Home / Sport e tempo libero / La migliore tastiera musicale del 2018

La migliore tastiera musicale del 2018

Diventare un tastierista non è facile, specie se non si è mai presa una lezione o mai toccato una tastiera se non quella del computer per inviare alcune e-mail e pubblicare le foto del vostro gatto. Se tuttavia adesso intendete iniziare a suonare la tastiera per divertimento, è importante scegliere quella giusta. Per questo motivo nei passi successivi troverete la recensione sulla migliore disponibile sul mercato, ovvero la professionale Yamaha P-115B e su altre due che meritano comunque delle dovute citazioni.

 

Yamaha P-115B: il prodotto migliore e professionale

La leggendaria serie P dei pianoforti digitali Yamaha ha portato con sé una miriade di vantaggi, che hanno reso il prodotto uno dei più venduti di tutti i tempi. Oggi la tastiera Yamaha P-115B ovvero l’ultima nata della suddetta leggendaria serie P, è la più venduta con caratteristiche ancora più intuitive e una qualità del suono davvero molto migliorata.

Si tratta tra l’altro di uno strumento compatto e portatile, che offre l’eccezionale tonalità del pianoforte acustico Yamaha. La tastiera è adatta a tutti, dal principiante al professionista!

 

 Yamaha EZ-220 la tastiera con il miglior rapporto qualità/prezzo

Imparare a suonare una tastiera musicale è ora più facile grazie al modello portatile EZ-220 della Yamaha, che rende l’introduzione al mondo della musica incredibilmente facile.

Adesso che lo strumento Yamaha EZ-220 è disponibile sul mercato, potete finalmente fare il primo passo e lavorare con le dita, dato che è davvero una delle migliori tastiere elettroniche per principianti con 61 tasti, wireless integrato, connessione all’applicazione gratuita Page Turner, 100 set gratuiti di canzoni e molto altro ancora!

 

 Casio Sa-76: una tastiera economica e ben strutturata

Con i suoi 44 tasti, la tastiera musicale Casio Sa-76 offre  agli aspiranti musicisti tutto il necessario per muovere i primi passi. Dotata di 100 toni, 50 ritmi e 10 brani integrati che consentono di variare stili e generi, e con un suono polifonico ad otto voci ed un display a cristalli liquidi, è un ottimo è funzionale strumento che seppur economico offre svariate opportunità di fare pratica.

 

Come scegliere una tastiera musicale

Scegliere una tastiera musicale significa farlo in base al grado di preparazione e alla tipologia di musica che si ama. Da ciò si evince che uno strumento del genere deve essere in grado di fornire il top delle prestazioni per chi è esperto di musica, e nel contempo deve consentire anche ai principianti di ottimizzare il loro tirocinio, in modo che una volta acquisita la praticità necessaria, possano utilizzare i tantissimi dispositivi che questi strumenti digitali contengono.

In pratica acquistare direttamente un modello di tastiera musicale di buon livello, è un ottimo modo per evitare successivamente di cambiarla, e questo vale soprattutto per i principianti che alla fine si ritrovano tra le mani uno strumento ideale per garantire il top anche dopo che sono diventati esperti suonatori di piano.

Qualunque sia il grado di preparazione e le vostre aspirazioni future, ecco comunque una piccola lista di cose da considerare quando si decide di scegliere una tastiera musicale digitale.

 

Le caratteristiche del pianoforte

La prima considerazione da fare quando si deve scegliere una tastiera musicale, consiste nello stabilire se si preferisce il tipico suono del piano acustico o quello degli altri stili musicali. Se l’obiettivo è rivolto proprio verso il primo,  qualunque cosa si stia guardando o pensando, è importante sapere che la maggior parte delle tastiere moderne offrono questa classica tipologia di suono.

Tutto ciò non deve sorprendere poiché anche alcuni organi e sintetizzatori programmabili oggi lo fanno così, come accadeva negli anni settanta con le prime tastiere elettroniche. Premesso ciò, le caratteristiche di base del pianoforte sono un meccanismo di chiavi musicali ben ponderato che deve essere in grado di regalare la vera esperienza di un pianoforte,  oltre ad una tastiera adatta per suonare come un piano classico che deve avere almeno 61 tasti (5 ottave), mentre quello acustico ne ha 88 tasti (poco più di 7 ottave).

Per le lezioni ai principianti in genere i maestri di musica consentono solo tre ottave, ma è sottointeso che man mano che si progredisce si può andare molto più avanti, e se l’allievo è bravo si raggiunge lo scopo anche in pochissimo tempo.

 

La possibilità di variare i suoni

Una tastiera musicale per essere definita completa e soprattutto funzionale, deve avere almeno un pedale per aiutarvi a sostenere le note. Questa funzione in gergo viene chiamata pedale damper su un pianoforte acustico, ma su uno digitale può essere definito un pedale sustain o solo uno di tipo momentaneo, e ciò può variare in base al modello.

In genere alcuni brand lo propongono di serie, mentre altri invece lo considerano un accessorio opzionale e quindi lo vendono separatamente. Ogni principiante dovrebbe dunque avere a disposizione una tastiera che offre più di un tipo di suono, indipendentemente dal suo gusto musicale o in base ad un determinato obiettivo.

Essere in grado di ascoltare ciò che si suona con toni diversi, è un modo per valutare il grado di esperienza raggiunta e nel contempo serve a rendere l’apprendimento ancora più agevole. Tra gli altri strumenti che consentono ad una tastiera musicale di variare i suoni, è il non dimenticato e caro metronomo.

Questo antichissimo strumento che oggi in una tastiera digitale si definisce un ritmo di batteria, serve per ottimizzare il modo di suonare; infatti, un suono costante del ritmo elettronico tipico proprio del vecchio metronomo con ricarica a molla, serve a mantenerlo solido. Un metronomo classico ovvero quello racchiuso in una scatola di legno e con una chiavetta per ricaricarlo come quella delle vecchie sveglie, è tuttavia un dispositivo ancora molto diffuso specie nei conservatori, dove gli allievi ne fanno un largo uso.

Nelle tastiere musicali moderne, il ritmo del metronomo lo si ottiene con un clic fisso o un segnale acustico, che si imposta in base alla velocità di esecuzione del brano. Inoltre si possono anche utilizzare direttamente i ritmi della batteria incorporati per mantenere non solo stabile il tempo, ma anche per rendere la pratica e le esibizioni più brillanti e divertenti. La funzione metronomo la si può acquistare separatamente, anche se molte tastiere musicali la includono già, e quindi conviene optare proprio per quelle aziende che la propongono di serie.

 

Altri aiuti per lo studio o l’apprendimento

Se avete intenzione di studiare, prendere lezioni o ancora preferite avvalervi di uno strumento che funga da sparring partner, dovreste prendere in considerazione l’acquisto di una tastiera che vanta di serie un dispositivo di registrazione dei brani che eseguite. La funzione potrebbe risultare particolarmente utile per riascoltare di nuovo l’ultimo brano, e correggere il vostro modo di suonare.

Alcune tastiere tra l’altro offrono lezioni o aiutanti incorporati, questi ultimi sottoforma di brani preregistrati che possono essere un ottimo modo per avere a diposizione un insegnante virtuale e molto paziente. Infine, parliamo della presenza del MIDI (l’interfaccia digitale per strumenti musicali) che sulla tastiera consente di collegarla ad un personal computer o ad un tablet, per divertirsi ed imparare meglio le tecniche musicali.

 

I ritmi e le altre funzionalità di accompagnamento

Alcune tastiere possono fornire delle ottime funzionalità che se ben sfruttate, consentono di creare da soli una vera e propria band musicale. Infatti, ad un brano classico suonato con la sola funzione piano, man mano si possono aggiungere la batteria, il basso ed altri fantasiosi accordi.

Sfruttare queste caratteristiche può offrire un suono molto completo senza nemmeno avere una grande tecnica, ed addirittura è possibile organizzare una base musicale per accompagnare una cena tra amici, impostando la tastiera sulla funzione automatica dei brani in essa contenuti di default, facendola cioè funzionare come una sorta di riproduttore audio.

 

Recensione Yamaha P115B

Gli strumenti professionali e di alta qualità, sono da sempre una delle maggiori prerogative del brand Yamaha. Il nuovo modello di tastiera musicale avente la sigla P-115 è in sostanza un aggiornamento del precedente P-105, ed è un vero e proprio pianoforte digitale a 88 tasti e ben strutturato. Inoltre sempre rispetto al modello precedente presenta alcune modifiche in termini di design, e si posiziona ancora più in alto per qualità e caratteristiche di accessibilità, oltre a rappresentare il meglio della continua ricerca di Yamaha per la perfezione e la funzionalità. Il consiglio in merito è dunque di provarlo per verificare la sua pulizia di suono,  e nel contempo apprezzare il suddetto accattivante ed elegante design.

Lo standard di tutti gli strumenti musicali della Yamaha sono i tasti con la cosiddetta azione Graded Hammer. Questi offrono un peso pieno bilanciato sugli stessi tasti che consentono all’utente di avere la sensazione di suonare in un modo decisamente naturale, essendo più pesante verso la parte bassa e più leggera sulle note in alto. La risposta dei tasti è infatti come quella di un pianoforte, e reagisce istantaneamente consentendo l’abilità di un gioco di virtuosistico. L’impostazione standard di pesatura dei tasti, offre tra l’altro anche l’opzione di passare dalla funzione leggera a quella pesante attraverso l’azione graduata della tastiera.

La Yamaha ha anche spostato la posizione del tweeter sulla parte superiore della tastiera, che avendo più spazio consente di ottimizzare il suono. Con la sua polifonia potenziata da 192 note, anche i passaggi virtuosistici più complessi che richiedono il sustain, possono essere eseguiti con la naturale risposta di un pianoforte acustico.

La tastiera è dotata inoltre di una maggiore risposta di risonanza degli smorzatori, che consente di ottenere un suono naturale ancora più fine durante la riproduzione dei toni del pianoforte. Questo è un’altra grande novità rispetto al modello precedente che aveva solo 128 note. La tastiera ha un prezzo alto, ma decisamente ragionevole per ciò che è in grado di offrire, e tra l’altro è ideale da utilizzare come ottimo strumento di insegnamento.

Caratteristiche principali

Vantaggi

  • Raggiunge un’estensione di 7 ottave
  • I tasti sono simili a quelli del piano
  • Può riprodurre 192 brani in polifonia
  • Dispone di un metronomo per il ritmo
  • Funzione di auto-recording per registrarsi
  • Supporta il formato MIDI

 

Svantaggi

  • Pedale scivoloso e piuttosto instabile

 

Recensione Yamaha EZ-220

 La Yamaha EZ-220 è arrivata sul mercato per la gioia dei principianti che finalmente possono fare il primo passo e lavorare con le dita, dato che è davvero una delle migliori tastiere elettroniche per neofiti, con 61 tasti molto sensibili al tocco. Lo strumento propone inoltre un wireless integrato per la connessione gratuita all’applicazione Page Turner, ed offre di default 100 set di canzoni e molto altro. Acquistare questa tastiera portatile con un ottimo rapporto qualità/prezzo, significa anche sfruttare gli accessori di serie come ad esempio il supporto per pianoforte, le cuffie e l’alimentatore. Per quanto riguarda invece la funzionalità, anche l’accensione dei tasti è molto semplice ed intuitiva  perché tutti sono illuminati.

La tastiera musicale Yamaha EZ-220 è facile da usare, e per imparare in fretta basta seguire una canzone tra le 100 incorporate e nel contempo ognuna si può ottimizzare con un ritmo diverso. La sensibilità al tocco di questa tastiera, la rende ancora più divertente per coloro che hanno deciso di acquistarla.

La cosa più sorprendente di questa tastiera musicale riguarda i 392 suoni di cui il software si compone. Suonare il pianoforte può essere frustrante specie quando si sta appena iniziando, quindi le 392 “voci” di archi, chitarre, batteria, pianoforte e altro ancora, aiutano non poco e senza annoiarsi. Inoltre, il display LCD include una guida per la diteggiatura che mostra quali dita utilizzare per premere i tasti illuminati, e questa è una funzione eccellente poiché insegna la tecnica corretta per suonare il piano.

La connettività wireless a varie applicazioni Ipad è probabilmente una delle funzionalità più innovative presenti nella tastiera musicale Yamaha EZ-220, poiché è aggiornata con la tecnologia attuale. In questo caso basta aprire le applicazioni sul proprio iPad, e posizionarlo sul supporto del foglio di musica lasciando poi che faccia tutto da sé. Un’altra funzione speciale che consente di imparare a suonare da soli ed eseguire diversi brani musicali è una guida video denominata Y.E.S. ideale per assumere la massima padronanza della tastiera ed il tutto in pochi e semplici passaggi.

Infine è importante sottolineare che questo multifunzionale modello di tastiera della Yamaha, vanta anche una Porta USB integrata. Si tratta di un accessorio necessario nel mondo moderno dove la connessione è una costante quotidiana. Nello specifico la porta USB consente di collegarsi al proprio computer, in modo da poter utilizzare una varietà di applicazioni musicali o per ottenere degli altri brani che non sono presenti nella lista di default del brand Yamaha.

 

Caratteristiche principali

Vantaggi

  • Raggiunge un’estensione di 5 ottave
  • Vanta alcune funzioni didattiche integrate
  • Consente di scegliere fra 392 strumenti
  • Offre la funzione auto-recording per registrarsi e riascoltarsi

Svantaggi

  • Il caricabatterie non è di serie

 

Recensione Casio SA-76

La tastiera musicale Casio SA-76 si contraddistingue da tante altre per la sua dimensione estremamente ridotta. Questo piccolo pianoforte viene infatti, fornito con solo 44 tasti, che è perfetto per qualsiasi giovane che vuole imparare, e non rimanere confuso dal numero e dalla gamma di tasti. Il piccolo set di chiavi gli consente tra l’altro di concentrarsi esattamente sul punto in cui ha bisogno di mettere le mani, e non lo ostacolano, costringendolo ad esempio come accade in quelle con più tasti ad allungarsi in zone che magari non può raggiungere per le sue dimensioni fisiche.

La tastiera musicale Casio SA-76 viene commercializzata di un bel colore nero, con un lato inferiore marrone che gli conferisce un aspetto davvero gradevole. I due altoparlanti da 1,2 Watt si trovano sulle estremità opposte della scheda, con l’interfaccia di controllo inserita a metà. I produttori di questa mini tastiera della Casio sono riusciti inoltre a montare un buon numero di pulsanti e a controllare l’interfaccia, considerando proprio le piccole dimensioni dello strumento.

Tuttavia ci sono 100 toni, 50 ritmi e 10 brani incorporati praticamente tutti quelli necessari. Gli ingegneri addetti alla progettazione di questo modello sono riusciti anche ad inserire display LCD che seppur con poche opzioni, sicuramente aiuta l’utente a navigare con maggior disinvoltura sulla tastiera. I toni dello strumento sono supportati da una polifonia a 8 note, il che rappresenta una novità per una tastiera digitale di dimensioni ridotte.

A completare la serie di opzioni nella Casio SA-76, ci sono fino a cinquanta ritmi diversi e tutti meravigliosi, nonché ideali per dare ad un giovane musicista un senso del ritmo e della composizione quando suona la propria musica. In merito a ciò ci sono diversi valzer, salse, ballate e tante altre opzioni moderne di ritmo tra cui scegliere.

Oltre a questi ritmi ci sono anche dieci brani di pratica, che il principiante può usare per ascoltare e sapere come deve essere suonato il piano. Questi brani si concentrano su una varietà di stili che rappresentano un ottimo tirocinio per il ragazzo o la ragazza, e ideale quindi per fargli capire come suonare. A margine va sottolineato che il Casio SA-76 ha un proprio sistema Melody Cut Rehearsal, che consiste in una forma di training appositamente progettato pre-caricato ed integrato nella tastiera per aiutare a imparare a suonare con la mano destra.

La maggior parte dei pianisti principianti viene infatti, indotta dai maestri di musica ad imparare a suonare prima con la mano destra e poi con la sinistra, per cui il sistema Melody Cut, consente di iniziare proprio con quella giusta.

Caratteristiche principali

Vantaggi

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Tastiera adatta per i principianti
  • Amplificatori incorporati
  • Software molto semplice da utilizzare

Svantaggi

  • Manca il metronomo