Miglior macchina del pane silvercrest del 2021

Ecco la classifica dei migliori prodotti della categoria Macchina Del Pane Silvercrest:

Moulinex OW210130 Pain Doré Macchina per il Pane: è il più venduto, la valutazione media è 4,6 con 10 recensioni

Princess 152007 – Macchina per il pane Deluxe: seconda posizione per questo prodotto, la valutazione media è 3,9 con 20 recensioni

Ariete Panexpress 750 Macchina del Pane Fatto in Casa: terza posizione per questo prodotto, la valutazione media è 4,4 con 10 recensioni
OffertaBestseller No. 1
Moulinex OW210130 Pain Doré Macchina per il Pane, Capacità 1 kg, 12 Programmi Automatici
10 Recensioni
Moulinex OW210130 Pain Doré Macchina per il Pane, Capacità 1 kg, 12 Programmi Automatici
  • Macchina per il pane con potenza di 650 w
  • Capacità di 1000g
  • 12 programmi automatici
  • 3 livelli di doratura
  • Pannello di controllo con display LCD

Recensioni

Il pane fresco non ha paragoni
Acquistato questa macchina per il pane che era in offerta a 60 €, e non ho esitato ad acquistarla. Arrivata in un giorno e cime un bambino impaziente ,ho subito provato a fare il pane. La macchina del pane si presenta ben compatta e solida, ha 12 funzioni che non ho provato a farle tutte ma mi sono limitato a usare fin adesso silo le due funzioni principali programma 1 e 2 , inserendo gli ingredienti nel giusto ordine cioè prima i liquidi e poi le farine ,il sale da un lato e il lievito dall'altro, ci ha messo circa tre ore per sfornare il pane, io ho usato un mix di farine di grano duro e farina 00 di grano tenero avendo così ottenuto un pane rustico ma morbido, però ci sono tantissime ricette da provare, io che sono del mestiere facendo il cuoco e il pizzaiolo non ho avuto problemi, usando le mie di ricette, e mi don trovato benissimo. Il punto forte di questa macchina del pane e che si può programmare l'orario in modo da preparare tutti gli ingredienti la sera per poi avere il pane appena fatto la mattina o in qualunque orario lo si voglia, insomma avere sempre il pane fresco in casa è un privilegio da condividere con famiglia o con amici per un pranzo domenicale e fare una bella figura, ho provato a fare anche il pane dolce con gocce di cioccolata, però bisogna stare pronti a inserire le gocce di cioccolata in quanto bisogna aspettare un segnale acustico che indica il momento da incorporare la cioccolata che è di circa 15 min dal momenti della messa in funzione, sinceramente non l'ha uso tutti i giorni, per motivi di lavoro e perché pranzo fuori, ma quando sono a casa è sempre pronta a rendermi un piacere che solo il pane appena sfornato riesce a darmi, Buona vita a tutti
Una buona macchina con alcuni limiti: suggerimenti per i neofiti!
AGGIORNAMENTO CONSIGLI UTILI: Nell'ottica di fornire sempre nuovi consigli utili ai neofiti, vi aggiorno con una foto dei prodotti che sono utilissimi per le ricette della panificazione e per fare lo yogurt, e con alcuni collage di foto ricette provate recentemente. Non cambio la valutazione perché i problemi e le perplessità riscontrate nella precedente recensione permangono ancora tutti: in sostanza per fare panificazioni soddisfacenti, tocca provare e riprovare per prendere la mano. Mulinex avrebbe potuto fare un prodotto più utile dando la possibilità di maggiori personalizzazioni sulle tempistiche della panificazione, e sicuramente sarebbe stato apprezzato anche un ricettario più affidabile di quello che allegano. 1 👉 Lievito Royal (acquistato su Amazon) risulta utilissimo per fare sfoglie sottili (tipo pasta sfoglia per torte salate). Da qualche mese lo utilizzo anche per fare cracker che non necessitano di una lievitazione intensa. Tra l'altro, ultimamente ho fatto degli impasti davvero eccezionali usando quantità solite di farine mixate ma con meno acqua. (circa 320 gr. di farina con 250 ccl di acqua). 2 👉 Latte condensato Sveltesse Nestlé in polvere (che ho comprato su Amazon) risulta indispensabile per fare impasti sottili, ben cotti ma morbidissimi. Sono sufficienti 2 cucchiai per circa 300 gr. di farine da aggiungere assieme nella macchina. Una "mano santa" per fare impasti davvero ottimali. 3 👉 yogurt greco, al posto di quello normale per la preparazione degli yogurt. Uso il programma 18 portando la tempistica fino a 11 ore. Risulta un preparato molto compatto che secondo me va benissimo anche per fare i formaggi (non ho ancora provato a farli). Quello che adopero è un comunissimo vasetto di yougurt greco naturale (non di marca), con leggera dolcificazione. Forse per fare il formaggio servirà ancora aggiungere un pochino di zucchero (e alla fine dovrete regolare di sale), di sicuro ha il grosso vantaggio di essere di consistenza ottimale per fare qualunque tipo di ricetta casereccia vogliate provare. Sinceramente io ridurrei anche i dosaggi di succo di limone. Un cucchiaino basta e avanza, di più renderebbe il composto troppo acido. Mi rendo conto di aver scritto una recensione infinita, e vi chiedo scusa, ma credo che ci siano punti da chiarire indispensabili per chi deve fare un acquisto di questo genere. Meglio essere esaustivi dal principio! §§§ §§§ §§§ §§§ §§§ §§§ §§§ §§§ §§ L'ho comprata a gennaio 2019 e per alcuni mesi mi ha fatto letteralmente dannare! Mi sembrava di seguire tutte le indicazioni fornite dai vari ricettari che avevo consultato, ma in ogni caso non c'era verso che mi riuscisse di fare un pane soffice e buono! Sapevo di dover pazientare e avevo ben presente il mio obiettivo: continuare a provare e riprovare perché, se già in Italia è difficile trovare prodotti senza glutine, qui in Spagna la ricerca è quasi impossibile! Il pane, la pizza si trovano solo nei supermercati e sono perlopiù prodotti industriali strapieni di ingredienti chimici, le cui liste complete sembrano dei bugiardini da farmaco 🙄 e, sinceramente fa quasi ribrezzo a guardarle! Quindi, o mi armavo di santa pazienza, o potevo dire addio alla dieta mediterranea Made in Italy a cui ero abituata da sempre! In questa recensione vi darò alcuni trucchi utili imparati con l'ausilio di un bravo pizzaiolo, che mi ha indicato come impostare la macchina e cosa fare all'avvio. Se partite bene con quello, poi il più è fatto. Ora a distanza di quasi due anni di utilizzo, e dopo averne fatti molti (da quasi un anno e mezzo), senza più sbagliare un colpo, posso dire di ritenermi soddisfatta di questo acquisto. Però ad onor del vero io non ho MAI adoperato la macchina per fare un ciclo completo di panificazione. Mi sono sempre fermata alla fine della lievitazione e ho SEMPRE continuato con una cottura nel mio forno elettrico. E ammetto che ho sempre evitato di arrivare a fine programma, proprio per i LIMITI oggettivi della macchina stessa. Quindi, se voi non doveste avere un forno elettrico, e non foste in grado di fare da soli (perché siete a digiuno delle tecniche di panificazione), il mio consiglio spassionato sarebbe quello di suggerirvi di cercare un altro tipo di macchina che abbia dei requisiti diversi da questa. Indubbiamente può essere utile per preparare tanti prodotti in casa (es. yogurt, formaggi, marmellate, pudding ecc.), ma ci sono anche un po' di però, e va detto che probabilmente che chi l'acquista pur essendo a digiuno delle tecniche di panificazione, dovrebbe evitare di farsi influenzare da pubblicità fasulle e dai consigli di chi la fa eccessivamente facile, facendoti credere che si ottengano ottimi risultati fin dalla prima volta, quasi senza far niente. La realtà è un po' diversa. Nulla di insormontabile, ma occorre far chiarezza da subito: ci provo, ok? 😊👍 👉Comincio con lo sfatare alcuni FALSI miti: la macchina non è assimilabile ad un robot da cucina che riesce ad elaborare - in modo ottimale - un prodotto senza la vostra supervisione. In particolare con i programmi di panificazione, occorre controllare, passo dopo passo, la sua lavorazione fermandola, e qualche volta, rifare il riavvio se i risultati ottenuti non sono i migliori. Quindi dimenticatevi le pubblicità ingannevoli, che vi invogliavano ad acquistarla facendovi credere di potervi alzare al mattina con il profumo del buon pane fresco appena fatto, da una macchina che lavorava di notte, mentre voi dormivate! Generalmente NON È COSÌ CHE FUNZIONA, sicuramente non succede con gli inesperti alle prime armi! All'atto pratico è una macchina che ha molti limiti (due fondamentali: un ricettario quasi inutilizzabile per la panificazione e le tempistiche che sono ridicole), ma va molto meglio nei programmi che riguardano le altre lavorazioni. Indubbiamente è utilissima per chi fa il pane abitualmente e conosce tutti i segreti per raggiungere i migliori risultati. La maggior parte di questi scrive anche recensioni striminzite in cui elogia la macchina senza spiegare un granché di come la utilizzano. Ripeto, non demoralizzatevi, ma se non avete le basi della panificazione, dovete partire dall'ABC e armarvi di santa pazienza, riprovando fino a quando non otterrete i risultati ottimali per voi. Anche per me non è stato né immediato (i primi successi sono arrivati dopo circa 6 mesi), né semplice, ma frutto costante di esperimenti che talvolta, hanno avuto risultati talmente negativi da demoralizzarmi! Indubbiamente anche il discorso del "senza glutine" ha ingigantito i problemi iniziali. Perché il procedimento è più complicato rispetto al pane con farine di grano. Soprattutto il dosaggio dei liquidi necessita di una maggiore quantità. Tenetelo a mente, le farine normali sono più facili da lavorare di quelle senza glutine. Ma le basi di lavorazione sono analoghe. 👉Primo passaggio fondamentale: entrare nell'ottica di dover modificare le tempistiche di lavorazione, che sono del tutto insufficienti al raggiungimento dei risultati ottimali! Del resto, avete mai sentito dire che un panettiere prepara il pane in poco meno di tre ore - lievitazione compresa?! Io no, ma occorre farlo, perché non c'è nemmeno un programma di panificazione che dedichi a quella fase fondamentale tempistiche superiori ai 40 minuti. Quindi, se fate fare il lavoro solo a lei, lavandovene le mani, i risultati SARANNO OVVIAMENTE molto insoddisfacenti: succede che il pane lievitato poco, rimane stagno e cuoce male. In sostanza è del tutto immangiabile! 👉Quindi il primo trucco che ho messo in pratica è stato quello di far proseguire il processo di lievitazione per almeno 3 ore a fine programma, nel calduccio della macchina spenta. 👉 Dopodiché proseguo lavorandolo a mano per renderlo più omogeneo e della giusta consistenza, prima di depositarlo in un contenitore di plastica coperto, per lasciarlo lievitare ancora alcune ore in ambiente temperato. 👉Il programma che uso è quello per la preparazione della pizza nr. 11. L'unico che si ferma a lievitazione terminata, ma io ho sempre l'accortezza di mettermi un orologino che mi avvisi un paio di minuti prima della fine programma di fermarla, per evitare che la macchina faccia un ulteriore giro di impasto, che dopo appena 40 minuti dall'inizio della lievitazione sarebbe deleterio al suo raggiungimento ottimale. TRUCCHI DA IMPARARE: 👉La macchina lavora benissimo con quantità modeste di ingredienti. Al massimo metto 350 gr. di farine (pesandole su bilancia ma non sono così fiscale fino al milligrammo), più che altro è un peso a spanne, sapendo che devo aggiungere quasi la stessa quantità di acqua pari al peso delle farine mixate fra loro. RIPETO: vale per il discorso senza glutine, ma non credo che serva la stessa regola con il dosaggio liquidi anche per farine normali. 👉Inizialmente all'avvio ci sono solo ca. metà dell'acqua intiepidita, 2 cucchiaini scarsi di sale, 3 cucchiai di olio extrav. e una punta di cucchiaino di zucchero (quest'ultimo solo quando voglio dare un pochino di crosta, altrimenti evito di metterlo). 👉Quando i liquidi sono sufficientemente amalgamati fra loro, comincio ad inserire a cucchiaiate metà della farina - alla quale avrò aggiunto un paio di milligrammi di bicarbonato - avendo l'accortezza di coprire completamente tutto il liquido inserito precedentemente. A quel punto entra in gioco il lievito di birra fresco, che spezzetterò facendo delle piccole palline che spalmo sopra tutta la farina. Non metto mai un panetto intero, di solito per le mie quantità di lavorato ne basta 1/3. 👉Dopodiché proseguo ad inserire la rimanente e ad aggiungere altra acqua poco alla volta (facendo in modo che l'impasto sia umido e compatto, ma non eccessivamente bagnato), rimestando per qualche minuto con un cucchiaio di legno per amalgamare completamente tutti gli ingredienti. (allego video che ho girato verso la fine della fase di impasto per farvi vedere la consistenza ottimale che dovrete ottenere, ossia un impasto morbido, ma non liquido). 👉Ho allegato foto di crackers, focacce e pizze, che in casa mia vanno alla grande e che con queste modalità vengono benissimo. Ma ovviamente si possono fare anche tutti i formati di pane che vogliamo! E poi serve forza nelle braccia a suon di mattarello per spianarli, e trovare il giusto spessore per ogni lavorato che vogliamo produrre. Io li stendo sulla grata forno che preparo con carta apposita e poi li scaldo con temperature fra i 180° e i 200° 👍😋 Proseguendo nell'analisi dei programmi, con le due ricette degli yogurt si va sul sicuro, perché vengono benissimo e ogni volta ottengo risultati incredibili semplicemente aggiungendo degli altri ingredienti che lo rendono decisamente appetitoso. 👉Frutta fresca di stagione (quello al mango è molto delicato ma delizioso) o liofilizzata, batido alla fragola o alla vaniglia, gusto stracciatella con cioccolato frullato. Strepitoso quello con aggiunta di Nesquik, che dà un ottimo sapore con un solo cucchiaio di prodotto, e con una spesa irrisoria. Ai golosi di cioccolato piacerà molto, ma basta mettere in campo la fantasia, per avere dei risultati davvero sorprendenti. Ogni volta cambio e mi sbizzarrisco per inventare sempre nuove ricette con poca spesa. 👉Da mesi sto preparando anche le marmellate con ottimi risultati seguendo le indicazioni da programma apposito. Unica accortezza che vi suggerisco è quella di pulirla (immediatamente dopo la fine programma, mentre sta cominciando a raffreddarsi) , meticolosamente nella zona interna delle resistenze, per togliere gli eventuali residui di cibo schizzati fuori dal vano interno. 👉Dopo vari tentativi infruttuosi , sono riuscita a fare anche il formaggio, ma per averne uno decente, è stato necessaro modificare le quantità, perché il contenitore interno è molto piccolo e obbligatoriamente deve contenere entro gli 800/900 cl., mentre la ricetta parla di 1,5 litri. 👉Reputo che 200 ml. di latte sia la dose migliore per averne uno di giusta consistenza. Anche perché aggiungendo un vasetto di yogurt avreste comunque un prodotto di ca. 400 gr. (grosso modo). Ammetto che con lo yogurt greco non l'ho ancora fatto. Ma visto che mettendo lo yogurt normale mi veniva un prodotto molto liquido, penso che con l'altra tipologia si possa evitare questo inconveniente. La tempistica del programma per fare il formaggio è molto breve (con temperatura molto più alta di quella per gli yogurt), bisogna capire se basta quello per averne uno che assomigli ai formaggi spalmabili che tutti conosciamo. Devo ancora sperimentarlo, nel caso trovassi la soluzione adeguata vi aggiornerò nuovamente. 👉 Se volete provare anche voi vi suggerisco di aggiungete un cucchiaino di zucchero nella macchina perché senza sarebbe molto acido. Regolerete di sale alla fine, quando inserirete gli ingredienti per dargli sapore. In sostanza però tenete a mente che ci sono soprattutto 2 "ingredienti" indispensabili per lavorare bene con questa macchina: PAZIENZA e TANTA BUONA VOLONTÀ! E, prima o poi, i risultati arriveranno... 😄
Molto soddisfatta
Occupa poco spazio. Perfetta lievitazione. 20 programmi. I dolci vengono molto buoni, il pane con crosta croccante e parecchia mollica si mantiene bene anche il giorno dopo. Sono molto soddisfatta. L'impasto per la pizza é perfetto. Si consiglia per la cottura sempre il livello basso di doratura. La consiglio. Non é rumorosa e impasta perfettamente. Se si vuole trovare un difetto l'unica pecca é il fatto che rimane un pó di impasto sui lati interni mentre gira per impastare, ma si puó ovviare a tale mancanza agendo con un mestolo per incorporare ció che rimane attaccato ai lati del cestello. La ricetta, sia per il pane che per la pizza, che adopero con successo é questa: 500 gr di farina, 250 ml di acqua, 2 cucchiai di olio, un cucchiaino di zucchero, un cucchiaino di sale e 12 gr di lievito di birra fresco. Il programma per il pane é il 6 o il 5 quando si ha poco tempo e per l'impasto per la pizza l'11. Meraviglioso il fatto che ci sia la possibilità di avere il pane o i dolci pronti per l'orario che viene da noi stabilito.

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 2
Princess 152007 – Macchina per il pane Deluxe, 500 watt – Programma senza glutine
20 Recensioni
Princess 152007 – Macchina per il pane Deluxe, 500 watt – Programma senza glutine
  • Capacità flessibile da 500 a 750 grammi per 8-12 fette di pane
  • 19 programmi di cottura preimpostati, incluso un programma per pane senza glutine
  • Timer digitale e funzione di mantenimento in caldo per pane fresco e come appena sfornato
  • Dimensioni compatte e facile da riporre grazie alla leva
  • Elegante corpo in acciaio inox

Recensioni

macchna pane
Buona macchina buono qualità prezzo
Macchina per il pane.
Ottima macchina per il pane e altro. Bella nel vedersi e molto funzionale
Carina..
Pensavo in qualcosa di migliore visto il suo prezzo,ma alla fine fa il suo lavoro...Ottimo il suo confezionamento e i tempi di consegna...Inclusi 3 oggetti..Manca però qualcosa di fondamentale,ovvero il ricettario...

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 3
Ariete Panexpress 750 Macchina del Pane Fatto in Casa, 19 Programmi, capacità 500 g, Acciaio Inox, Bianco
10 Recensioni
Ariete Panexpress 750 Macchina del Pane Fatto in Casa, 19 Programmi, capacità 500 g, Acciaio Inox, Bianco
  • Impasta, lievita e cuoce: nella macchina per il pane fatto in casa puoi scegliere gli ingredienti che preferisci e prepara pane integrale, pane senza glutine, pasta per pizza e dolci
  • Macchina per pane senza glutine: è ideale per gli intolleranti al glutine, perché potrai sostituire in qualsiasi preparazione la farina con glutine con quella di riso, di mais o che più preferisci
  • 19 programmi preimpostati: puoi scegliere tra 19 diversi programmi per panificare quello che più ti piace, come pane, pizza, dolci, ma anche yogurt e marmellata
  • 3 gradi di cottura: puoi scegliere tra 3 diversi gradi di doratura per cuocere a puntino il tuo pane fatto in casa e farlo proprio come piace a te
  • Partenza programmata fino a 15 ore: con la macchina del pane potrai panificare in qualsiasi momento, grazie alla partenza programmata fino a 15 ore in ritardo, per avere il pane fresco quando vuoi tu

Recensioni

Un gioiellino
la macchina per il pane più piccola in commercio, completa, con un sacco di programmi, ideale per una/ due persone, fa anche solo impasti. lavora meglio con impasto da 500 grammi rispetto al quello da 750, specie in cottura, ma basta dare doratura livello 3 e viene comunque ben cotto. LA ricomprerei di sicuro, consuma poco, è bella da vedere, PICCOLA, fa un pane buonissimo e ben lievitato. rapporto qualità prezzo insuperabile!
Pane pazzesco!!!!!
Acquistata ad un prezzo molto vantaggioso su Amazon warehouse deals, ricevuta il giorno dopo, usata stasera per la prima pagnotta di 500 grammi, programma lungo pane francese: buonissimo, croccantissimo, lievitato alla perfezione e cotto a puntino. Noi siamo in tre ... e l'abbiamo mangiato tutto, per una famiglia con più di quattro persone forse è meglio scegliere un modello che ne sforna un quantitativo maggiore. La macchina del pane è semplicissima da usare, abbastanza silenziosa, piccina, compatta ma lavora proprio bene. Sono molto soddisfatta e ne consiglio assolutamente l'acquisto. Buona serata!
Silenziosa e poco ingombrante ma... Occorre modifica... Gioiellino.
Premetto che a me il pane a cassetta non piace particolarmente, ma questa macchinetta l'ho presa per impastare in quanto risulta più efficace di una planetaria ed inoltre è meno ingombrante. Comunque l'ho utilizzata più volte per fare il pane con farine diverse e ho riscontrato dei problemi a riguardo le dosi del Levito e l'estrazione del pane alla fine della cottura. Mi sento pertanto di dare il mio piccolo contributo relativo alla mia esperienza e per quanto riguarda la lievitazione vi consiglio di utilizzare non più di mezza bustina o addirittura un terzo per evitare che l'eccessiva lievitazione porti l'impasto a crescere così tanto prima che inizi la cottura da arrivare all oblò e pertanto vi ritroverete poi ad avere il pane crudo e bagnato in cima perché il calore non riuscirà a passare sopra. Questo mi è successo due volte ma già con l'impasto da 500 gr figuriamoci se l'impasto fosse stato da 750 gr. Io ho risolto mettendo metà del lievito consigliato e nel caso che poi l'impasto non fosse sufficientemente lievitato basta staccare la spina cinque o dieci minuti prima e dargli qualche minuto in più di tempo per la lievitazione e inserire la spina quando il livello di lievitazione è ottimale, affinché possa cuocere bene anche sopra senza che si attacchi all'obló. Un altro consiglio è quello di fare solo il pane da mezzo kg. P. S. Il pane ha continuato la cottura dentro il forno in quanto sul lato superiore era completamente crudo per i motivi già esposti. Occorre fare esperimenti e poi vedrete che riuscirete a fare un pane perfetto.

Acquista su Amazon