Il miglior barbecue a gas a pietra lavica del 2020

Hai tanto sentito parlare della cottura su pietra lavica? Lo sai che esistono dei modelli di barbecue che includono queste pietre e che garantiscono una cottura eccezionale alle pietanze? 

In questo articolo ti spieghiamo quali modelli sono dotati di questa innovativa pietra utilizzata per la cottura dei cibi e di quali siano i vantaggi, così come i criteri per scegliere accuratamente il miglior modello di barbecue a gas a pietra lavica

Sochef Piùsaporillo Barbecue a pietra lavica

Sochef Piùsaporillo Barbecue a pietra lavica

Il barbecue Sochef garantisce piatti saporiti senza fumo. Come dice il nome stesso i cibi avranno più sapore!

  • In dotazione viene fornito il sistema di cottura a pietra lavica
  • Questo barbecue ha due bruciatori in acciaio inox con potenza di 10 kW 
  • Il fornello laterale è di 3 kW ed è posizionato su un ripiano pieghevole 
  • Le griglie fornite sono due: una smaltata di 50,6 x 35,6 centimetri e una seconda articolata
  • È presente l’indicatore di temperatura, un cestello frontale portaoggetti e un telo copri bombola incluso nel prodotto 
  • Il Barbecue Piùsaporillo, è dotato del sistema di cottura a pietra lavica che permette di cucinare cibi succulenti in maniera semplice e salutare

Il barbecue può essere sia allacciato alla rete domestica che utilizzato con una bombola gpl. Assomiglia ad una cucina da esterno, grazie alla presenza del fornelletto laterale. 

Campingaz Adelaide barbecue a gas: un bellissimo ed unico modello in legno

Campingaz Adelaide 4 Classic Deluxe Extra Barbecue a Gas

Questo barbecue è davvero particolare: a differenza di altri ha una struttura in legno sulla quale poggia la griglia. È un ottimo prodotto, dell’azienda Campingaz, esteticamente molto bello e particolare. 

  • Il barbecue ha un’alta qualità ed è molto potente: tre bruciatori in ghisa ad alte prestazioni a 14 kW
  • Il grill si accende con un meccanismo piezoelettrica affidabile per una comoda accensione 
  • Per cuocere si possono utilizzare sia la griglia che la piastra in ghisa ampie e smaltate per BBQ. Queste hanno una misura di 60 x 46 centimetri 
  • La struttura, come già anticipato, è in legno di acacia, con due comodi scaffali laterali per riporre il cibo, i piatti, gli utensili per la griglia e i condimenti utilizzati 
  • Grazie alle ruote il trasporto è molto agevolato. Sono dotate inoltre di un meccanismo di bloccaggio 
  • Qui le specifiche del barbecue: la superficie di cottura è di 2.800 cm ², l’altezza della cottura è di 85 centimetri, il consumo di gas 1019 g/h mentre il peso è di 45 kg
  • Il BBQ è azionabile grazie ad una normale bombola a gas. Il tubo ed il regolatore non sono però inclusi 

Tutti i pareri sono concordi a certificare l’eccellenza di questo BBQ, bello da vedere, potente e con un’ottima qualità/prezzo (inferiore rispetto al modello precedente)

Campingaz Texas Revolution: barbecue nero, pratico e leggero

Campingaz texas Revolution

Un BBQ completo a gas, il Campingaz 4 Classic Deluxe Extra agevola la preparazione di feste all’aperto per famiglia e amici. Con quattro potenti bruciatori in ghisa e una superficie cottura in ghisa, per un calore distribuito uniformemente, garantisce cibi cotti a puntino.

  • Ha quattro bruciatori in ghisa più uno a lato utile per riscaldare le salse o le pietanze già cotte
  • Il grill ha l’accensione piezoelettrica 
  • Si può scegliere di cuocere su griglia o sulle piastre entrambi in ghisa e smaltate delle dimensioni di 77 x 45 centimetri. Una grata, inoltre, è estesa per tutta la superficie di cottura 
  • Il coperchio richiudibile è realizzato in acciaio con termometro incluso per controllare la temperatura interna al di sotto della cupola 
  • Un ampio manico facilita l’apertura del coperchio 
  • Il grill si poggia su due piedi e su due ruote che includono un meccanismo di bloccaggio

due ripiani laterali, molto robusti, sono comodi per poter appoggiare il necessario mentre si griglia. Comodo anche in questo modello il fornelletto a parte che può fungere come scaldavivande o utile per un uso di cucina esterna. 

Quali sono i motivi per scegliere un barbecue a gas a pietra lavica

Pietra lavica

Le grigliate all’aria aperta in estate soprattutto, sono da sempre un’occasione per gustare dell’ottimo cibo in compagnia di amici e parenti. Spesso sono associate a delle circostanze speciali come ad un compleanno o un altro evento da festeggiare con diversi invitati. In questi casi avranno maggior successo se supportate da un efficiente e moderno barbecue a gas con pietra lavica. 

Per poter fare una scelta oculata e consapevole è però necessario sapere cosa sia la pietra lavica. È una pietra vulcanica che, tramite un apposito apparecchio del barbecue, sfrutta le naturali proprietà di questa pietra in grado di trasmettere in modo omogeneo ed uniforme il calore, senza contaminare il cibo con fiammate e fumo in eccesso.

La pietra lavica è una pietra naturale originata dall’attività effusiva vulcanica. Il magma fuoriesce dai vulcani sotto forma di lava, la quale una volta solidificata dà vita ad una pietra porosa, che trattiene il calore a lungo e lo rilascia gradualmente, senza l’emissione di sostanze tossiche.

Per queste sue caratteristiche, la pietra lavica è particolarmente indicata per la cottura dei cibi.

Come detto, una delle peculiarità principali della pietra lavica è la capacità di restituire in modo uniforme il calore che gli viene trasmesso dalla fonte, in questo caso il gas. Pertanto, significa che in ogni punto della griglia abbiamo la stessa temperatura e quindi non è necessario spostare le pietanze una volta che le abbiamo messe a cuocere. Inoltre, l’aggiunta di rocce laviche alla griglia a gas può aiutare ad aumentare la sua temperatura fino a 260 gradi.

Si dice che la cottura con la pietra lavica sia più salutare perché le pietre possono impedire ai grassi e all marinatura di gocciolare tra le fiamme, riducendo così le riacutizzazioni e le sostanze cancerogene che vengono infuse negli alimenti.

Pietra ollare

Attenzione a non confondere la pietra lavica con la pietra ollare.

Questa ha infatti una colorazione differente, nero-verde scuro e si trova in commercio con una superficie più liscia, con un taglio ed una finitura maggiormente lavorata. A differenza della pietra lavica, sulla pietra ollare possiamo cucinare il cibo poggiandolo direttamente sulla sua superficie.

Criteri per la scelta

Barbecue a gas

Con i modelli di barbecue a gas puoi iniziare a cucinare fin da subito, senza permettere tempo nell’accensione. Con il pulsante apposito, il barbecue è subito pronto per grigliare! Il barbecue a gas inoltre è facile da pulire. 

Rispetto ad altri tipi di barbecue, inoltre, è economico perché utilizza poco gas. Basta scegliere la bombola a gas più adatta alle tue esigenze. Le dimensioni sono diverse: ci sono modelli portatili o anche molto più ampi, tutto dipende dalla capacità di spesa. Infine, il vantaggio maggiore di un barbecue a gas è che non produce fumo quanto gli altri BBQ. Per questo è perfetto per qualsiasi ambiente, anche per un balcone. 

Una degli aspetti che fanno desistere dall’acquisto di un barbecue a gas è il costo. Difficilmente hanno prezzi inferiori a 150 €. Il terzo modello che abbiamo selezionato per te è già tra i modelli più economici che esistono sul mercato. Ti assicuriamo però che se stai pensando di acquistare un barbecue a gas, la spesa ne varrà la pena, in qualsiasi caso.

Queste strutture non sono semplicissime da trasportare in viaggio e si adattano meglio al trasporto nello stesso ambiente: da una parte all’altra del giardino, o del balcone ma non da caricare in auto per fare una grigliata in spiaggia o in un prato verde in montagna. 

Il gas è un pro ma anche un contro. Quando la bombola finisce, il grill smette ovviamente di funzionare. Ciò vuol dire che dovrai preoccuparti di averne sempre una di scorta per evitare di trovarti nel mezzo di una grigliata… senza poter grigliare

Bistecche sul barbecue

Se utilizzi un barbecue a gas presta sempre attenzione: è necessario prestare una certa cura durante l’accensione e la cottura così come alla bombola del gas e alla sua manutenzione quando il grill non viene utilizzato. 

Attenzione alla pulizia della pietra lavica. La pulizia non può essere la stessa con spazzolina e spugnetta che si usa per le griglie ma paradossalmente, il miglior modo per pulire le rocce è bruciarle. Sì, hai capito bene! 

Il nostro consiglio è quello di lasciare che la griglia si raffreddi leggermente, poi quando non sarà più bollente e potrai maneggiarla senza rischiare di farti male, capovolgi le rocce in modo che la superficie di cottura sia rivolta verso la fiamma. Prendi un foglio di alluminio e posizionalo sopra le pietre per racchiuderle, intrappolando più calore. Accendi la griglia e chiudi il coperchio lasciando che la griglia si riscaldi per circa 15 minuti con le pietre avvolte nella pellicola. Vedrai che dalla griglia uscirà del fumo, per via dei grassi e dell’olio bruciati dalle pietre. 

Una volta trascorsi i 15 minuti lascia che le pietre si raffreddino nuovamente e controllale per vedere se sono pulite. Se non lo sono, dovrai ripetere il processo di pulizia. 

Ricordati che invece quando inizieranno a sgretolarsi saranno da sostituire!