Home / Salute e bellezza / Salute / La miglior lampada infrarossi del 2018

La miglior lampada infrarossi del 2018

Un solo prodotto per curare i raffreddori, lenire i dolori muscolari, ringiovanire e purificare la pelle: esiste ed è l’alleato numero uno di fisioterapisti ed estetiste. Stiamo parlando della lampada a raggi infrarossi (lampada IR), un apparecchio che sfrutta onde elettromagnetiche a bassa frequenza in grado di trasmettere calore per il benessere e la cura del corpo.

La nostra scelta: Philips HP3643/01 InfraCare

Dopo aver esaminato i modelli più diffusi sul mercato, abbiamo concluso che la migliore lampada infrarossi in assoluto secondo noi è la Philips HP3643/01 InfraCare, una lampada alogena a piantana decisamente potente (ben 650 watt!) che emana un benefico potere ben distribuito sulla zona da trattare.

La superficie di trattamento è molto ampia, pertanto la lampada si può usare con efficacia su schiena, spalle, collo o cosce. Inoltre è facilmente regolabile in una gran quantità di posizioni ed angolature, iil che ne consente l’uso in diverse situazioni, sia per terapia che per relax. Pieni voti anche per la sicurezza: la lampada a infrarossi Philips è dotata di timer e di sistema di spegnimento automatico.

Nel complesso Philips HP3643/01 è una lampada sicura, potente e versatile con caratteristiche che la rendono ideale per l’uso casalingo, come le impugnature laterali che rendono più facile spostare la lampada da una stanza all’altra.

 

La seconda scelta: Beurer IL50

La lampada infrarossi dal miglior rapporto qualità/prezzo è Beurer IL50, una lampada compatta che a un costo decisamente più basso della lampada Philips offre ancora ottime prestazioni. La superficie di trattamento è inferiore rispetto al precedente, ma ancora molto buona e comunque nella media per le lampade infrarossi nella fascia di prezzo media. Pieni voti anche per quanto riguarda sicurezza e comfort.

Il vero punto forte della lampada a infrarossi Beurer IL50 è la lastra in vetroceramica, che offre una protezione completa contro i raggi UV.

La scelta budget: Medisana 88258

Chi è incuriosito ma ancora non del tutto convinto dell’utilità di questi apparecchi può saggiarne i benefici acquistando a un prezzo davvero contenuto la piccola Medisana 88258, la miglior lampada infrarossi economica.

È un prodotto entry level con tutte le limitazioni che si può aspettare da una lampada economica, prima tra tutte la bassa potenza (solo 100 watt). Grazie al peso e all’ingombro minimi, però, Medisana 88258 può essere la soluzione ideale per chi ha poco spazio in casa o per chi vuole godere di un caldo tepore comodamente seduto in divano.

 

Come scegliere lampada infrarossi acquistare

I raggi infrarossi sono già da tempo usati nella medicina riabilitativa e nei trattamenti estetici professionali, ma oggi grazie alle lampade a raggi infrarossi per uso domestico è possibile portare a casa ad un costo davvero contenuto i tantissimi benefici di queste radiazioni naturali.

Ma a cosa serve esattamente una lampada a raggi infrarossi? Principalmente le lampade infrarosso vengono usate per sciogliere contratture e tensioni muscolari di natura fisica o psichica, per sciogliere congestioni del tratto nasale (e quindi alleviare raffreddori e sinusiti) e per massimizzare gli effetti benefici di un massaggio manuale. I raggi infrarossi hanno però moltissime altre indicazioni terapeutiche ed estetiche: innanzittutto migliorano la circolazione sanguigna, velocizzano i tempi di cicatrizzazione delle ferite, ringiovaniscono la pelle del viso penetrando molto più in profondità delle creme di bellezza e contribuiscono ad un generale miglioramento dell’umore.

Un pregiudizio comune sulle lampade IR è che siano un prodotto utile solo a persone anziane: in realtà sono un prodotto per tutta la famiglia! Possono essere usate già a partire dai 6 anni e sono fortemente consigliate a chi pratica abitualmente attività sportiva perché risolve numerosi problemi articolari e muscolari. Sono molto apprezzate anche dalle donne, di qualunque età, per gli effetti benefici sulla pelle e sulla circolazione sanguigna. Gli adolescenti potranno usarla per risolvere fastidiosi ed antiestetici problemi di acne: i raggi infrarossi possono uccidere i batteri responsabili di imperfezioni cutanee e dilatando i pori della pelle aumentano l’efficacia delle creme disinfettanti.

 

Altre persone sono titubanti ad acquistare una lampada IR perché temono che i raggi infrarossi possano avere dei rischi per la salute. L’unica situazione in cui i medici sconsigliano l’uso delle lampade IR è quando la dilatazione dei vasi sanguigni può risultare nociva. In linea generale se ne sconsiglia l’uso a donne in gravidanza o allattamento, bambini di età inferiore a 6 anni, persone affette da sintomi influenzali con febbre oltre i 38 gradi, persone in stato di ebbrezza o che hanno fatto uso recente di stupefacenti, malati di tumore o diabete, persone con vene varicose. Anche durante il ciclo mestruale è consigliabile evitare l’esposizione ai raggi infrarossi.

In caso di dubbi il vostro medico di famiglia vi saprà dire con certezza se potete o meno usare una lampada IR e per una completa sicurezza fate sempre riferimento alle indicazioni fornite dal produttore, seguendole scrupolosamente.

Le lampade infrarossi a uso domestico non sono poi tanto diverse da quelle professionali ed è per questo che nonostante il costo accessibile a tutti risultano piuttosto efficaci. La differenza sostanziale tra lampade IR domestiche e professionali sta nella potenza, che nel caso delle prime è generalmente inferiore. La potenza di una lampada casalinga può variare dai 100 watt per i modelli base ai 600-650 watt per i modelli top di gamma, mentre quelle professionali possono raggiungere anche i 1000 watt.

Non confondete le lampade a raggi infrarossi dalle funzionalità terapeutiche con altri prodotti che sfruttano le stesse radiazioni per altre funzioni, ad esempio le stufette a raggi infrarossi o le lampade a bulbo. Tutti questi prodotti emettono calore, ma vengono usati per scopi diversi. Le lampade di cui stiamo parlando vengono usate localmente su una zona del corpo e nascono con funzione prettamente terapeutica; le stufe infrarossi invece sono usate per riscaldare piccoli ambienti e non sono dispositivi medici, mentre le lampade a bulbo non sono altro che una semplice lampadina a raggi infrarossi, senza alcuna struttura di sostegno, che viene usata principalmente per riscaldare ricoveri di animali e rettilari. Un’altra importante precisazione che occorre fare è che le lampade infrarossi non sono e non devono essere usate come lampade abbronzanti.

Il prezzo di una lampada a raggi infrarossi per uso casalingo può variare moltissimo a seconda dei modelli e delle funzionalità, ma si tratta comunque di costi accessibili. Si parte dai 15 euro per le lampade compatte economiche e si va oltre i 200 per lampade di fascia alta.

Le lampade a raggi infrarossi per uso domestico si dividono in due tipologie: compatte e a piantana. A queste tipologie vanno poi aggiunti i massaggiatori a infrarossi che non sono esattamente delle lampade ma svolgono una funzione simile: sono piccoli apparecchi, molto maneggevoli, che vengono principalmente impiegati per massaggi decontratturanti.

Tra i tipi di lampade infrarossi quelle a piantana sono le più simili alle lampade professionali. Grazie ad un piedistallo vengono posizionate a terra e sono regolabili in altezza. Sono molto potenti e permettono di trattare una superficie ampia. Per queste caratteristiche sono la scelta consigliata a chi pensa di fare un uso frequente della lampada, a chi vuole un prodotto versatile che si adatta facilmente a diverse tipologie d’uso e a chi semplicemente vuole il meglio. Hanno però un prezzo elevato, che scoraggia gli acquirenti indecisi.

 

Le lampade compatte sono forse le più adatte ad un uso casalingo. Meno ingombranti e meno pesanti di quelle a piantana, vengono usate per trattamenti di zone mirate. La loro superficie di trattamento è in genere intorno ai 20×30 cm, contro i 60×40 delle lampade a piantana, e la potenza generalmente non va oltre i 300 watt. Il principale vantaggio delle lampade compatte è il costo, decisamente inferiore rispetto a quello delle lampade a piantana. Inoltre per le loro dimensioni sono più adatte ad un uso casalingo: possono infatti essere posizionate su una scrivania o sul pavimento e possono dunque essere usate sia per il trattamento delle parti inferiori del corpo sia di quelle superiori. Alcune lampade compatte sono così piccole che sembrano quasi una normale lampada da comodino!

Fatta la descrizioni delle diverse tipologie di lampade infrarossi presenti sul mercato, passiamo a esaminare tutti i fattori da considerare nella scelta della lampada infrarossi più adatta alle vostre esigenze. Due di questi sono la potenza e le dimensioni, di cui già abbiamo parlato.

Un fattore importante da considerare prima dell’acquisto è l’inclinazione della lampada. La possibilità di regolare la lampada in più posizioni aumenta notevolmente la sua versatilità e la sua efficacia. Quasi tutti i modelli presenti sul mercato consentono di regolare l’angolo di inclinazione in avanti e indietro, mentre alcune offrono anche la possibilità di regolazione laterale. Un maggior angolo di inclinazione consente di andare a trattare una determinata zona del corpo in maniera più specifica.

Un accessorio utilissimo di cui sono dotate tutte le lampade di maggior qualità è il timer con cui regolare la durata del singolo trattamento. Impostando il timer potrete scegliere quanto far durare il vostro trattamento prima del suo inizio e non dovrete alzarvi durante l’esposizione al calore per controllare il tempo residuo. Una bella comodità! I modelli più sofisticati sono dotati di display luminoso che mostra i minuti rimasti: questo forse non è necessario, ma è un qualcosa in più che non dispiace.

Non date per scontato la presenza di un tasto on/off per accendere e spegnere la lampada. I modelli più economici non ne sono dotati, il che significa che per accendere la lampada dovrete attaccare la spina alla corrente e per spegnerla dovrete staccarla. Un po’ scomodo.

Un tratto comune a tutti i prodotti, sia di fascia bassa che di fascia alta, è un certo disinteresse per l’estetica. Certo, ci sono anche in questo ambito prodotti dal design più curato di altri, ma trattandosi di apparecchi medicali i marchi produttori hanno tutti privilegiato la funzionalità, che ha sempre avuto la meglio sulla bellezza.

Ricordiamo che per ragioni di sicurezza una lampada infrarossi non deve essere usata per più di 15 minuti consecutivi: soprattutto nel caso di lampade ad alta potenza, è bene sceglierne una dotata di un sistema di autospegnimento.

Come abbiamo già avuto modo di dire, la lampada a raggi infrarossi è un apparecchio sicuro che non ha controindicazioni per la salute. Occorre però usarle nel modo corretto, evitando un “fai da te” che potrebbe avere spiacevoli conseguenze. Fate attenzione a queste semplici regole. Non usatele nella zona della testa. Non applicate oli o unguenti prima dell’esposizione. Mantenete la lampada a una certa distanza dalla cute. Non fissate mai la luce della lampada; più saggio ancora è coprire gli occhi con una mascherina.

Se è vero che ormai sono entrati sul mercato diversi competitors, con tantissimi modelli nelle diverse fasce di prezzo, trattandosi di prodotti medicali è bene orientarsi verso prodotti di marchi famosi, con una solida reputazione, in grado di fornire garanzie sulla sicurezza e una buona assistenza post-vendita. Tra le marche leader nella produzione di lampade a raggi infrarossi a uso casalingo segnaliamo Beuer e Philips.

Qui di seguito vi proponiamo una recensione completa delle tre lampade infrarossi che secondo noi hanno sbaragliato la concorrenza, classificandosi al primo posto nella fascia di prezzo alta, media ed economica. Questo vi aiuterà a orientarvi nella scelta della lampada più adatta alle vostre esigenze.

La miglior lampada a raggi infrarossi in assoluto: Philips HP3643/01 InfraCare

La scelta top per chi vuole acquistare una lampada a raggi infrarossi a piantana è senza alcun dubbio HP3643/01 InfraCare di Philips, l’azienda olandese che non ha bisogno di presentazioni.

Questa potente lampada infrarossi a piantana è in assoluto la scelta migliore per chi vuole trattare ampie zone, ad esempio schiena, spalle, collo o cosce: la superficie di trattamento misura 60×40 cm. La potenza è di 650 watt: si tratta di un valore molto alto, simile a quello delle lampade professionali usate in centri estetici e studi medici.

Abbiamo scelto Philips HP3643/01 InfraCare come prodotto top proprio perché grazie alla sua elevata potenza, unita a lenti ottiche speciali e al filtro, questa lampada alogena produce un calore davvero piacevole che viene distribuito uniformemente sulla zona da trattare e penetra in profondità, consentendo efficaci trattamenti a mezzo busto.

È un prodotto altamente versatile, facile da usare in molte situazioni diverse. L’altezza è regolabile da 60 fino a 120 cm; inoltre si può scegliere come orientare l’alloggiamento della lampada: orizzontale o verticale a 90° oppure con un’inclinazione di 45° verso l’alto o verso il basso. Questa versatilità consente di usare la lampada stando comodamente sdraiati o seduti.

Per quanto riguarda la sicurezza, segnaliamo la presenza di un timer e di un dispositivo di spegnimento automatico dopo 15 minuti, utilissimo per evitare problemi di surriscaldamento della lampada nonché di eccessiva irradiazione.

Un’altra caratteristica che abbiamo particolarmente apprezzato sono le due impugnature laterali che facilitano il trasporto e il posizionamento della lampada.

Passiamo ora a valutare i difetti di questo prodotto. Il primo è il prezzo elevato, che però è del tutto in linea con i prodotti di questo livello qualitativo. Il secondo, a nostro avviso molto più seccante, è la necessità di dover acquistare lampade di ricambio originali, spesso difficili da reperire se non rivolgendosi all’assistenza Philips.

 

La miglior lampada a raggi infrarossi compatta: Beurer IL50

Se siete orientati verso una compatta anziché un modello a piantana, la scelta consigliata per voi è la IL50 di Beurer, azienda tedesca che del calore a scopo terapeutico ha fatto il proprio core business.

Costa decisamente meno della HP3643/01 InfraCare ma non sarebbe giusto comparare i due prodotti in quanto nascono come concettualmente diversi. La Beurer IL50 è una lampada a raggi infrarossi compatta con un campo di irradiazione 30×40 cm e una potenza di 300 watt, indicata per il trattamento di raffreddori e tensioni muscolari.

Sono molti i punti forti di questa lampada a raggi infrarossi dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Innanzitutto vanno segnalati la lastra in vetroceramica, che offre una protezione completa contro i raggi UV, e un sistema di ventilazione attiva contro il riscaldamento eccessivo: queste due caratteristiche insieme massimizzano il comfort durante l’uso e rendono la lampada ancora più sicura da usare.

Altra caratteristica importante per la sicurezza, di cui abbiamo già parlato a proposito del modello precedente, è il timer, dotato di sistema di spegnimento automatico dopo 15 minuti. Il display digitale indica il tempo rimanente alla fine del trattamento.

La Beurer IL50 ha un’inclinazione regolabile da 0 a 50 gradi. Si sposta facilmente grazie alle due impugnature laterali e il peso ridottissimo (solo 1,4 kg). Altro punto a favore è la possibilità di sostituzione autonoma dei tubi.

Davvero non riusciamo a trovare lati negativi per questa lampada: difficile pensare di poter avere di più ad un prezzo così contenuto. L’unico motivo per non acquistarla è se si preferiscono le lampade a piantana.

 

La miglior lampada a raggi infrarossi economica: Medisana 88258

Volete scendere di prezzo e di dimensioni senza rinunciare all’acquisto di un prodotto di qualità? Abbiamo scelto per voi la migliore lampada a raggi infrarossi economica: è Medisana 88258, prodotta da un marchio leader nel settore dispositivi medici a uso domestico presente sul mercato da oltre trent’anni.

Non ci si può aspettare da questa piccola lampada le cure del fisioterapista date le sue ridotte dimensioni e la potenza di soli 100 watt. Ma proprio il suo ingombro minimo è uno dei punti forti di questa lampada compatta, che può essere acquistata senza indugi da chi deve rinunciare a modelli più potenti per problemi di spazio.

Dimensioni e peso ridotti fanno sì che questa lampada possa essere spostata agevolmente da una stanza all’altra, con il vantaggio di potersi fare un trattamento anche mentre si è seduti in poltrona! Il prezzo, alla portata di tutti, ne fa il prodotto ideale per chi vuole provare i benefici dei raggi infrarossi senza dover fare un investimento economico importante.

Considerato che si tratta di un prodotto entry level, le prestazioni della lampada a infrarossi Medisana 88258 sono davvero buone. Questa piccola lampada può dare sollievo a persone che soffrono di raffreddore, dolore e tensioni muscolari, reumatismi, maldigola. Può essere efficacemente usata come supporto a terapie mediche e fisioterapie.

I difetti che riscontriamo in questa lampada sono del tutto prevedibili per un prodotto di questa fascia di prezzo. In particolare, va sottolineato che l’area di trattamento è di molto inferiore a quella dei modelli che abbiamo visto precedentemente.