Il miglior termometro Chicco del 2020

Chicco offre una vasta gamma di termometri per la febbre, e scegliere il migliore può non essere facile, ma noi possiamo darti una mano.

  1. Chicco Dual Comfort. Semplice e pratico da usare, uno dei dispositivi migliori firmati Chicco.
  2. Chicco Easy Touch. Rapido, veloce e preciso, un must per ogni genitore.
  3. Chicco Termo Distance Termometro Frontale ad Infrarossi. Compatto ma efficiente, un esempio perfetto della tecnologia avanzata di Chicco.

Chicco Dual Comfort

Quando si analizzano i migliori termometri Chicco, è impossibile non citare questo modello Dual Comfort. La sua praticità e semplicità d’uso lo rendono infatti uno dei dispositivi più apprezzati dai consumatori, oltre che fra i più consigliati dai pediatri e specialisti di tutto il mondo.

Grazie alla sua forma anatomica, è facile posizionare questo dispositivo sotto le ascelle dei bambini, e ottenere poi in un attimo una misurazione tanto veloce quanto accurata. Il display digitale rende poi la lettura dei dati ancora più pratica, oltre che ovviamente precisa. I numeri risultano abbastanza grandi, con un’illuminazione sfruttabile anche in situazioni di poca luce, e persino di notte.

Nel complesso si tratta di un termometro molto compatto e leggero, che può quindi accompagnarti anche fuori casa, come ad esempio in vacanza. Il bulbo è flessibile e confortevole, quindi perfetto per la pelle delicata dei più bambini. Fiore all’occhiello di questo termometro Chicco è il suo segnale visivo che si attiva automaticamente quando il dispositivo rileva una temperatura maggiore di 37°C. La luce passa quindi da verde a gialla, fino a diventare rossa in casi di temperatura molto alta e quindi di emergenza. Un’ulteriore funzione, questa, che rende la lettura più veloce e ti permette di agire con tempestività nel caso il tuo bambino presentasse una temperatura corporea particolarmente alta.

Chicco Easy Touch

Se stai cercando un termometro Chicco che si faccia notare in particolare per la sua velocità di rilevazione della temperatura, allora questo modello chiamato Easy Touch fa decisamente al caso tuo. Bastano infatti pochi secondi affinché questo dispositivo sia in grado di misurare accuratamente la temperatura corporea del tuo piccino.

Non manca una funzione di memoria, che registra i valori di tutte le misurazioni effettuate. Lo scopo, ovviamente, è quello di analizzare in modo corretto e costante l’andamento della febbre, in modo da vigilare sulla salute dei bambini. Nel caso soprattutto dei bimbi più piccoli, una strategia di questo tipo può aiutare ad assicurare il loro benessere, ma anche a prevenire in modo intelligente l’insorgenza di febbre molto alta e altre problematiche di questo genere.

Il design di questo termometro Chicco è molto compatto e funzionale, scelta che risulta in maggiore maneggevolezza. Finalmente un termometro che puoi portare sempre con te, al parco, a casa dei nonni o persino in vacanza! Ciò che gli permette di sbaragliare ogni concorrenza è comunque l’energia infrarossa, di cui questo termometro si serve per misurare la temperatura velocemente e accuratamente.

Se sei curioso di mettere alla prova l’energia infrarossa per misurare la febbre del tuo bambino, ma non vuoi rinunciare all’alta qualità alla quale Chicco ha abituato i suoi clienti da diversi decenni, allora questo modello non potrà che essere perfetto per te. È un dispositivo molto interessante, che ha già conquistato il favore non solo dei genitori, ma anche di tanti pediatri!

Chicco termo Distance termometro Frontale ad Infrarossi

Chicco introduce tutta la potenza e l’efficacia dell’energia infrarossa e la mette a disposizione dei nostri bambini, grazie a questo comodo termometro frontale. Se stai cercando il must in termini di ultime tecnologie e di comodità d’uso, allora questo termometro Chicco sta aspettando solo te.

Grazie alla modalità ad infrarossi, infatti, questo termometro Chicco si rivela un’opzione più che perfetta per coloro che cercano un modo veloce per ottenere misurazioni precise anche in caso di pazienti un po’ irrequieti. Il contatto con il piccolo non è infatti richiesto, e basta posizione il dispositivo a circa 6 cm dalla fronte del bimbo per ottenere in pochi secondi dei dati molto accurati.

È presente un’ulteriore funzione chiamata Fever Alarm, che si attiva in automatico con un segnale sonoro quando la temperatura rilevata supera i 37 gradi. Ogni dato può essere salvato, per un totale di dieci rilevazioni, che ti permetteranno di tenere d’occhio l’andamento della malattia. Non manca poi la pratica funzione di autospegnimento, per preservare il più a lungo possibile le prestazioni della batteria.

Poiché può essere usato in assenza di contatto con il corpo del nostro bambino, questo termometro Chicco è perfetto anche per un utilizzo notturno. A questo proposito, non manca una funzione silenziosa, ottima per misurare la temperatura del bimbo di notte, mentre dorme, senza la necessità di svegliarlo. Insomma, un dispositivo versatile, che si rivela più che perfetto in ogni situazione e circostanza, ed è sempre pronto ad offrirti gli strumenti più adatti per prenderti cura del tuo piccolino e della sua salute.

Guida all’acquisto

Scegliere il miglior termometro Chicco può non essere un’impresa facile. Del resto, il brand offre davvero anti modelli diversi, tutti ugualmente validi ma con caratteristiche e funzioni studiate per utilizzi di vario genere. La differenza fra tutti i termometri Chicco in commercio, quindi, sta negli aspetti funzionali.

Qualsiasi modello di termometro Chicco tu scelga, avrai la garanzia di star acquistando un prodotto eccellente. La prima cosa da valutare non è quindi il prezzo, bensì le funzioni di cui tu e il tuo bambino avete bisogno.

Ad esempio, esistono diverse tipologie di termometro Chicco. I più avvezzi alla tecnologia potrebbero preferire un termometro digitale, mentre i genitori che cercano di domare bambini particolarmente agitati dovrebbero preferire un termometro ad infrarossi, più pratico e veloce.

Devi poi scegliere la tipologia di misurazione che andrai ad effettuare. Ascelle, retto, fronte, bocca e orecchie sono tutte zone valide del corpo del tuo bambino per identificare la sua temperatura corporea. Tuttavia, alcune di queste aree potrebbero fornire dei dati più precisi, oltre che rilevarsi più facili nelle operazioni di misurazioni.

Non dimenticare, infine, le funzioni di ogni termometro Chicco. Sebbene ormai molte di esse siano comuni a tutti i modelli, ce ne sono altre che potrebbero essere rivolte ad usi ed esigenze particolari. In questo caso, la scelta diventerà completamente soggettiva, e dipenderà dalle tue aspettative. In caso di ulteriori dubbi e in presenza di circostanze particolari, è comunque sempre consigliabile rivolgersi al proprio pediatra per ottenere dei consigli mirati e professionali.



Domande frequenti

Come nasce il brand Chicco?

La storia di Chicco nasce nell’ormai lontano 1946, quando Pietro Catelli fonda Artsana, un centro dedicato alla produzione e distribuzione di materiale medico. Il suo progetto sir rivela vincente, e il brand diventa subito leader del mercato. È solo nel 1958 che, in seguito alla nascita di suo figlio Enrico, Catelli decide di migliorare la sua idea e creare un nuovo brand specializzato proprio nella produzione di dispositivi e giocattoli per i più piccoli. È così che nasce Chicco.

Chicco divenne subito una realtà internazionale, apprezzata prima in tutto in mondo e poi in Europa. Tra il 1967 e il 1998, furono infatti aperte nuove sedi in Spagna, Stati Uniti Brasile e Argentina.

Nel corso degli anni, Chicco ha continuato a sviluppare nuove tecnologie, migliorando quelle già a sua disposizione. Il risultato è una vasta gamma di prodotti, studiata per offrire sempre il massimo ai nostri piccoli dai 0 ai 36 mesi.

Perché scegliere un termometro Chicco?

Da decenni gli esperti Chicco si occupano ogni giorno di assicurare il benessere e una crescita sana lungo ogni fase di vita dei nostri piccoli. Grazie alla vasta gamma di prodotti Chicco, le mamme e i papà di tutto il mondo possono sempre contare sugli strumenti migliori per assicurare le attenzioni e le cure necessarie per ogni bambino, compresi quelli con esigenze e necessità particolare.

Scegliere un termometro Chicco significa affidarsi ad un brand che quotidianamente lavora per sviluppare tecnologie avanzate, e migliorare le nostre vite costantemente. Ognuno di questi dispositivi è stato realizzato e testato per essere sempre il migliore, oscurando ogni concorrenza.

Un altro fattore da non trascurare quando si decide di affidarsi ad un brand di questa portata è il servizio clienti. Nel caso di Chicco, il team è sempre disponibile per rispondere ad ogni domanda e ad aiutare adulti e bambini in ogni modo.

Non manca poi un occhio di riguardo alla garanzia che accompagna ogni prodotto, e che darà persino maggiore valore al tuo acquisto. Un termometro Chicco incorpora un rapporto qualità prezzo senza eguali, nel quale ogni genitore dovrebbe investire per garantire solo il meglio al proprio bambino.

Come usare un termometro Chicco per misurazioni auricolari?

La misurazione auricolare è la metodologia più diffusa fra le mamme ed i papà che vogliono controllare la temperatura corporea dei loro bambini. Si tratta infatti di una tecnica facile, accessibile a tutti, e che si può fare con la maggior parte dei termometri Chicco in commercio.

È bene precisare che i termometri auricolari andrebbero usati solo con bambini dai tre anni di età in su. Va anche tenuto in considerazione che eventuali infezioni alle orecchie, molto comuni nei bambini anche in forma leggera, potrebbero rendere il risultato finale meno preciso.

Prima di procedere alla misurazione della temperatura, pulisci con cura le orecchie del bambino. Non usare cotton fioc, poiché potrebbero essere pericolosi. In farmacia troverai diverse soluzioni meno invasive e più pratiche, studiate proprio per le orecchie sensibili dei bambini. Ricorda poi di disinfettare la punta del termometro. Alcuni dispositivi permettono anche di riscaldarla, per quanto questa opzione non abbia alcun effetto negativo o positivo sulla rilevazione finale.

Poggia delicatamente il termometro Chicco sulla membrana accanto al timpano del bambino. Non è necessario premere direttamente contro il timpano, poiché la temperatura corporea è rilevabile anche attraverso le membrane ad esso circostanti.

I termometri rettali Chicco sono affidabili?

Fino ai tre anni d’età del nostro bambino, è consigliabile procedere con la misurazione rettale. Per quanto essa possa risultare più invasiva, è comunque il metodo migliore per ottenere delle misurazioni precise. I bambini, infatti, sono soggetti più facilmente ad infezioni delle orecchie o ad agitarsi durante le misurazioni, rendendo queste rilevazioni spesso più precise.

Secondo molti pediatri, la temperatura rettale è quella più vicina alla nostra temperatura centrale o basale, in quanto meno suscettibile a variazioni dovute a fattori esterni, come la temperatura ambientale.

Prima di usare un termometro Chicco per la misurazione rettale, ricorda di disinfettare il dispositivo con acqua e sapone. Puoi usare anche una goccia di vasellina, se necessario, per facilitare l’operazione di inserimento. Mantieni poi saldamente il dispositivo fra indice e medio, fino a misurazione avvenuta.

Per quanto riguarda il bambino, dovresti tenerlo a pancia in su, steso su un ripiano rigido come il fasciatoio o il letto. Le gambe devono essere leggermente sollevate per permettere l’inserimento del dispositivo. In genere il bulbo di un termometro rettale non è mai più lungo di un paio di cm.

Posso fidarmi di un termometro Chicco elettronico?

I termometri elettronici rappresentano definitivamente il futuro dei dispositivi per misurare la febbre dei bambini. Essi hanno completamente sostituito i modelli analogici, soprattutto quelli con mercurio, materiale considerato tossico e pericoloso per adulti e bambini.

Grazie ai termometri elettronici, misurare la febbre dei bambini più agitati è finalmente diventata un’operazione più pratica e veloce. Essi, infatti, sono in grado di rilevare la temperatura corporea dei nostri piccoli in pochi secondi. I modelli che sfruttano l’energia infrarossa, inoltre, non hanno nemmeno bisogno di entrare in contatto con la pelle del bimbo, basandosi su diversi sensori.

Come confermato da diversi pediatri ed esperti del settore, un termometro Chicco elettronico gode della stessa precisione di una qualsiasi controparte analogica. Acquistare uno di questi dispositivi si traduce quindi in un investimento preciso per ogni genitore. Inoltre, questi dispositivi spesso racchiudono funzioni aggiuntive molto interessanti, come allarmi visivi o sonori per segnalare immediatamente la rilevazione di temperature troppo alte.

I termometri più all’avanguardia, poi, possono addirittura misurare le temperature tenendo in considerazione diversi fattori importanti, come l’età del paziente. Ciò significa che possono essere usati anche per misurare la febbre degli adulti, diventando quindi dei dispositivi versatili, che accompagneranno la tua famiglia nel corso degli anni.

Come usare un termometro Chicco di notte?

Ogni termometro Chicco di nuova generazione gode di sensori termografici ad infrarossi. Quando integrati nei dispositivi per la rilevazione della febbre, essi permettono di implementare la cosiddetta visione notturna.

Com’è facile immaginare, questa funzione si rivela eccellente per poter continuare a monitorare la temperatura dei nostri piccini anche durante la notte, mentre essi dormono. In altre parole, non sarà necessario svegliare il piccolo.

Grazie all’energia infrarossa, poi, questi termometri non richiedono nemmeno il contatto diretto con il corpo del piccolo. Basta infatti collocarli a pochi centimetri di distanza dalla pelle della zona prescelta per la misurazione, e attivare il sensore. Nel giro di un paio di secondi, i dati rilevati appariranno sul display LCD del termometro. In molti casi è poi addirittura possibile salvare questo dato, per poterlo consultare in un secondo modello e valutare in base a misurazioni più recenti, così da rendersi conto dell’andamento della malattia e, se necessario, intervenire immediatamente.

Ricorda che sussistono comunque fattori esterni che potrebbero alterare le temperature rilevate nei bambini, anche di notte. Se il piccolo ad esempio tende ad agitarsi e sudare durante il sonno, o se indossa un pigiama o delle coperte molto pesanti, la temperatura rilevata dal termometro potrebbe risultare di qualche grado più alta rispetto a quella basale, cioè quella effettiva del suo corpo.

Che cos’è un termometro Chicco ad infrarossi, e perché usarlo?

Nei primi anni della loro vita, è facile che i bambini tendano ad agitarsi quando hanno la febbre e non si sentono molto bene. In questi casi, misurare la loro temperatura corporea potrebbe non essere molto facile per la mamma ed il papà.

È qui che entrano in gioco per aiutarti i termometri ad infrarossi. Grazie all’energia infrarossa, infatti, questi termometri possono sfruttare i loro speciali sensori per rilevare la temperatura corporea del bambino senza alcun contatto con la sua pelle. Basta avvicinarli a pochi centimetri dal piccolo paziente e aspettare una manciata di secondi, per vedere i dati rilevati apparire sul display LCD del dispositivo.

Questi termometri sono sicuri da utilizzare, e godono delle migliori tecnologie in circolazione. Sono, al momento, fra i dispositivi più veloci e pratici in commercio, e sono quindi i più venduti per chi deve prendersi cura dei bambini.

Tuttavia, non sono molto consigliati per piccoli pazienti al di sotto dei tre anni d’età. In questa fase della loro vita, infatti, un termometro rettale risulta più indicato. Nonostante sia più invasivo e richieda maggiore impegno nell’utilizzo da parte di noi adulti, questo è al momento l’unico dispositivo che non subisce le condizioni dei fattori esterni, che possono alterare la temperatura. Per fortuna, puoi sempre contare su un termometro Chicco per la misurazione rettale!

Altrimenti, non ti resta che scegliere uno dei tanti termometri Chicco che sfruttano l’energia infrarossa, e che ti aiuteranno a monitorare la salute dei più piccini sempre nel migliore dei modi possibili.