Il miglior aspirapolvere Hoover del 2020

Se stai pensando di acquistare un nuovo aspirapolvere, una delle marche che ti consigliamo di prendere in considerazione è senza dubbio Hoover.

Non tutti sanno che è proprio al fondatore di questa azienda, Mr. James Spangler, che si deve l’invenzione dell’aspirapolvere portatile all’inizio del ‘900.

Un’innovazione storica e importantissima, che dobbiamo ad un problema di salute di Mr. Spangler; questi infatti soffriva di asma e aveva notato che ogni volta che doveva pulire i tappeti nella sua casa, la situazione respiratoria peggiorava.

Studiando e ingegnandosi, diede vita al primo prototipo di aspirapolvere portatile alimentato a corrente. Non poteva saperlo, ma aveva cambiato per sempre la storia delle pulizie domestiche e, di fatto, anche lo stato di salute delle persone particolarmente sensibili alla qualità dell’aria.

Per questo, a distanza di tanti anni, Hoover è ancora sinonimo di ricerca, affidabilità e ottime prestazioni; per questo abbiamo selezionato per te due modelli diversi del marchio, per offrirti una panoramica sulla loro offerta. 

Vediamoli insieme:

  1. Hoover Breeze, un aspirapolvere a traino potente e compatto
  2. Hoover H-Free 100, l’aspirapolvere a batteria ricaricabile

 

Hoover Breeze, il ciclonico ad alte prestazioni

migliore_aspirapolvere_hoover

Il modello Breeze di Hoover è un aspirapolvere ciclonico di ultima generazione. 

Come tutti i ciclonici, ha una potenza di aspirazione superiore ai modelli tradizionali e garantisce un livello di pulizia molto accurato.

La tecnologia ciclonica inoltre ottimizza il flusso dell’aria all’interno del contenitore di raccolta, diminuendo notevolmente le operazioni di manutenzione ordinaria. 

Il contenitore, con capacità di 2 litri, si sgancia velocemente e facilmente dal corpo della macchina e si svuota direttamente nella pattumiera con pochi, semplici gesti.

Estremamente compatto, quindi occupa uno spazio davvero ridotto, è molto maneggevole da utilizzare, nonostante il peso di sei chilogrammi non sia proprio ridotto. 

Oltre alla spazzola per il pavimento, è inclusa nella confezione anche la spazzola per i tappeti, la turbospazzola per gli imbottiti ed una serie di accessori che permettono di raggiungere comodamente tutti gli angoli della casa.

Pro

  • potente
  • compatto
  • senza sacchetto
  • capacità del contenitore 2 litri
  • numerosi accessori
  • costo contenuto

 

Contro

  • necessita di alimentazione costante

 

Breeze è un aspirapolvere ciclonico performante, adatto a chi cerca di ottimizzare i tempi della pulizia in casa. Facile da trasportare e compatto, è l’acquisto consigliato soprattutto se vivi in un appartamento.

Hoover H-Free 100, per muoversi in tutta libertà in ogni stanza

migliore_aspirapolvere_hoover

Come dice già il nome, la scopa elettrica H-Free di Hoover ti garantisce il massimo della libertà mentre fai le pulizie in ogni ambiente della tua casa. 

Alla praticità dell’essere senza fili, unisce una serie di funzionalità molto utili, come ad esempio le luci al LED integrate per illuminare gli angoli bui e permetterti di vedere bene se, sotto ai mobili, hai raccolto effettivamente tutta la polvere che si deposita.

H-Free 100 è dotato di due accessori utilissimi: la spazzola a pennello, per pulire le superfici delicate, e la bocchetta per le fessure strette, che è riposta nell’apposito vano sul corpo dell’elettrodomestico. 

Il contenitore, senza sacco, ha una capacità di 0,9 litri, che è davvero elevata per una scopa elettrica e ti consente di ridurre la frequenza con cui va svuotato.

È alimentato da una batteria al litio da 22v, che permette di avere un’autonomia di utilizzo di 40 minuti circa.

Pro

  • leggero
  • maneggevole
  • accessori inclusi
  • capacità del contenitore 0,9 litri
  • autonomia di utilizzo 40 minuti
  • luci al LED
  • ingombro ridotto

 

Contro

  • meno potente dei modelli a traino
  • costo elevato 

 

Se è la praticità quello che cerchi dal tuo nuovo aspirapolvere, la H-Free 100 di Hoover è la scopa elettrica che fa per te: agile e comoda. Consigliata.

Cosa valutare al momento dell’acquisto

Della validità dei prodotti Hoover abbiamo già detto sopra e ne abbiamo parlato anche quando ti abbiamo presentato qui i modelli ciclonici.

Ora vogliamo soffermarci invece sulle caratteristiche che secondo noi devi tenere in considerazione al momento dell’acquisto.

Sacco: sì o no?

Esistono aspirapolvere come quelli che ti abbiamo presentato, con contenitore di raccolta della polvere senza sacco, e i cosiddetti tradizionali, dotati di sacchetto interno usa e getta.

Attenzione: non confondiamo tradizionale con obsoleto, perché la presenza del sacchetto ha comunque dei vantaggi.

Ad esempio, quando lo sostituisci, tutta la polvere resta all’interno del sacco, di solito realizzato in materiale microfiltrante, e non hai fuoriuscite.

Col contenitore da svuotare, invece, è possibile un po’ di dispersione nel momento in cui vai a versare il contenuto nella pattumiera. Di contro, questo tipo di aspirapolvere monta solitamente un filtro Hepa, l’unico in grado di catturare polveri sottili e allergeni.

Se, ad esempio hai problemi di allergia o soffri di asma, dovresti considerare aspirapolvere senza sacchetto che montano questo genere di filtri. 

Traino o scopa elettrica

Sono due le principali caratteristiche che differenziano queste due tipologie di aspirapolvere: le dimensioni e la capacità aspirante.

Partiamo dalla seconda; se hai poco tempo per pulire e vuoi fare un lavoro davvero accurato ogni volta, ti invitiamo a considerare i modelli a traino, perché hanno solitamente una potenza maggiore e garantiscono prestazioni più performanti.

Diversamente, se ad esempio non hai problemi di tempo e puoi dedicarti alle pulizie quotidianamente, la scopa elettrica è senza dubbio più maneggevole e leggera, e puoi davvero usarla tutti i giorni e più volte al giorno.

Chi vive in uno spazio ristretto, come ad esempio un monolocale o un piccolo appartamento preferirà magari la scopa elettrica, che occupa davvero poco spazio e si ripone a parete nell’apposita postazione di ricarica. Il modello a traino, invece, darà meno fastidio in una casa più grande.

Attenzione però, assicurati sempre che sia compatto, per agevolare gli spostamento dello stesso durante le pulizie.

Costo

Qui entriamo in un campo molto soggettivo: tu soltanto conosci il tuo budget di spesa.

Ricorda però che un aspirapolvere di tipo classico ha un costo inferiore al momento dell’acquisto, ma poi dovrai comprare i ricambi dei sacchetti.

Il ciclonico, invece, ti costerà di più all’inizio, ma poi non dovrai sostenere altre spese, a meno che tu non voglia un giorno sostituire il filtro perché danneggiato.