Miglior termometro auricolare del 2020

Veloci, precisi, indolori ed economici: i termometri auricolari sono una perfetta alternativa per misurare la febbre di grandi e piccini, quindi scopriamo insieme quale sia il modello migliore.

  1. Braun IRT6250 ThermoScan 7 Age Precision. Un dispositivo pratico, che può essere usato anche per i neonati grazie al suo avanzato sistema Age Precision.
  2. Braun IRT6020 ThermoScan 5 Age Precision. Un altro gioiellino firmato Braun, adeguatamente veloce e preciso nonostante non sia fra i più recenti rilasciati sul mercato.
  3. Baurer FT 70 Termometro 7 in 1 Parlante. Un dispositivo versatile ma facile da usare, con doppia segnalazione acustica o visiva.

Braun IRT6250 ThermoScan 7 Age Precision

Come la maggior parte dei dispositivi per la misurazione della febbre firmati Braun, anche questo modello di termometro auricolare gode del sistema Age Precision. Si tratta di una tecnologia sviluppata appositamente dai migliori esperti del brand, e che è quindi mirata a tutti i genitori che sono in cerca di uno strumento versatile, ma che abbia al tempo stesso un occhio di riguardo per i pazienti più piccoli.

L’innovativa tecnologia Age Precision permette al dispositivo di calcolare la temperatura corporea del soggetto in base anche alla sua età. Ciò si rivela particolarmente utile soprattutto in caso di bambini, dato che differenti temperature corporee potrebbero richiedere terapie diverse in base alle varie fasce d’età dei più piccoli.

Altro punto a suo favore è la punta riscaldata, perfetta per chi teme il contatto della propria pelle con il metallo freddo. Ancora una volta, questa caratteristica lo rende ideale per i più piccini, rendendo finalmente la misurazione della febbre un’operazione più pratica, più veloce e con meno lacrime.

Se stai cercando il dispositivo perfetto per accompagnare la crescita di tuo figlio e tenere sempre sotto controllo il suo stato di salute, Braun ha definitivamente messo a tua disposizione un termometro auricolare che non teme alcuna concorrenza.

Braun IRT6020 ThermoScan 5 Age Precision

Nella nostra classifica dei migliori termometri auricolari, quest’altro dispositivo firmato Braun si piazza al secondo posto, subito dopo il suo diretto successore. Nonostante non si tratti dell’ultimissimo modello, comunque, questo dispositivo non teme assolutamente la concorrenza.

Grazie alla sua tecnologia ad infrarossi, permette di registrare una misurazione veloce e sempre molto precisa. La sua forza sta nell’energia infrarossa, che riesce a reagire in modo eccellente con il calore corporeo concentro nell’area del timpano del nostro orecchio. Il risultato è una misurazione molto fedele e precisa, che non richiede diversi tentativi.

La velocità della misurazione lo rende un buon dispositivo per controllare la febbre anche dei bambini più impaziente. Il vero punto a suo favore resta comunque il suo prezzo molto contenuto, che lo rende accessibile a tutti i portafogli e a tutte le esigenze.

Nel complesso è quindi un termometro auricolare molto veloce e discreto, adatto ad ogni fascia d’età, ottimo per chi non se la sente di investire in un modello più recente ma anche più costoso. Braun ci dimostra quindi l’importanza di investire in una tecnologia che non diventi facilmente obsoleta, e che accompagni le varie fasi d’età dei nostri bambini, e di tutti i pazienti in generale, senza mai alcuna lacuna nella precisione delle rilevazioni.

Beurer FT 70 Termometro 7 in 1 Parlante

Dal 1919, Beurer offre soluzioni tecnologiche per la nostra casa, ma anche e soprattutto per la cura della persona. Non stupisce quindi che nel vasto catalogo dell’azienda figurino diversi modelli di termometri digitali e non solo, nonostante sia questo dispositivo 7 in 1 a farsi notare fin da subito.

Questo dispositivo firmato Beurer è un termometro auricolare che ha già attratto l’attenzione di molti consumatori, per via della sua versatilità, che lo rende al pari di un modello professionale. Il tutto, però, ad un prezzo contenuto, ed accessibile anche da noi utenti non professionisti, che ci aspettiamo però solo la qualità migliore per controllare lo stato di salute dei nostri cari.

Questo termometro è infatti in grado non solo di rivelare la temperatura corporea attraverso il calore emesso dalla zona del timpano, ma anche sulla fronte. Tuttavia, le sorprese non sono finite. Il termometro auricolare Baurer, infatti, è ottimo anche per misurare la temperatura di ambienti, liquidi e altre superfici di ogni genere.

Una volta ottenuta la misurazione, essa viene comunicata in modo veloce e intuitivo attraverso una doppia modalità di sistemazione, che combina il segnale acustico a quello visivo. Il led presente sullo schermo, infatti, si accende per indicare temperature più alte del solito.

Il display, largo e ben leggibile, presenta sei lingue diverse e il volume è completamente regolabile in base alle tue esigenze. In ogni caso, il segnale acustico o parlante può essere disattivato per un uso notturno. Il dispositivo è dotato di pratiche batterie per un funzionamento autonomo, ed è molto facile sostituirle all’occorrenza. Disattivare i segnali acustici è comunque un buon modo per ottimizzare la vita media della batteria.

Finalmente un dispositivo eccellente, disponibile però ad un prezzo tutto sommato contenuto. Non teme la concorrenza nemmeno di altri brand più blasonati, proprio perché fra i suoi punti di forza vi è una tecnologia innovativa, pronta ad aiutarci a prenderci cura dei nostri cari, grandi e piccini.

Guida all’acquisto

Il termometro auricolare è per molti l’anello di giuntura fra i modelli in vetro, più tradizionali e più delicati, e quelli digitali o ad infrarossi, che presentano una tecnologia avanzata. I termometri auricolari sono un’ottima via di mezzo, poiché vengono venduti ad un prezzo accessibile a tutti, e sono stati studiati appositamente per la misurazione auricolare, che è quella consigliata dai medici in molti casi.

Ci sono diverse variabili da considerare prima di acquistare un termometro auricolare. Sicuramente le preferenze personali hanno un certo peso sulla decisione finale, ma ci sono anche aspetti oggettivi da non trascurare.

Innanzitutto il prezzo, che può variare in base alla tecnologia sfruttata dal termometro auricolare, e dalle varie funzioni a tua disposizione. Per esempio molti modelli dispongono di un vero e proprio sistema di memoria, che salvale ultime registrazioni e aiuta quindi a tenere traccia del decorso della malattia.

Un elemento da non sottovalutare è che la misurazione auricolare può essere compromessa da alcuni fattori, come tappi di cerume o infiammazioni all’orecchio. Ecco perché in alcuni casi potrebbero essere necessarie più misurazioni per ottenere una stima valida della temperatura corporea del paziente.

Domande frequenti

Perché scegliere un termometro auricolare?

Il termometro auricolare è un dispositivo che si rivela una scelta quasi obbligata per molti genitori, che hanno bisogno di uno strumento per controllare le condizioni di salute dei propri piccoli.

Si tratta infatti di dispositivi di nuova generazione, che permettono di accedere ad una misurazione dei dati veloce e pratica. Altri punti a loro favore sono la semplicità d’utilizzo e il metodo di funzionamento assolutamente non invasivo. Essi, infatti, rilevano semplicemente la temperatura corporea di grandi e piccini attraverso il calore emesso dalla membrana vicino al nostro timpano.

Data la velocità del funzionamento, un termometro auricolare può essere usato anche mentre il bambino dorme, senza quindi il bisogno di svegliarlo. Grazie alla presenza di ampi display digitali, questi dispositivi forniscono sempre una misurazione chiara e pratica da leggere. Servendosi poi dei beccucci per coprire la sonda, puoi utilizzare in tutta sicurezza il tuo termometro auricolare preservando anche l’igiene dei pazienti.

Insomma, una scelta perfetta anche per chi ha più di un bambino. Del resto, come ben sanno tutti i genitori, i bimbi tendono ad ammalarsi contemporaneamente, mettendo a dura prova la pazienza dei più grandi!

Come funziona la misurazione auricolare?

La misurazione timpanica, conosciuta più comunemente come misurazione auricolare, viene affidata ad un dispositivo ad infrarossi. Questi termometri vanno posti all’interno dell’orecchio del paziente, poiché sfruttano il calore corporeo emesso dalla membrana vicino all’orecchio.

Va ricordato che un tappo di cerume o un’infiammazione alle orecchie potrebbero alterare il risultato ottenuto. È quindi consigliabile ripetere le misurazioni se non si è sicuri del dato riportato sul dispositivo.

Ricorda di pulire accuratamente le orecchie sia del grande che dei più piccini. Non servirti di un cotton fioc, poiché potrebbe essere pericoloso o doloroso. In farmacia puoi trovare diverse alternative più sicure e facili da usare, oltre che più igieniche ed adatte anche ai bambini.

Come si usa un termometro auricolare?

Quando utilizzi un termometro auricolare, soprattutto con i bambini, cerca di tirare delicatamente verso di te l’orecchio mentre poggi l’estremità del disposto. Evita assolutamente di spingere troppo o di usare molta forza. Il termometro deve toccare la membrana intorno al timpano, e non il timpano stesso.

Questa operazione non deve essere dolorosa né invasiva. Se ti sembra di star sbagliando qualcosa, puoi chiedere al tuo pediatra di fiducia di mostrarti come procedere. Le orecchie dei bambini sono infatti molto delicate, ed è essenziale utilizzare con cura ogni termometro, persino quelli ideati proprio come strumenti per la prima infanzia.

La maggior parte dei termometri auricolari si servono di un segnale acustico che annuncia l’avvenuta registrazione della temperatura. Sarà quindi il momento di estrarre il termometro, sempre con delicatezza e senza scuoterlo troppo, per evitare di alternarne i dati raccolti.

I termometri auricolari sono adatti ai bambini?

I pediatri e vari studi clinici tengono a sottolineare come questa tipologia di misurazione non sia adatta ai bambini di età inferiore ai 3 anni. Basta infatti una leggera infiammazione all’orecchio per falsare o alterare la misurazione della temperatura. Si tratta quindi di una questione pratica, che si collega anche alla delicatezza richiesta per posizionare in modo corretto questi dispositivi all’interno del nostro padiglione auricolare. La punta del termometro dovrebbe infatti toccare la membrana intorno al timpano, e non il timpano stesso.

Tuttavia, i termometri auricolari non presentano alcun rischio per i più piccini, e sono anzi i preferiti di molti genitori poiché offrono un metodo veloce e abbastanza preciso per tenere sotto controllo la febbre dei bambini. Si tratta infatti di un metodo molto veloce, che grazie all’energia infrarossa richiede il minimo se non nullo contatto fisico, e in molti casi può essere effettuata anche durante la notte, quando il bimbo dorme e non sia accorge perciò di nulla.

Come migliorare la qualità delle misurazioni di un termometro auricolare?

Come abbiamo più volte ribadito, le misurazioni ottenute con un termometro auricolare possono essere soggette a variazioni in caso di presenza di cerume o infiammazioni del timpano. Queste ultime sono spesso asintomatiche, quindi il paziente potrebbe soffrirne senza essere consapevole. Se hai dubbi a riguardo, puoi provare a ripetere più volte la misurazione, così da valutare e analizzare ogni variazione della temperatura.

Tuttavia, una delle accortezze principali da seguire quando si usano questi dispositivi è pulire bene l’interno dell’orecchio. Ciò non solo eviterà che il cerume comprometta la misurazione, ma renderà l’operazione sicuramente più igienica, prevenendo la diffusione di batteri. Non dimenticare di disinfettare anche la punta del termometro. Puoi utilizzare qualsiasi disinfettare a tua disposizione, o consultare le istruzioni del dispositivo che hai scelto, per assicurarti che non siano richiesti prodotti particolari.

Come usare un termometro auricolare in totale sicurezza?

La maggior parte dei modelli di termometro auricolare attualmente in commercio è provvista di beccucci di sicurezza, da applicare sulla sonda prima dell’utilizzo. Ciò eviterà che la sonda vada a contatto con la pelle, rendendo l’operazione più pulita. I beccucci sono spesso presenti in dotazione con i vari modelli di termometri disponibili in commercio. Tuttavia, puoi sempre comprarli in un secondo momento, scegliendone anche di universali e che si adattino quindi anche a dispositivi diversi.

Puoi inoltre tutelarti maggiormente disinfettando il sensore e la sonda del termometro prima di portarli a contatto con le orecchie, soprattutto quelle dei bambini che sono molto più delicate di quelle di noi adulti. Va comunque ricordato che l’orecchio non presenta mucose che possano portare alla proliferazione di batteria. È quindi sufficiente pulire eventuali residui di cerume.

Nel caso dei bambini, evita l’uso dei cotton fioc e prediligi dei prodotti più delicati e meno invasivi, che puoi trovare in qualsiasi farmacia o negozio online di articoli per la cura personale. Se hai bisogno di consigli più specifici e mirati a riguardo, la cosa migliore da fare è rivolgersi al proprio pediatra di fiducia.

Quali sono i vantaggi della misurazione auricolare?

Diversi studi clinici o proposti dai pediatri più importanti di Italia e non solo, hanno evidenziato i benefici della misurazione auricolare. Essa si rivela molto efficace soprattutto nel caso dei bambini. Sono tuttavia molti i pazienti che ne possono trarre beneficio, in primis perché questa metodologia rimuove il disagio della misurazione rettale.

Tra i diversi vantaggi evidenziati dagli studi del settore, i più importanti per la salute ed il benessere dei pazienti di ogni età sono i seguenti:

  • L’orecchio è una zona molto strategica. Esso infatti riflette la temperatura interna del nostro corpo prima che essa possa essere rilevabile con altrettanta precisione in altri parti del nostro corpo. Ciò è importante soprattutto in pazienti soggetti a cambi repentini, magari dovuti all’ambiente esterno. Questi dettagli sono stati confermati più volte anche su studi compiuti su bambini piccoli e neonati.
  • La temperatura rilevata in altre zone del corpo, come ad esempio le ascelle, è spesso quella cutanea e superficiale. Ciò significa che qualunque valore, per quanto preciso, potrebbe non riflette esattamente la temperatura interna del nostro corpo. Se hai bisogno di conoscere la temperatura corporea per motivi che esulino la febbre, questo è un fattore non trascurare.
  • L’assunzione di cibo e bevande, soprattutto se molto fredde o particolarmente calde, possono alterare la temperatura registrata da un termometro orale. Ciò non accade con le nostre orecchie, che sono meno soggette a stimoli esterni e ai cambi di temperatura più o meno repentini dell’ambiente che ci circonda.
  • È facile posizionare il termometro in maniera non corretta per la misurazione rettale o orale. Si tratta invece di una operazione molto più facile quando si utilizza un termometro auricolare, al punto che puoi misurare la tua stessa temperatura da solo, anche senza l’ausilio di uno specchio, ed in pochi secondi.
  • Il termometro auricolare è di gran lunga più igienico di tante altre alternative. Esso infatti non va a contatto con nessuna membrana mucosa, perciò vi è un rischio minore di contaminazione, ed è più facile disinfettare la sonda prima e dopo ogni misurazione. Se disponibili per il tuo modello di termometro auricolare, cerca di usare dei copri sonda puliti ad ogni misurazione, e di acquistarne spesso di nuovi.
  • La maggior parte dei modelli di termometri auricolari ora disponibili in commercio è completamente silenziosa. Ciò significa che puoi misurare la temperatura dei tuoi bambini mentre essi dormono, senza la necessità di svegliarli. Un vero e proprio toccasana per molti genitori!
  • Il termometro auricolare offre un comfort senza precedenti per grandi e piccini, ed è anche il più indicato per frequenti misurazioni. Queste sono importanti per i pazienti che hanno bisogno di monitorare costantemente l’andamento della loro febbre, procedendo a rilevazioni diverse anche più volte nell’arco della stessa giornata.