Miglior soundbar bose 700 del 2021

Ecco la classifica dei migliori prodotti della categoria Soundbar Bose 700:

Bose Soundbar 700: è il più venduto, la valutazione media è 4,5 con 1303 recensioni

Bose Bass Module 700: seconda posizione per questo prodotto, la valutazione media è 4,8 con 10 recensioni

Bose Smart Soundbar 300 con connettività Bluetooth e controllo vocale Alexa integrato: terza posizione per questo prodotto, la valutazione media è 4,4 con 383 recensioni
OffertaBestseller No. 1
Bose Soundbar 700, Bluetooth, Wi-Fi, Alexa integrata entro la fine dell’anno, 97,79 x 5,71 x 10,79 cm, Nero
1.303 Recensioni
Bose Soundbar 700, Bluetooth, Wi-Fi, Alexa integrata entro la fine dell’anno, 97,79 x 5,71 x 10,79 cm, Nero
  • La soundbar Bose: ottima soundbar Bose, con suono avvolgente, bassi profondi e facile accesso al tuo intrattenimento; usa l'app Bose Music per la configurazione guidata
  • Alexa integrato: Amazon Alexa e Assistente Google sono integrati in questa soundbar smart per il controllo vocale a mani libere; un sistema con microfono antirumore acquisisce la tua voce da ogni direzione
  • Controllo vocale della TV: la tecnologia Bose Voice4Video amplia le funzionalità di Alexa, consentendoti di controllare questa soundbar smart, la TV e il decoder via cavo/satellitare con un solo comando vocale
  • Effettua o ricevi chiamate: solo con Alexa, effettua o ricevi chiamate da questa soundbar smart su prodotti smart Bose, prodotti Amazon Echo e con chiunque sia nell'elenco dei tuoi contatti; mani libere, niente telefono e nessuna spesa
  • Connettività: riproduci in streaming la tua musica preferita e molto altro tramite una connessione Bluetooth, la rete Wi-Fi di casa, Apple AirPlay 2 o Spotify Connect

Recensioni

Design, Tecnologia e Resa Audio hanno davvero poco da invidiare ad un impianto 5.1 – Grande Bose
Your browser does not support HTML5 video. BREVE PREMESSA STORICA … SE VI INTERESSA Parlare di Bose forse è inutile perché quasi tutti conoscono, apprezzano e condividono lo stesso giudizio nei confronti del colosso audio americano, ovvero il Top assoluto nel campo della tecnologia sonora. Sono passati ormai più di cinquanta anni da quando Amar Bose decise di fondare l’omonimo gruppo destinato ad un successo mondiale quasi senza precedenti, proprio lui che iniziò poverissimo a riparare trenini rotti perché li adorava ma non poteva permettersi di acquistarne di nuovi. Ma il famoso sogno americano, si sa, a volte funziona, anche per chi, come lui, non è neanche americano al 100% ma di origini indiane. Per riconoscenza al paese che lo ha ospitato e all’istituto di ricerca che ha creduto in lui e lo ha finanziato fino a farlo diventare uno degli uomini più ricchi del mondo, prima di morire, Amar Bose ha donato la metà delle azioni del suo gruppo all’istituto di ricerca stessa con un gesto bellissimo ed onorevole. Forse su un sito e-commerce come Amazon questo breve cenno storico sulle origini della Bose potrebbe non essere proprio “pertinente” ma su ogni recensione che faccio, dalla più piccola alla più grande e costosa, mi chiedo sempre chi c’è dietro la vendita e dietro il prodotto finale che sto descrivendo perché, se questo “qualcuno” ha una bella storia alle spalle che vale la pena di raccontare, io sento il dovere di farlo, di impulso come in questo caso. Ma andiamo a vedere nel dettaglio tutte le caratteristiche di questo interessantissimo prodotto, sperando possano essere di aiuto a chi si sta avvicinando all’acquisto e vuole saperne qualcosa in più. ✔️ L’ETERNO DILEMMA SOUNDBAR O HOME THEATRE? – Fino all’avvento di questo gioiellino la mia risposta sarebbe stata piuttosto scontata: sempre meglio un impianto Home Theatre 5.1 con amplificatore e casse separate. Ma per me è facile rispondere con questa sicurezza visto che il Cinema e l’Home Theatre costituiscono da sempre le mie più grandi passioni ed ho ormai perso il conto del numero di impianti acquistati e provati per la mia famiglia, per parenti o per amici. Se poi ci mettete pure che sono un collezionista accanito di film in edizione SteelBook eccovi spiegata la mia inclinazione decisamente rivolta verso gli impianti puri, rigorosamente composti da un amplificatore potente sempre affiancato da diffusori separati e opportunamente posizionati. Niente compromessi quindi e l’amletico dubbio tra SoundBar e Home Theatre per me non sia era mai realmente posto, almeno fino al momento di conoscere Bose 700. Volendo comunque paragonare i due “mondi”, qui di seguito ed in estrema sintesi, potremmo riassumere così le principali differenze: • Le SoundBar è sicuramente la scelta più economica e veloce per migliorare il pessimo audio della nuova generazione di TV, sempre più orientata al miglioramento del video e sempre meno attenta alla qualità dell’audio. Grazie ai vari altoparlanti posizionati con diverse angolazioni al suo interno riesce a simulare la provenienza dei suoni da diversi punti e a produrre un audio di buona/ottima qualità. Se poi il budget è limitato, lo spazio è ridotto e non avete la voglia o la possibilità di far passare fisicamente i sei cavi minimi previsti da collegare all’amplificatore …. soprattutto i due posteriori che normalmente sono sempre i più scomodi …. allora potrebbe davvero rappresentare il perfetto compromesso. • L’impianto Home Theatre è però tutt’altra cosa perché fornisce una resa sonora davvero simile a quella delle sale cinematografiche. Grazie ai sei diffusori esterni non integrati (minimo sei se non addirittura otto) riesce a canalizzare i suoni separando ad esempio il parlato, la colonna sonora, i rumori di ambiente ed i bassi, e ad inviarli separatamente ai diffusori. Il risultato è un audio avvolgente, puro, nitido nei dettagli e potente nei bassi grazie al SubWoofer dedicato. Di contro ovviamente richiede una spesa più onerosa, molto più spazio ed a volte anche dei lavori in casa per il passaggio dei cavi, soprattutto per le casse posteriori, croce e delizia dell’impianto. Detto questo, spiegate le differenze ed espresso chiaramente il mio punto di vista e la mia propensione evidente verso l’Home Theatre, immagino che qualcuno si stia domandando il motivo che mi ha spinto ad assegnare ben cinque stelle. Vi rassicuro su una cosa … non ho improvvisamente cambiato idea e non soffro neanche di bipolarismo … anzi, sono sempre convinto che un impianto Home Theatre 5.1 (o 7.1 se preferite) sia sempre obiettivamente superiore ad una SoundBar. Ma ora che ho potuto vedere e provare personalmente la Bose 700 ho ampliato i miei orizzonti ed ho capito che esistono delle SoundBar che non possono essere considerate soltanto dei semplici COMPROMESSI ma, al contrario, delle validissime ALTERNATIVE ad un impianto Home Theatre completo. ✔️ CONFEZIONAMENTO E IMBALLAGGIO - Il packaging è molto elegante ed è composto da una resistente scatola rettangolare in cartone rigido di colore nero avvolta da una protezione in plastica. L’apertura della scatola è di grande effetto perché mostra soltanto la cassa ben avvolta in un foglio di plastica trasparente ed adagiata su una base di cartone; sei supporti equidistanti in plastica, tre superiori e tre inferiori, completano la stabilizzazione della cassa impedendo qualsiasi tipo di slittamento o attrito. Davvero un imballaggio che rasenta la perfezione e che la mette al sicuro anche dal più maldestro dei corrieri. La base dove poggia la cassa è in realtà una resistente scatola in cartone destinata a contenere tutti gli accessori in dotazione (Vedi Foto Allegate). La confezione contiene: • Bose Soundbar 700 • Telecomando universale • 4 batterie AA • Pannetto antistatico per pulizia • Cuffie ADAPTiQ • Cavo ottico • Cavo HDMI • Cavo di alimentazione • Manualetto di prima installazione (anche in italiano) ✔️ COLLEGAMENTI, PRIMA INSTALLAZIONE E TEST – Cominciamo con il dire che non è una cassa wireless, ovvero alimentata da una batteria al litio ricaricabile, e che quindi deve essere collegata ad una presa elettrica tramite l’apposito cavo di alimentazione fornito in dotazione. Una volta collegata si accenderà la barra luminosa ed emetterà una luce gialla fissa. A questo punto dovete solo decidere in che modo collegarla (cavo o wireless) e a quali dispositivi (TV, telefono, Tablet, Lettore BluRay, Decoder, Console). Io mi sono divertito facendo diverse prove, soprattutto per testare le varie tipologie di collegamenti, oltre naturalmente al valore della resa sonora, e qui di seguito provo a raccontarvene qualcuna. TEST N.1 – TV -> BOSE Per il collegamento alla TV ho effettuato un collegamento fisico con cavo HDMI (in dotazione). Dal telecomando BOSE premere il tasto centrale raffigurante uno schermo TV e non ci sarà neanche bisogno di abbassare l’audio proprietario per evitare spiacevoli sovrapposizioni. Il sonoro verrà automaticamente reindirizzato al nostro diffusore e a meno che non siate sordi sarò davvero difficile non notare la differenza …. In positivo ovviamente. Ma questo ce lo potevamo immaginare anche senza la necessità di provarla, visto la bassa qualità audio fornita da tutti i televisori di nuova generazione, compreso il mio. TEST N.2 – LETTORE BLURAY -> TV e TV -> BOSE Passiamo allora ad un banco di prova molto più indicativo … un bel film con audio DTS HD riprodotto su un lettore 4K della Sony. Per l’occasione ho scelto “Terminato Salvation” che monta un audio di “riferimento” per utilizzare un termine tanto caro ai malati di Home Video come me e che ho l’abitudine di usare spesso quando devo fare dei test, vista la pulizia e nitidezza assoluta del suono riprodotto. Per questo secondo test lasceremo il collegamento descritto al punto 1 come inalterato (HDMI diretta tra TV e BOSE) e andremo invece a manipolare l’attuale collegamento tra lettore 4k, TV e amplificatore del mio impianto Home Theatre. La mia configurazione attuale prevede un collegamento HDMI tra il lettore e l’amplificatore per l’invio del comparto audio ed un altro collegamento HDMI tra lettore e TV per l’invio alla TV del comparto Video. Lasciamo inalterato il collegamento tra il lettore 4K e la TV e stacchiamo invece quello tra il lettore e l’amplificatore. In questo modo ora, il lettore 4K invierà al TV il comparto audio/video completo attraverso l’unico cavo HDMI collegato. Il TV catturerà quello video e reindirizzerà quello audio verso BOSE, grazie al collegamento effettuato e descritto nel primo test. Accendiamo il lettore, facciamo partire il film e … finalmente gustiamoci l’audio. La resa sonora è davvero elevatissima, il livello di dettaglio è molto alto e particolareggiato ed il suono potente ma equilibrato. I dialoghi hanno un dettaglio chiaro e lineare, le colonne sonore sono nitide e coinvolgenti ma mai invasive, i rumori di ambiente e di sottofondo sono sempre chiari e distinti. Le frequenze alte sono squillanti e ben definite mentre i bassi risultano sorprendentemente potenti ed autorevoli. Dico sorprendentemente non a caso, ma perché non avrei mai immaginato che si potessero ottenere bassi così ben marcati in un mini subwoofer come quello implementato da Bose con questo diffusore. Volendo riassumere in un semplice slogan questa esperienza di ascolto direi … EQUILIBRIO E POTENZA. Sempre all’interno di questa configurazione aggiungo una piccola postilla. Se il vostro TV è provvisto di uscita ottica come il mio si può pensare di effettuare un collegamento diretto con il diffusore attraverso il cavo ottico in dotazione e senza HDMI. La qualità è più o meno la stessa ma si veicola esclusivamente l’audio risparmiandoci un’uscita HDMI per altri collegamenti. TEST N.4 – SmartPhone -> BOSE (con Bluetooth) Dai test precedenti avrete certamente colto la mia propensione decisamente rivolta verso i collegamenti fisici trascurando quelli Wirelesss. Vediamo allora di porci rimedio. Visto che la cassa è potente e performante … e soprattutto visto che è Bluetooth … ho ceduto alle pressioni delle mie due figlie ed abbiamo deciso di ascoltarci della buona musica … per buona musica si fa per dire ovviamente ... mi hanno bocciato U2 e Pink Floyd e sono partite in tromba con Maluma e Ozuna. Ma torniamo alla modalità di collegamento, oggetto di questa sezione, saltando però la descrizione del telecomando che risulterebbe lunga e noiosa e che è comunque ben descritta nel manuale scaricabile dal sito della Bose La tecnologia wireless Bluetooth consente di riprodurre la musica da sorgenti esterne mobili come Smartphone o Tablet, previa opportuna connessione. Prendete il telecomando e tenete premuto il tasto Bluetooth fino a quando la barra luminosa non lampeggerà di blu; a questo punto il diffusore è pronto ed aspetta di essere connesso al primo dispositivo utile. Prendete il vostro Smartphone, attivate la ricerca dei dispositivi e cercate il diffusore BOSE ricordandovi che se non gli avete assegnato un nome tramite APP BOSE verrà visualizzato il predefinito di fabbrica, ovvero BOSE SoundBar 700 . Una volta accoppiato scegliete il brano e godetevi l’ascolto … si fa per dire visto l’oggetto del test. Sorprendente come il test surrogato dell’home Theatre? No stavolta direi proprio di no, ma forse soltanto perché ho già avuto modo di provare ed apprezzare i diffusori Bluetooth portatili della Bose, sicuramente tra i miglioro al mondo. Comunque, per stabilire con onestà e rigore i parametri reali della qualità del suono soprattutto comparando diffusori simili occorre essere professionisti del settore, quindi non elargirò sentenze ne certezze ma esprimerò esclusivamente il mio punto di vista, che potrebbe non essere una verità assoluta. Io non sono un professionista ma armeggio e mi diletto con apparecchiature di questa tipologia da tanti anni ed un pizzico di esperienza, ma nulla di più, penso di averla acquisita. Il mio giudizio da questo punto di vista è pertanto puramente amatoriale, non professionale. Ma fatta questa doverosa premessa vi posso dire che la qualità generale del suono mi ha lasciato a bocca aperta. La potenza del diffusore è ottima e a qualsiasi livello di volume si arrivi, l’audio resta sempre nitido e dettagliato, non solo negli ottimi bassi ma anche nelle tonalità medie ed alte, sempre ben definite e molto equilibrate. Comunque, ripeto, valutazioni nel campo acustico sono anche molto personali e quello che al mio orecchio può sembrare perfetto, ad un orecchio più attento potrebbe rilevare anche alcune imperfezioni. Oltre all’ottima qualità del suono occorre rilevare la perfetta portata del segnale Bluetooth; durante le prove non ho riscontrato nessuna presenza di fastidiose disconnessioni, distorsioni del segnale, fruscii o perdite fino ad un raggio di 10 metri circa. E per concludere questa sezione …. ancora tre ultime cose … Considerate che il Bluetooth consente di collegare fino a otto dispositivi mobili ma che se ne può sempre utilizzare uno solo alla volta e che la gestione dei collegamenti Bluetooth delle connessioni può essere fatta sia tramite telecomando, sia tramite APP BOSE. Considerate che questo diffusore è già predisposto per essere collegato ad altre casse, qualora foste così esigenti da volerne migliorare le prestazioni. Personalmente non ve lo consiglio viste le performance elevate già fornite, ma l’aggiunta di un eventuale Subwoofer esterno non guasta mai … sempre se non vivete in un codominio altrimenti rischiate una denuncia per disturbo della quiete pubblica. E considerate infine che questa cassa è predisposta per essere appesa al muro se l’esigenza lo richiede ma le staffe ed i supporti non sono compresi ed eventualmente vanno acquistati separatamente. ✔️ CALIBRAZIONE AUDIO ADAPTIQ - Dopo aver configurato la soundbar utilizzando l’app Bose Music, un messaggio dell’app invita l’utente a effettuare la calibrazione audio ADAPTiQ per ottenere prestazioni acustiche migliori. Vi consiglio vivamente di farlo per ottenere la calibrazione necessaria al perfezionamento della resa audio; io lo faccio regolarmente per ogni nuovo impianto Home Theatre che devo istallare e provare. ✔️ DESIGN/MATERIALI/PESO - Il Design è minimalista, sobrio, elegante e davvero raffinato. Il diffusore si estende in lunghezza avvolto da una raffinata griglia metallica a maglia strettissima mentre il pannello superiore è realizzato in vetro temperato. Le finiture sono realizzate con classe ed eleganze ed i bordi opportunamente stondati. Un vero oggetto di design oltre che tecnologico e disponibile esclusivamente nei due colori classici bianco e nero. Nella parte inferiore sono presenti due ampi piedini in gomma antiscivolo che aiutano l’ancoraggio del diffusore alla superficie. Nella parte posteriore sono presenti tutti gli ingressi di input/output, opportunamente allocati in nicchie interne per non creare spessore con l’eventuale parete di appoggio/Muro/Mobile/TV; in questo modo i connettori restano all’interno della nicchia e fuoriesce esclusivamente il filo, molto meno spesso e facilmente orientabile. Brava Bose ancora una volta perché sono anche questi piccoli particolari che fanno la differenza tra un diffusore buono ed uno TOP. Le dimensioni sono abbastanza generose (Lunghezza: 97,8 cm – Altezza: 5,7 cm - Profondità: 10,8 cm) e quindi fate molta attenzione a prendere le misure per non rischiare qualche cocente delusione. Il peso è piuttosto sostenuto: 4,76 kg. Inoltre, toccandola e guardandola da vicino, non mi sembra di aver notato giunture o saldature ed ho il felice sospetto che sia stata realizzata attraverso un processo che si chiama estrusione, ovvero senza saldature con sezione costante per tutta la sua lunghezza. Se così fosse ne guadagnerebbe non soltanto il design più pulito ed elegante, ma anche la robustezza e la durata dell’involucro. ✔️ COLLEGAMENTI E CONNESSIONI – Questo diffusore è provvisto di diversi ingressi e porte di connessione, tutti opportunamente situati a scomparsa nella parte posteriore. Nel dettaglio: • Uscita HDMI ARC (Audio Return Channel) – Si tratta di una presa HDMI avanzata (HDMI 1.4 o superiore) che permette di “far tornare” l’audio dal TV verso il dispositivo connesso, sia esso un sistema d’amplificazione o un sistema di casse. Con HDMI ARC non servono più i cavi supplementari per il ritorno audio alla sorgente ma l’input/output viaggia sullo stesso filo. Ovviamente per usufruire di questa feature, oltre ad un cavo performante ad alta velocità (incluso in confezione), serve che entrambe le prese supportino questa funzionalità. Altrimenti funziona lo stesso ma in modalità standard • Uscita Ottica TOSLink – Per anni è stata la mia preferita ed l’ho sempre utilizzata su ogni amplificatore che ho avuto l’occasione di montare e provare … anzi per un certo periodo … non tenevo neanche in considerazione tutti gli impianti che ne risultavano sprovvisti. Ma con l’avvento ed il perfezionamento continuo dell’HDMI il cavo ottico è ormai diventato obsoleto, quasi vintage. La qualità di trasmissione ad impulsi laser non si discute ma la praticità ed universalità dell’HDMI, volente o nolente, non si discute. Resta ancora utile per inviare soltanto il segnale audio da una sorgente ad un diffusore. • Ingresso di Alimentazione • Ingresso Rete Ethernet • Ingresso USB Service • Ingresso Subwoofer Esterno • Ingresso IR • Ingresso Data Cavo Aux • Ingresso AdaptiQ per collaudo impianto ✔️ CONFIGURAZIONE DELL’APP BOSE MUSIC – Vi confesso con molta onestà che non sono un fan accanito delle APP, soprattutto quando il dispositivo ti mette a disposizione un bel set di cavi ed un ottimo telecomando come quello in dotazione. In questo caso però non mi sento di sconsigliare l’utilizzo dell’APP Bose Music perché permette di configurare e controllare la soundbar, eseguire lo streaming di musica, impostare e cambiare i preset, configurare il telecomando, aggiungere servizi musicali, esplorare le stazioni radio Internet, configurare Amazon Alexa e altro ancora. Per info e dettagli potete consultare e scaricare il manuale online presente sul sito di Bose, quasi interamente dedicato proprio a questo argomento. Personalmente, purtroppo non ho avuto una bella esperienza sull’utilizzo dell’APP e al momento in cui scrivendo sto utilizzando lo splendido telecomando programmabile, solo al mino sindacale. ✔️ PREZZO – Il prezzo è forse l’unica vera nota dolente di questo eccezionale diffusore, ma è parzialmente giustificato dall’enorme qualità offerta; su Amazon è in vendita a 900 euro spedizione compresa, almeno al momento della pubblicazione di questa recensione (Ottobre 2018). ✔️ CONCLUSIONI – In conclusione si tratta di un diffusore dii livello eccezionale che implementa una tecnologia sofisticata ed altamente performante e contraddistinto da un’attenzione al design e ai particolari tipica dei prodotti TOP di gamma., purtroppo anche nl prezzo esagerato. Di contro non è propriamente intuitiva all’atto dell’installazione e neanche supportata da una manualistica all’altezza. In realtà il collegamento primario alla TV è semplice e immediato, così come l’attivazione del Bluetooth e l’associazione ai dispositivi esterni per l’ascolto della musica. Quello che non mi ha proprio convinto è la navigazione sull’’APP ed il settaggio del telecomando, ancora ignoto dopo qualche giorno di test. Sicuramente una delle migliori, se non la migliore, SoundBar attualmente in commercio e quindi altamente consigliata. Sperando di esservi stato utile auguro a tutti un ottimo acquisto.
Soldi ben spesi
Partiamo da un fatto: sono uno dei pochi recensori che l'ha comprata....percui avendo speso un bel po le aspettative erano molto alte. Ho un impianto da audofilo nel mio studio e ho deciso dopo lunghe analisi di puntare su di una soundbar, e non un hifi,per amplificare la mia tv in soggiorno perché le ritengo piu funzionali e molto meno invasive dal punto di vista estetico di un impiato con due casse e ampli. La scelta è stata tra sonos e bose.....ho puntato su bose e la scelta è vincente!!!! Esteticamente è molto elegante, la base è in vetro antimpronta nero, le linee di design si abbinano con qualsiasi arredamento. L'installazione è un po' laboriosa: ci vogliono circa 25 min per il download del firmware e il setup del telecomando universale ma poi il divertimento è assicurato. Il telecomando consente di controllare tutti i dispositivi presenti (tv,decoder,soundbar). Il lato sonoro è quello che mi aspettavo: audio esattamente nitido senza nessuna esagerazione delle frequenze alte. Risulta piacevole e sempre presente anche a volumi molto alti. I medi sono la sorpresa di questa soundbar: avvolgenti e definiti. Avevo altri prodotti bose ma in genere questa gamma di frequenze erano gestiti con fatica: qui la bose si è superata producendo un prodotto che amalgama tutte el frequenze senza nessun eccesso. I bassi sono sorprendentemente presenti e abbastanza coinvolgenti. Insomma super consigliata. Unica precisazione: non si può fare nessun confronto con un impianto di audiofilia perché pur entrambi facendo lo stesso lavoro (produrre musica) le esigenze di ascolto sono completamente diverse
pienezza e profondità dei bassi
Soundbar di elevate qualità che conferma l'eccellenza dei prodotti Bose; il suono è ampio e ben calibrato, grazie anche al sistema ADAPTiQ della Bose che analizza in maniera volumetrica l'acustica dell'ambiente adattando le prestazioni della barra stessa. E' una soundbar che lavora benissimo anche da sola e, visto il costo non esattamente invogliante, non è poca cosa considerando che il corredo completo prevederebbe due surround speakers ed un sub (Modulo Bassi 500 o 700, ma io prediligo il 700 in quanto i bassi del 500 risultano un po mortificati perché assorbiti dagli ottimi bassi contenuti all'interno della barra) per una spesa di altri 1.250,00 euro 🙁 - Attualmente la barra l'ho posizionata sotto il TV di 46" sospeso, grazie alle staffe sempre della Bose collegate alle staffe ad L della Meliconi ed il tutto alle staffe del TV. C'è chi sostiene che il costo delle staffe Bose e Meliconi è eccessivo e si potrebbe provvedere con altri prodotti di ferramente da adattare; sinceramente ci ho provato anch'io ma alla fine ho ceduto all'acquisto delle staffe Bose e Meliconi che mi hanno restituito un risultato ottimale, almeno per le mie esigenze (allego un contributo fotografico della barra e delle staffe, sperando di fare cosa gradita). Mi rivolgo quindi a chi è titubante sull'acquisto o meno di una barra così costosa e mi sento di dire tranquiilamente che ne vale la pena (se si può, altrimenti ci sono soluzioni valide diverse ma non altrettanto performanti, secondo me). Prodotto Bose, in sintesi, di cui mi sento di consigliarne fortemente l'acquisto

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 2
Bose Bass Module 700, Wireless, Nero
10 Recensioni
Bose Bass Module 700, Wireless, Nero
  • Questo subwoofer compatto e wireless è progettato per essere abbinato alla Bose Soundbar 700
  • Un driver potente e una porta di grandi dimensioni offrono una gamma dinamica di note basse e piene per esaltare le scene e le playlist più coinvolgenti
  • Suono ottimo in tutta la casa, senza sacrificare la chiarezza grazie alla tecnologia QuietPort che elimina la distorsione
  • Il ripiano in vetro di alta qualità aggiunge eleganza alla tua configurazione home cinema
  • Abbina la Bose Soundbar 700 e il Bose Bass Module 700 ai Bose Surround Speakers per ottenere bassi potenti e un suono surround avvolgente

Recensioni

Tutto quello che devi sapere sul Bass Module 700
Sono stato molto indeciso se prenderlo per abbinarlo alla già ottima Bose Soundbar 700 o meno in primis per il prezzo, davvero molto elevato, e secondo perché avevo paura che fosse eccessivo per il mio appartamento. Sul primo punto sono stato fortunato e ho colto al volo un'offerta di Amazon portandomelo a casa a 480 euro, sempre tanto a mio avviso, ma già più sensato rispetto al prezzo di listino. Per cui l'ho preso come un segno del destino e ho deciso di comprarlo senza pensarci più di tanto conscio che avrei potuto comunque utilizzarlo per un mese e poi decidere se renderlo indietro o tenermelo, come da politica di Amazon. Ormai è un mese che lo utilizzo (e lo sto utilizzando davvero tantissimo visto che siamo confinati in casa a causa del coronavirus..) e diciamo che la differenza rispetto alla sola soundbar 700, seppur già ottima, sicuramente è tanta, tantissima. Il suono dei bassi dà un'altra dimensione tanto ai film quanto alla musica riproducendo quell'effetto sound che solitamente si riesce a godere solo al cinema. Sul suo utilizzo devo dire che sicuramente è eccessivo per un utilizzo in un appartamento diciamo medio/piccolo (nel mio caso trilocale 70mq) e direi in linea di massima anche se si vive in un condominio. Per darvi un ordine di grandezza quando guardo un film non supero praticamente mai il 40% della sua potenza, qualche volta lo porto al 50% ma inizia a diventare già tanta roba (e sicuramente non lo userei a questo livello per vedermi un film la sera altrimenti rischierei di litigare con i vicini). Fatte tutte queste premesse ho deciso di tenermelo perché a quel prezzo l'ho pagato praticamente poco di più rispetto al Bass Module 500 per cui non credo valga la pena passare al fratello minore (oltre al fatto che ho letto che se si possiede la soundbar 700 non è il massimo abbinarci il bass module 500 seppur compatibile). Per un prezzo superiore valuterei bene l'acquisto, specie considerando che se vivi in una casa non troppo grande o comunque all'interno di un condominio non potrai sfruttarlo al 100%. Per tutto il resto straconsigliato!
Recensione con video Bose Soundbar 700 + Bass Module 700
Your browser does not support HTML5 video. Ho acquistato la Soundbar Bose 700 + il Modulo Bass 700 di colore bianco. Già dal peso e dall'imballaggio si capisce di aver acquistato un prodotto premium. Lo si capiva anche prima, visti i tanti soldi spesi. Una volta tolto l'imballaggio sono rimasto a bocca aperta: design bellissimo, vetro temperato sulle parti superiori della Soundbar e del Modulo Bass. Voto 10. Credo che il colore bianco sia ancora più bello del nero, però va a gusti. Allora, ho collegato facilmente la Soundbar 700 alla presa HDMI-ARC della mia TV LG, connessa altrettanto facilmente alla Wi-Fi EOLO, mi è arrivato subito un aggiornamento durato 10 minuti. Se preferite potete collegarla col cavo ottico che suona altrettanto bene. Intanto ho scaricato l'App Bose Music. Finito l'aggiornamento, l'ho installata in un attimo e poi ho connesso il modulo bass Wi-Fi, dopodiché ho configurarto il telecomando (molto bello, si illumina appena si prende in mano e col quale si possono comandare altri dispositivi e la TV). Infine ho configurato il suono col "casco" ADAPTiQ (consigliato). Come suona? Voto 10. Suoni alti, medi e bassi splendidi, potenti e cristallini, questi ultimi molto buoni anche senza modulo Bass, ma con questo (molto dispendioso) sono favolosi (la casa trema, per intenderci). Alexa integrata funziona perfettamente. Servizi musicali integrati ottimi, solo Spotify funziona solo con account premium (che io non ho). Con l'acquisto ho ricevuto in regalo 3 mesi di Amazon Music in regalo (valore circa 30€). Dialoghi nei film perfetti. Ottimi effetti sonori nei film e nei videogiochi. Lasciate perdere i sistemi con DTS:X e Dolby Atmos che questo, a confronto, è 10 volte meglio. Ascoltare per credere. È cara, si sa, soprattutto se si comprano i moduli aggiuntivi (consiglio almeno il Bass 500, se potete prendete il 700 che suona ancora meglio ed è più bello). Comunque suona da Dio. È Bose. P.S. Metto un video (non fate caso alle parolacce per l'emozione...)
Prodotto eccessivo per usi “domestici” se si abita in condominio
È senza dubbio un ottimo prodotto, dal design - incluso il packaging - eccezionale. L’ho acquistato insieme alla soundbar 700, fidandomi delle recensioni che li davano come la “coppia perfetta”. A mio avviso mancano indicazioni su luoghi ed occasioni di utilizzo, almeno per chi, come me, non è un “addetto ai lavori” ma semplicemente una persona che ama guardare la tv ed ascoltare musica. Ho un soggiorno/cucina MOLTO grande e mi ero erroneamente convinta che fosse opportuno acquistare il modulo bassi 700, mentre l’ho dovuto tenere talmente basso (scusate il gioco di parole) che non giustificava minimamente l’acquisto. Appena si alzava, tremano letteralmente i muri. Sperimentando tutti i settaggi possibili. E io abito in un condominio! A mio parere, se si ha una soundbar bella come la 700, quasi non serve il modulo bassi (almeno per usi domestici). O è comunque sufficiente il 500. Averlo saputo prima...!

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 3
Bose Smart Soundbar 300 con connettività Bluetooth e controllo vocale Alexa integrato, nero
383 Recensioni
Bose Smart Soundbar 300 con connettività Bluetooth e controllo vocale Alexa integrato, nero
  • Come nessun'altra: questa elegante soundbar per TV, film, musica e giochi offre un audio ampio, una nitidezza eccezionale e bassi intensi e vanta una finitura in nero opaco con una griglia in metallo senza giunture.
  • Prestazioni acustiche: cinque driver full-range offrono un suono ampio e nitido, rendendo la soundbar perfetta per TV, film, giochi e molto altro.
  • Alexa integrato: Amazon Alexa e Assistente Google sono integrati in questa soundbar smart per il controllo vocale a mani libere. Un sistema con microfono antirumore acquisisce la tua voce da ogni direzione.
  • Controllo vocale della TV: l'esclusiva tecnologia Bose Voice4Video amplia le funzionalità di Alexa, consentendoti di controllare questa soundbar smart, la TV e il decoder via cavo/satellitare con un solo comando vocale.
  • Connettività: associa il tuo dispositivo a questa soundbar wireless per riprodurre in streaming la tua musica preferita e molto altro tramite una connessione Bluetooth, la rete Wi-Fi di casa, Apple AirPlay 2 o Spotify Connect.

Recensioni

Ottimo acquisto ma manca il subwoofer
Tipico suono Bose, nulla da dire. Con i brani flac molto meglio degli mp3. Con gli effetti sonori dei film eccezionale. Si sente la mancanza del woofer che, volendo, si può acquistare in un secondo momento alla Modica cifra di 400€ Circa. Ultimamente Alexa fa un po’ la discola, devo alzare la voce per farmi sentire, all’inizio mi sentiva anche da una stanza all’altra. Le starò sicuramente antipatico.
Fantastica!
Non volevo un subwoofer in giro per la casa e quindi ho pensato di prendere questa soundbar sperando di ottenere dei risultati buoni anche nei bassi. Che dire, ottima resa in ogni momento del film dai dialoghi ai bassi profondi! Molto contento. Arrivata prima del previsto e ben imballata. Collegamento semplice, oltre all'alimentazione elettrica un cavo a scelta tra HDMI o Audio e tutto finisce lì. La TV è pronta ad accogliere questa meraviglia. Buon ascolto a tutti!
Buon prodotto
Migliora sicuramente l’audio della tv , abbinata al mio Bose GS II sembra di essere al cinema ,da sola bisogna aumentare i bassi dall’app , ottimo l’abbinamento con Alexa che comanda anche il volume e L’ accensione del tv ,anche se la mia tv avendo qualche anno non permette il cambio di canale . Tutto sommato sono contento del prodotto ottimo anche il collegamento Bluetooth con iPhone e iPad per ascoltare le mie playlist

Acquista su Amazon