella di certi aspirapolvere tradizionali,
  • Se qualcosa blocca completamente la spazzola, il motore digitale pulsando, lo espelle, permettendoti di continuare ad aspirare senza fermarti

Tra i difetti riscontrati, alcuni trovano che l’autonomia di 40 minuti sia in realtà inferiore e che quindi non sia sufficiente per pulire tutta casa e che a potenza massima può essere rumoroso.

Dyson V6 Total Clean: una scelta sicura

Nonostante la Dyson abbia messo in commercio delle versioni più recenti e migliorate, ma anche più costose, questo aspirapolvere senza fili rimane un’ottima scelta per chi preferisce pulire spesso, senza perdere troppo tempo. Di seguito delle caratteristiche del prodotto, che è molto simile al più recente V8, ma meno costoso:

  • il design minimal lo rende un’aspirapolvere leggero e maneggevole ma comunque resistente, si attiva tenendo premuto il grilletto sul manico
  • il motore con 110.000 giri al minuto è tra i più potenti in circolazione e l’aspirazione è tra le migliori grazie alla tecnologia brevettata Dyson, che sfrutta il movimento ciclonico, raccogliendo tutte le polveri, anche le più fini
  • si trasforma in portatile e con gli accessori si può  usare su diverse superfici, dal pavimento agli angoli del soffitto, alle fessure del divano fino ai punti più nascosti dell’auto
  • premendo un pulsante la base si apre nella parte inferiore facendo cadere tutto lo sporco direttamente nel bidone della spazzatura
  • ha un’autonomia di 15/20 minuti e si ricarica in 3 ore in una stazione di ricarica da muro sulla quale si possono tenere anche gli accessori provvisti

Tra i difetti di questo aspirapolvere c’è sicuramente la poca autonomia e il fatto che qualche ammasso di polvere può rimanere incastrato nel motore ciclonico e si deve rimuovere manualmente. Inoltre il serbatoio da 0.4 litri è piccolo e va svuotato spesso.

Rowenta Rh8872 AirForce: la scelta low-cost

La scopa elettrica Rowenta RH8872 AirForce si fa apprezzare per il prezzo decisamente più basso rispetto ai Dyson e noi la consigliamo anche perchè:

  • è dotata di un pratico supporto di ricarica a muro, che permette di tenere in ordine e a portata di mano la scopa elettrica e i relativi accessori
  • con un’autonomia totale di 55 minuti supera il tempo che hanno le Dyson permettendoti di pulire tutta la tua casa
  • il motore ciclonico a tecnologia AirForce Extreme  assicura una buona potenza, per una scopa elettrica
  • il serbatoio per la raccolta polvere è senza sacco, facilmente removibile per la pulizia
  • la forma trangolare della spazzola a delta permette di raggiungere meglio gli angoli e raccogliere la polvere che di solito ci finisce ed è difficile da togliere
  • sulla punta ci sono anche delle luci a led che ti permettono di vedere meglio dove aspiri e quindi pulire meglio anche una superficie che a prima vista sembra pulita o sotto letti e mobili
  •  pesante 3, 6 kg e alta 120 cm risulta abbastanza maneggevole, ma non leggerissima
  • è pensata per la pulizia dei pavimenti per cui non è dotata di aspira briciole removibile

La Rowenta RH8872 AirForce è comoda per la pulizia dei pavimenti ma fa solo quello e non è versatile come le Dyson proposte. Il prezzo medio riflette la potenza media del prodotto che però si distingue per la forma a delta e le luci LED molto comode. Fa quello che promette e se stavate cercando una scopa elettrica senza voler spendere troppo questa è la scelta che fa per voi.

Guida all’acquisto dell’aspirapolvere senza fili

Un aspirapolvere senza fili funziona grazie ad una batteria che va ricaricata periodicamente. Ciò comporta una serie di vantaggi e di svantaggi. Quindi… quando conviene (oppure no) acquistare questo tipo di elettrodomestico?

Con o senza filo?

L’assenza del filo comporta senza dubbio una maggiore libertà di movimento ma anche una minor potenza di aspirazione. Non essendo direttamente collegati alla rete elettrica, la potenza ridotta e un’ autonomia comunque limitata sono conseguenze inevitabili che rendono questi elettrodomestici non adatti a tutti i tipi di esigenze.

Se si ha da operare in ambienti  ristretti – magari pieni di mobilio- o nel caso si abbiano scale interne, l’assenza del filo è un vantaggio non indifferente. In questo caso, infatti, risulta molto semplice pulire tra i vari mobilii o su diversi piani senza avere l’ intralcio del filo. Inoltre, avendo a disposizione una superficie limitata, l’autonomia della batteria non risulta essere un problema.

Al contrario, in caso di abitazioni molto spaziose l’aspirapolvere con batteria potrebbe non essere un acquisto vantaggioso. Essendo l’autonomia di funzionamento limitata, risulta fastidioso e dispendioso in termini di tempo ricaricare la batteria troppo spesso.

Un ulteriore utilizzo pratico dell’aspirapolvere wireless è nel caso si debbano effettuare pulizie veloci e localizzate in posti specifici, sia in che fuori casa, approfittando della prontezza d’uso di questo elettrodomestico. In  particolare, se si ha bisogno di operare lontano da una presa di corrente, ci potremmo risparmiare noiose e pericolose prolunghe.

Potenza

Dalla potenza di un aspirapolvere wireless dipenderanno quelli che saranno i risultati che otterrai andando ad utilizzarlo. Consultate la scheda tecnica: 1200-1400 Watt sono sufficienti per ottenere risultati soddisfacenti. In ogni caso, ci sono un paio di accorgimenti per mantenere le performance del tuo elettrodomestico al meglio: il vano che raccoglie lo sporco non deve mai essere troppo pieno e i filtri vanno puliti periodicamente. Inoltre, anche una batteria a piena carica rende il lavoro dell’aspirapolvere più efficiente. Un’altro fattore relativo da considerare è il peso che un motore più potente e quindi più pesante ha sul resto dell’aspirapolvere. Essendo senza fili e a forma di scopa elettrica, lo dovrai sempre sostenere e non potrai trascinarlo su delle ruote come negli aspirapolvere a traino.

Capienza e svuotamento del contenitore dello sporco

Quando si lavora con un aspiratore wireless, ci si accorge che tanto più il contenitore raggiunge il suo massimo livello di capienza tanto più il motore va a rilento.

Ogni modello di elettrodomestico ha una capienza diversa, che può essere più o meno grande, e la maggior parte dei modelli hanno spie o segnalatori di vario genere che hanno il compito di informarti sul livello dello sporco. Oltre al fatto che per mantenere il corretto funzionamento del tuo aspirapolvere senza fili è importante svuotare il contenitore delle polveri spesso, tieni in considerazione il sistema di svuotamento dello stesso. Alcuni sono pensati per essere svuotati direttamente sopra il bidone della spazzatura premendo un click, assicurando una maggiore igiene (vedi Dyson), altri più tradizionali, necessitano di smontare manualmente il vano per svuotarlo. Ogni cosa ha ovviamente il suo prezzo. Considera quindi cosa si adatta meglio alla tue esigenze quando scegli il tuo aspirapolvere wireless.

Batteria e autonomia

Il tipo di batteria montato sul vostro aspirapolvere andrà a influenzarne considerevolmente diversi parametri non indifferenti, quali i tempi di ricarica e l’ autonomia, nonchè il peso dell’elettrodomestico. Questo importante valore viene indicato nella scheda tecnica del prodotto.

Fondamentalmente ci sono tre tipi di batteria che potrete incontrare:

  • le batterie agli ioni di litio, montate nei modelli più moderni, hanno una buona durata e si ricaricano in tempi molto rapidi. È inoltre possibile poterle toglierle dalla carica anche quando non sono completamente cariche, senza andare a danneggiarle creando effetto memoria.
  • le batterie al nichel cadmio (Ni-Cd), che si trovano sui modelli più datati o economici, sono batterie pesanti, che impiegano molto a ricaricarsi e hanno una durata limitata.
  • le batterie Ni-Mh (nichel-metallo idruro), che sono molto leggere ma si deve fare attenzione a non sovraccaricarle perché in questo modo potrebbero rovinarsi e non essere più affidabili.