Il miglior termometro ad infrarossi del 2020

Per misurare la temperatura di grandi e piccini, è fondamentale poter contare su una tecnologia precisa ed innovativa, come quella offerta dall’energia infrarossa.
Quali sono i migliori termometri ad infrarossi? Scopriamolo insieme.

  1. Braun IRT6520 ThermoScan 7 Age Precision. Semplice e pratico da usare, risulta anche e soprattutto maneggevole.
  2. Dr. Meter Termometro a Infrarossi. La sua tecnologia dual laser è perfetta per delle rilevazioni sempre precise e veloci.
  3. TempIR Termometro Digitale per Temperatura Corporea. Un termometro ad infrarossi molto versatile, che può essere usato con comodità e ottimi risultati in diversi ambiti.

Braun IRT6520 ThermoScan 7 Age Precision

Uno dei punti di forza principali di questo termometro è la possibilità di utilizzarlo per misurare la temperatura corporea di neonati, bambini e adulti. Tutto ciò che dovrai fare è selezionare la fascia d’età corrispondente al soggetto. Si tratta della cosiddetta tecnologia “Age Precision”, che mette in relazione lo stato febbrile dei tuoi cari alla loro età. Infatti, come i dottori spesso sottolineano, la definizione di febbre tende a variare per le diverse fasce d’età.

Questo piccolo gioiellino firmato Braun, quindi, è programmato per associare un diverso codice cromatico alle varie fasce d’età, le quali vengono segnalate da colori differenti sul display retroilluminato.
Il termometro funziona attraverso una sonda, che va inserita all’interno dell’orecchio. La punta della sonda è preriscaldata circa 34° gradi, così da non alterare la temperatura dell’area interessata. Inoltre, ciò va a ridurre l’elemento di fastidio che spesso rende più difficile misurare la febbre dei più piccini.

Molti utenti si sono già affidati a Braun e alle sue soluzioni tecnologie per la nostra quotidianità. Ecco perché non stupisce che al primo posto di questa classifica, il miglior termometro ad infrarossi è proprio firmato Braun. Un piccolo gioiellino creato per rendere più facile la vita di noi adulti, e al tempo stesso prendersi cura della salute dei più piccoli.

Dr. Meter Termometro a Infrarossi

Se stai cercando un dispositivo che unisca praticità d’uso a tecnologia avanzata, allora questo prodotto firmato Dr. Meter è perfetto per te. A caratterizzarlo è infatti un buon margine di precisione nelle sue misurazioni, ma anche una struttura robusta.

Risulta inoltre molto ergonomico, grazie ad una forma allungata, che consente una presa salta e ampia, che ti aiuterà per realizzare la misurazione della febbre prima che il tuo bambino possa agitarsi troppo.

Per agevolare l’utilizzo di questo termometro ad infrarossi, è presente un comodo schermo LCD. La definizione è adeguata, e dispone addirittura di una funzione di retroilluminazione che si dimostra valida in ogni situazione.

Per quanto riguarda il consumo, la vita media della batteria al litio viene preservata da una comoda funzione di spegnimento automatico. Sullo schermo LCD è inoltre presente un indicatore della carica a disposizione.

Dr. Meter entra quindi a pieni voti nella nostra classifica dei tre migliori termometri ad infrarossi, confermando un ottimo brand per chi è in cerca di prodotti validi ma al tempo stesso economici.

TempIR Termometro Digitale per Temperatura Corporea

In cerca di un termometro ad infrarossi facile da usare, resistente e che duri a lungo nel tempo? Allora non ti resta che far tuo questo modello firmato TempIR, un piccolo gioiellino molto preciso e veloce nelle sue rilevazioni.

È molto facile usarlo. Basta infatti collocarlo a 5 centimetri di distanza dal tuo corpo o da quello del tuo bambino, e la temperatura corporea apparirà sullo schermo entro pochi secondi. Si tratta inoltre di un termometro ad infrarossi che può essere usato su adulti e bambini di ogni età, inclusi i neonati più impazienti ed irrequieti.

Il vero vantaggio di questo termometro ad infrarossi, in ogni caso, è la sua versatilità. Quando nessuno dei tuoi cari ha la febbre, infatti, puoi comunque fare affidamento su questo dispositivo, poiché esso è in grado di dare ottimi risultati anche nella misurazione della temperatura dei liquidi o addirittura di un ambiente.

Puoi quindi utilizzarlo quando stai riscaldando del latte, o per valutare se sia il caso di accendere il calorifero in una stanza. Insomma, un oggetto molto versatile, che saprà ripagare il suo prezzo e rendere più facile la nostra vita quotidiana in molti ambiti, quindi anche quando i nostri cari godono di ottima salute e non dobbiamo controllare la loro temperatura corporea.

Il termometro ad infrarossi si spegne automaticamente dopo 30 secondi di inattività, andando a preservare la vita media della sua batteria al litio. Un elemento da non sottovalutare, che va ad incrementare la praticità di questo dispositivo, e lo fa quindi entrare di diritto nella nostra classifica.

Guida all’acquisto

Sono ormai lontani i tempi in cui i nostri genitori ci misuravano la febbre con i termometri a mercurio. Le nuove generazioni, infatti, possono contare su strumenti più avanzati e molto meno pericolosi per la loro salute ed inquinanti per l’ambiente circostante.

Si tratta del termometro ad infrarossi, un dispositivo in grado di rilevare la temperatura del nostro corpo misurando l’intensità dell’energia infrarossa, che viene emessa dalla nostra pelle.

Non è però il caso di acquistare un termometro ad infrarossi qualsiasi. È infatti bene prima valutare i pro e i contro di questi dispositivi, così come le nostre necessità d’uso. In genere, a prediligere i termometri ad infrarossi sono le mamme e i papà, che hanno bisogno di una soluzione pratica e veloce per accertarsi della salute dei propri piccoli.

Altro aspetto da valutare è la versatilità di questi dispositivi. Alcuni modelli di termometri ad infrarossi, infatti, possono essere usati per la rilevazione delle temperature di oggetti in altri ambiti, come ad esempio in cucina.

Prima di acquistare un termometro ad infrarossi, insomma, è bene valutare quello che il dispositivo può offrirci, e come abbiamo intenzione di utilizzarlo. Solo in questo modo potremo essere sicuri di star concludendo un piccolo, grande affare per tenere sempre sotto controllo lo stato di salute di grandi e piccini.

Quali caratteristiche è importante valutare?

Prima di procedere all’acquisto di un termometro ad infrarossi, gli esperti del settore ed i pediatri consigliano di leggere con attenzione le schede tecniche di ogni prodotto. È qui, infatti, che potrai trovare e quindi valutare le seguenti caratteristiche:

  • Produttore, che deve essere sempre conosciuto ed affidabile, ed offrire sicurezza e garanzia ai consumatori
  • Dimensioni, le quali possono variare in base fra termometri per bambini e modelli per adulti
  • Precisione nella misurazione della temperatura
  • Tempistiche di risposte per ottenere il risultato della temperatura
  • Recensioni degli altri acquirenti, fondamentali per comprendere le prestazioni reali del prodotto
  • Prezzo, il cui rapporto con la quantità generale del prodotto deve ovviamente essere eccellente, così da rappresentare un vero e proprio affare.

Se ti dovessi ritrovare ad avere dei dubbi e a non saper scegliere quale prodotto acquistare, la cosa migliore è sempre e comunque confrontare vari modelli. Valutane le prestazioni, le recensioni, ma anche il costo e le caratteristiche offerte in base alle tue esigenze, e scegliere diventerà sicuramente un compito molto più facile.

Domande Frequenti

A cosa serve un termometro a infrarossi?

Molti genitori concorderanno: un termometro ad infrarossi può rivelarsi lo strumento migliore per tenere sotto controllo la temperatura corporea dei più piccini, e accertarsi quindi non abbiano la febbre. Spesso i bambini potrebbero però non essere d’accordo e rifiutarsi quindi di sottoporsi al controllo della temperatura.

È qui che entra in gioco il termometro ad infrarossi, uno strumento che permette di controllare la temperatura corporea in modo veloce e spesso senza la necessità di un contatto diretto con la pelle dei bambini. Si tratta quindi di un sistema molto più pratico della classica rilevazione ascellare, che spesso può essere usato anche di notte mentre i bambini dormono, così da non fare rumore e quindi svegliarli.

Come funzionano i termometri a infrarossi?

In generale, i termometri ad infrarossi si suddividono in due tipologie diverse: quelli che misurano la temperatura dell’area intorno al timpano e vanno quindi inseriti nell’orecchio, e quelli che prevedono invece un contatto con la pelle. Questi ultimi, sfruttano l’energia infrarossa che viene prodotta nell’area della fronte, proprio fra le sopracciglia.

Un termometro che sfrutta gli infrarossi risulta molto meno invasivo, e quindi più pratico da usare. Esso non prevede necessariamente un contatto diretto, cosa che, come molti genitori possono già immaginare, può rendere molto più facile la vita di chiunque debba misurare la febbre di un neonato. Tutto ciò che serve è puntare il sensore sulla zona della fronte dalla quale viene emesso il dato da misurare.

Quali sono le tipologie di termometro ad infrarossi?

Non tutti i termometri ad infrarossi sono uguali, e ci sono delle differenze che è bene tenere a mente per assicurarsi di acquistare un modello che corrisponda davvero alle nostre aspettative ed esigenze d’uso.

Le diverse tipologie di termometro ad infrarossi che puoi trovare in commercio sono tre, e sono le seguenti:

  • Termometro ad infrarossi auricolare.

Si tratta, fra tutti, del modello più veloce nella rilevazione della temperatura, in quanto bastano in meno 2 secondi. Va però sottolineato che altre patologie, o una semplice e comune infezione dell’orecchio, potrebbero compromettere la genuinità della misurazione. Ecco perché i pediatri consigliano di utilizzare il termometro su entrambe le orecchie, così da confrontare diverse misurazioni.

Non dimenticare di pulire bene l’orecchio prima dell’utilizzo, poiché anche la presenza di troppo cerume potrebbe non garantire un risultato eccellente.

  • Termometro ad infrarossi frontale.

Come il nome suggerisce, questo dispositivo va messo a contato con la fronte. L’utilizzo di questi termometri è davvero facile, al punto che non sono necessarie ulteriori indicazioni. Consigliamo comunque di controllare e leggere sempre con attenzione il manuale di istruzioni di ogni dispositivo.

Anche in questo caso, le tempistiche per la rilevazione sono molto veloci. Il grado di precisione può variare in base al modello e ad altri fattori esterni.

  • Termometro ad infrarossi a distanza.

Perfetto per chi ha a che fare con bambini un po’ tanto irrequieti, questo dispositivo non necessita di nessun contatto per funzionare in maniera ottimale. Va infatti puntato in direzione della fronte, aiutandosi con il puntatore ottico integrato. Basta poi qualche secondo per conoscere la propria temperatura corporea o quella di un altro soggetto. Di solito l’avvenuta rilevazione è accompagnata da un segnale acustico.

Un punto a favore di questi dispositivi che non devi sottovalutare è la loro versatilità. Possono infatti essere usati anche per la misurazione della temperatura dei liquidi, come ad esempio il biberon per i tuoi bambini. In alcuni casi si rivelano anche molto utili per la misurazione della temperatura di un ambiente domestico, per quanto i risultati potrebbero non essere troppo precisi. Puoi scoprire i diversi utilizzi di ogni modello leggendo con attenzione la scheda tecnica e le istruzioni del tuo termometro ad infrarossi a distanza.

Quali sono i pro e i contro di un termometro a infrarossi?

Va però sottolineato che la tecnologia ad infrarossi non sempre è infallibile. Essa, infatti, risulta sensibile alle interferenze che producono un campo magnetico alterato. In altre parole, è bene tenere lontano il tuo termometro ad infrarossi da dispositivi elettronici, quali il tuo fidato smartphone. Inoltre, la temperatura stessa rilevata nella zona intorno al timpano potrebbe essere inficiata da diverse variabili.

Insomma, quando si utilizza un termometro ad infrarossi, è bene tenere in considerazione tutti i pro e i contro di questa tecnologia.

Che cosa devo tenere in considerazione prima di acquistare un termometro ad infrarossi?

Fra i vari aspetti che puoi trovare elencati sulla scheda tecnica di un termometro ad infrarossi, vi è innanzitutto il campo visivo, ed in particolare le sue dimensioni ed il suo target. Seguono poi la superficie da misurare e lo spettro elettromagnetico dell’energia infrarossa

La maggior parte però dei valori che possono davvero tornare utili nell’utilizzo e applicazione quotidiani del dispositivo sono il tempo di risposta per le rilevazioni della temperatura, la durata media della batteria e, ovviamente, la precisione delle misurazioni.

Il termometro ad infrarossi va usato solo con i bambini?

I benefici derivanti dall’utilizzo di un termometro ad infrarossi sono molteplici, soprattutto quando si tratta di controllare la temperatura di un bambino.

Alcuni pediatri sono tuttavia scettici nei confronti dell’uso di un termometro ad infrarossi per i più piccolini. Sono infatti in molti a consigliare un termometro rettale almeno per i primi 6 mesi di vita del neonato, in quanto è considerato il metodo più accurato.

Se hai dei dubbi a riguardo, la cosa migliore è ovviamente quella di parlarne con il tuo pediatra. Solo un dottore può infatti indicarti la strumentazione migliore per prenderti cura del tuo bambino e, eventualmente, darti dei consigli sull’uso di un termometro ad infrarossi in base all’età del soggetto su cui vuoi usarlo.

In alternativa, puoi comunque usare il termometro ad infrarossi sui neonati se hai bisogno di una misurazione veloce ed indicati, e non vuoi svegliare il piccolino. È consigliabile procedere con più di una rilevazione così da farsi un’idea più precisa della temperatura corporea media, e decidere come gestire la situazione.

Posso usare un termometro ad infrarossi in ogni situazione?

A dispetto di quanto si possa pensare, la tecnologia ad infrarossi può tornare utile in diverse altre situazioni. Non a caso, sul mercato è facile trovare dispositivi che possono essere usati per vari scopi, andando quindi ben oltre la mera misurazione della febbre in adulti e bambini.

Acquistare un modello così versatile significa sicuramente ammortizzare la spesa, ma è bene prima informarsi sugli utilizzi concreti del tuo nuovo termometro ad infrarossi, così da poterne valutare l’utilità per le tue esigenze.

Ma com’è possibile usare un termometro ad infrarossi per più scopi? Il merito è proprio dell’energia infrarossa, che può funzionare senza un contatto diretto con l’oggetto o la parte del corpo umano che si vuole misurare. Ciò significa che, se ben specificato sulla scheda tecnica del prodotto, puoi potenzialmente usare lo stesso termometro ad infrarossi non solo per misurare la febbre del tuo bambino, ma anche per rilevare la temperatura dei liquidi o dell’aria. In altre parole, il tuo termometro ad infrarossi potrebbe diventare il tuo nuovo alleato in cucina!

Ricorda però di controllare prima qual è il range di temperatura supportato dal dispositivo, ed ovviamente gli utilizzi consigliati dal suo produttore.

Qual è il miglior termometro ad infrarossi?

In questa guida abbiamo analizzato nel dettaglio tre diversi modelli di termometri ad infrarossi. Si tratta dei dispositivi ritenuti fra i migliori attualmente sul mercato, sulla base delle loro prestazioni e anche e soprattutto delle recensioni dei consumatori che li hanno già messi alla prova.

In ogni caso, non è facile stabilire quale sia il miglior termometro ad infrarossi a priori. Concorrono infatti diversi fattori, alcuni dei quali non sono riportati semplicemente sulle schede tecniche dei prodotti. Si tratta infatti di valori soggettivi, ovvero quelli dettati dalla praticità di uso e dalle esigenze di ogni individuo.

Per questo motivo, uno dei modi più consigliati per individuare il termometro ad infrarossi migliore per te è quello di investire del tempo nel fare le dovute ricerche. Cosa può offrirti ogni singolo modello? E quanto le sue caratteristiche potrebbero tornarti utili? Rispondendo a queste domande, riuscirai a capire quale sia l’investimento migliore per te e per la tua famiglia.