Tutto sugli aerosol

Che sia primavera, estate, inverno o autunno, il raffreddore colpisce sempre e quando meno te l’aspetti. Una serata troppo scoperti e la frittata è fatta. Per evitare di passare giorni chiusi in casa con una fornitura di fazzoletti inimitabile, dovresti valutare l’acquisto di un aerosol.

Sì, ha un nome molto strano, ma probabilmente lo conosci già. Infatti, questo dispositivo medico è particolarmente usato con i bambini e i ragazzi per curare malattie respiratorie o per somministrare dei farmaci. Se eravate quelli che si lamentavano dello sciroppo troppo amaro, allora vostra madre vi avrà fatto sicuramente indossare quella maledetta mascherina.

Ma entriamo nel dettaglio: perché comprare un aerosol? Come funziona questo strumento malefico? Quale dei tanti prodotti ti conviene comprare?

Risponderemo a tutte queste domande insieme, ma, se la teoria la conosci già, allora puoi già passare all’acquisto leggendo il nostro ultimo paragrafo e magari qualche guida sui singoli prodotti come quelle che si trovano questo articolo.

aerosol

Perché comprare un aerosol?

Ci sono diversi motivi per cui una persona può decidere che è arrivato il momento di comprare un aerosol. Questi motivi dipendono molto dall’età e dai problemi di salute di ciascuno.

L’aerosol è sostanzialmente un nebulizzatore di acqua o medicinali e il suo principale target di riferimento solo i bambini e gli anziani. Chiaramente la scelta è chiara: entrambi potrebbero avere problemi ad assumere determinati farmaci con la pastiglia o in forma liquida, quindi l’aerosol non può che essere d’aiuto.

Persone di tutte le età, invece, lo utilizzano per curare le malattie respiratorie. Sia quelle delle vie aeree alte, quelle sopra il naso per intenderci, sia quelle delle vie aeree basse, come i polmoni e i bronchi.

Si passa dal semplice raffreddore alle sinusiti e addirittura alle bronchiti. Rispetto a qualsiasi altro metodo di cura, la nebulizzazione dell’aerosol diffonde il farmaco nella maniera migliore possibile per questi canali. Loro, fidatevi, saranno sicuramente contenti.

 

Come funziona l’aerosol?

Come tutte le cose, anche l’aerosol si è evoluto con gli anni e la scienza ci ha regalato diverse tecniche di funzionamento per questo dispositivo, una più efficace dell’altra.

  • L’aerosol più comune è quello a pistoni: anche chiamato pneumatico, è il meno costoso e il più acquistato. In sostanza, un compressore spara dell’aria nell’ampolla con il medicinale; il medicinale viene nebulizzato e, poi, mandato alla mascherina da dove noi lo respiriamo. Semplice!
  • L’aerosol a ultrasuoni: meno ingombrante, più efficiente e più silenzioso. Gli aerosol a ultrasuoni sono stati una grande evoluzione che hanno permesso di creare dispositivi meno grossi, pesanti e spaventosi per i bambini, senza perdere la qualità della nebulizzazione. L’unico neo è che non sono adatti a farmaci oleosi, per esempio quelli cortisonici.
    Il funzionamento vede la soluzione essere disgregata grazie all’energia elettrica che ne muove le particelle, che a loro volta fluiscono nella mascherina.
  • L’aerosol a membrana metallica: ancora poco diffuso in Italia, è un a nuova tecnologia che vede protagonista questa lamella di metallo microperforata che vibra, genera pressione ed è come se ‘grattuggiasse’ il medicinale. Adatta a tutti i tipi di soluzione, è un metodo più silenzioso di quello a pistoni.

Queste sono le tre possibilità che potete trovare sul mercato. I costi variano e sono crescenti a partire dal modello pneumatico fino ad arrivare a quello con la membrana metallica. C’è da dire, però, che, fatte salve le preferenze sul rumore e la velocità, l’aerosol a pistoni rimane ancora il più diffuso dei tre.

Approfondiremo ora i consigli su quale aerosol acquistare tenendo d’occhio tutte le sue caratteristiche e il modo in cui diversi modelli possono incarnarle o meno.

 

Quale aerosol acquistare?

In generale, il primo pensiero da fare prima di comprare un aerosol è: ‘chi lo dovrà utilizzare’? Un adulto o un bambino?

Già la risposta a questa domanda ci indica delle strade ben precise. Un bambino, ad esempio, tendenzialmente non gradisce che gli si nebulizzino delle medicine in bocca e potrebbe risultare riluttante all’utilizzo dell’aerosol.

In questo caso, però, noi possiamo fare la nostra parte: preferiamo un dispositivo a ultrasuoni, che è più veloce e meno rumoroso di quello a pistoni e scegliamo, se possibile, un aerosol con una forma simpatica, curva e colorata, soprattutto se il bimbo in questione è ancora piccolo.

Ridurre al minimo il trauma della prima volta renderà sicuramente tutto più facile.

Ciò detto, ecco le caratteristiche da valutare di un aerosol prima di acquistarlo:

  • Efficacia: ovvero quanto riesce a sminuzzare la soluzione in particelle piccole. La media è quella di 2 micron, ma i modelli migliori arrivano anche a 0.5 micron. Particelle più piccole significano aria meno fastidiosa da respirare durante il trattamento.
  • Velocità: ovvero quanta soluzione nebulizza in un minuto. Anche qui c’è un valore di riferimento ed è 0.3 ml/min. I più veloci arrivano a 0.5 ml/min.
  • Mascherine e boccagli: quante mascherine o boccagli sono presenti nella confezione? Più ce ne sono, più si avrà possibilità di scelta. Per i bimbi è meglio il boccaglio che è meno invadente, ma anche una piccola mascherina funziona benissimo.
  • Materiali: rigorosamente ipoallergenici e testati. Su questo punto non soprassedete perché spesso sono anche indice della durabilità del prodotto.
  • Custodia: elemento imprescindibile se prevedete di portarvi in giro l’aerosol, magari per una vacanza o un giro in montagna. Una custodia compatta, magari anche elegante, ti permetterà di fare il tuo trattamento praticamente ovunque.

Insomma, 5 parametri da tenere d’occhio prima di acquistare il tuo primo aerosol. Come hai notato, non è un dispositivo poi così complicato, né da usare, né da spiegare. Sicuramente, però, vanno adottate delle precauzioni e delle attenzioni in più se chi lo utilizzerà sarà il tuo bambino.

Per consigli precisi sui migliori modelli disponibili oggi sul mercato, ti rimando al link di prima sul sito soloimigliori.it. Lì troverai gli aerosol disponibili su Amazon, pronti ad arrivare a casa tua in un battibaleno.

Nel frattempo, finisci la scorta di fazzoletti. Non ti serviranno più.