Home / Cucina / Il miglior affettaverdure spirale del 2018

Il miglior affettaverdure spirale del 2018

Negli ultimi anni stiamo assistendo sempre più ad un ritorno del consumo degli alimenti provenienti dalla terra: per diete particolari o semplicemente per una flessione della coscienza collettiva, mangiare sano sembra essere diventato un punto saldo nella vita di molte persone. E in una dieta sana ed equilibrata, cosa non può assolutamente mancare? La verdura!

Per aiutarci nell’affettare la verdura, ma anche perchè ciò avvenga in modo creativo, viene in nostro aiuto l’affettaverdure spirale. Rapido, dal semplice utilizzo, per un risultato preciso e accattivante, è utile per rendere qualsiasi piatto noioso, un piatto invitante, fantasioso e colorato. E non per ultimo, un ottimo alleato per far sembrare più appetibili le verdure anche agli occhi scettici dei bimbi. Insomma, un articolo che in un cucina non può mancare!

L’utilizzo dell’affettaverdure, oltre al lato estetico della presentazione del piatto, non velocizza solo il taglio, ma riduce anche i tempi di cottura, limita gli sprechi e lo sporco. Ci sono diverse tipologie di affettaverdure, e scegliere tra le tante proposte del mercato, può essere difficoltoso. Noi abbiamo stilato la lista dei tre prodotti migliori, basandoci su diversi fattori.

  • Affettaverdure Spirale Sedhoom, la cui confezione contiene 5 lame diverse, per 5 tagli differenti, da scegliere per ogni occasione. Dall’aspetto solido ma non ingombrante, in quanto pieghevole a posta per essere riposto;
  • Affettaverdure a spirale Twinzee, con una lama in meno rispetto al Sedhoom, ma comunque un buon prodotto dall’aspetto robusto e affidabile, e anch’esso con la comodità di essere pieghevole. Quindi poco ingombro, e facilità nell’aprirlo!
  • Affettaverdure spirale Utensicuramente diverso dai due precedenti, ma che merita di essere menzionato in quanto molto pratico, veloce, più economico dei precedenti, e molto apprezzato anche dagli utenti.

Affettaverdure Spirale Sedhoom: il migliore dell’anno!

Ecco il  migliore affettaverdure manuale scelto da noi! Questo fa parte degli affettaverdure ‘a manovella’, e ciò significa che per ottenere i cosiddetti alimenti ‘a spaghetto’, sarà il movimento rotatorio delle lame a creare questo particolare taglio. Vediamo più nel dettaglio le varie caratteristiche di questo affettaverdure, e perchè si è aggiudicato la nostra preferenza.

  • come appena detto, si tratta di un affettaverdure a manovella : questo comporta una grande rapidità d’utilizzo, che ci permette di preparare spaghetti di verdura in pochissimo tempo;
  • è sicuro : benchè le lame siano molto affilate, le nostre dita sono ben lontane da esse e non ne vengono mai in contatto. In questo modo evitiamo spiacevoli incidenti dovuti a tagli;
  • è di facile utilizzo: abbiamo già detto che le lame sono ben affilate, e questo ci aiuta anche nel non dover sforzare tanto la manovella per farla girare. Poco sforzo, massima resa!
  • è dotato di ben 5 lame di diverse dimensioni, da scegliere in base all’occasione;
  • è facile da pulire: un altro grande punto a favore di questa affettaverdure, è che ogni sua parte è comodamente lavabile in lavastoviglie: dalle lame, al corpo stesso.
  • è pieghevole: questo vuol dire che se nella nostra cucina non abbiamo chissà quanto spazio, possiamo contare sul fatto che da chiuso il nostro affettaverdure occupi la metà dello spazio di quando lo utilizziamo, diventando della dimensione di circa 14.5cm * 11cm * 17cm.
  • presenta una comodissima ventosa sul fondo, per poter fissare l’affettaverdure al piano di lavoro, rendendo il lavoro ancora meno faticoso e più sicuro.

       

Unico aspetto che potrebbe rappresentare un ostacolo nell’acquisto di questo affettaverdure, è il prezzo. Esso è un pò più alto rispetto a quello di altri affettaverdure con caratteristiche simili, ma per noi rimane comunque un ottimo rapporto qualità/prezzo, date tutte le qualità presentate dal prodotto in questione.

Affettaverdure Spirale Twinzee: una buona alternativa!

 

Un altro ottimo prodotto di un’altra marca, la Twinzee appunto, è l’affettaverdure spirale scelto da noi. Molto simile al precedente della Sedhoom, ma con una lama in meno.

Vediamone insieme le principali caratteristiche, che lo rendono un buon prodotto:

  • 4 lame intercambiabili di dimensioni diverse, per piatti creativi e divertenti;
  • ha un corpo solido e robusto;
  • è pieghevole in maniera ancora più pratica del precedente affettaverdure: infatti le lame e il corpo stesso, diventano una pratica scatola da riporre in qualsiasi angolino della cucina, diventando assolutamente di pochissimo ingombro, e dall’aspetto molto ordinato;
  • le lame sono facilmente lavabili, ma attenzione, niente lavastoviglie!
  • il prezzo è sicuramente più contenuto del Sedhoom, e questo è sicuramente un punto a suo favore;

     

Per la sua praticità, ci sentiamo di consigliarlo quasi alla pari del collega ‘Sedhoom’, ma teniamo presente un aspetto a cui la marca Twinzee non ha pensato: qui non troviamo nessuna ventosa che permette di ancorare bene l’affettaverdure al piano di lavoro, quindi questo lo pone in svantaggio rispetto al primo della nostra classifica (in aggiunta al fatto che il Sedhoom presenta 5lame diverse, e questo Twinzee 4). E’ comunque da ritenere un prodotto molto valido, perfetto anche per chi vuole un prodotto completo, ma non ha necessità di quella lama e quella ventosa in più, a prezzo inferiore del Sedhoom.

Affettaverdure spirale Uten: una proposta diversa!

Vi presentiamo qui la nostra terza scelta: un affettaverdure sicuramente diverso dai due precedenti, che ci serve a farci capire anchequanta scelta c’è in questo campo. L’abbiamo incluso perchè il risultato ottenuto è simile a quello ottenuto con i due affettaverdure precedenti, ma la modalità d’uso è diversa.

Vediamo le sue principali caratteristiche:

  • è piccolo e per niente ingombrante: niente parti da staccare per riporlo in ordine:è ordinato e compatto così com’è!
  • presente una sola lama di taglio, adatta per tutte le verdure;
  • presenta al suo interno un pennello per la pulizia della lama;
  • è lavabile in lavastoviglie;
  • ha un prezzo molto inferiore rispetto ai precedenti due affettaverdure;

               

Inevitabilmente, essendo così diverso dai precedenti, ha vari svantaggi: primo tra tutti, il non poter scegliere la dimensione del taglio; è meno immediato, in quanto non presenta alcuna manovella, e a girare è solo la nostra mano! Di conseguenza bisogna applicare maggiore forza per effettuare il taglio, e questo non risulta piacevole per tutti; ci sentiamo di consigliarlo sicuramente a chi si affaccia in questo mondo, e con una piccola spesa vuole provare questa tipologia di prodotto, per capire se potrebbe effettivamente essere utile nella sua cucina, senza spendere troppo, per poi eventualmente valutare il passaggio ad un affettaverdure più completo. E’ pur sempre un ottimo alleato in cucina, e chi lo utilizza difficilmente torna indietro!

Abbiamo quindi voluto presentarvi tre prodotti, due dei quali molto simili ma comunque con qualche caratteristica diversa, e uno molto diverso, ma con resa finale abbastanza in linea con i precedenti. Ora la scelta tocca a voi, non vi resta che scegliere e cominciare a creare i vostri piatti colorati, invitanti, salutari e sicuramente irresistibili!