Il miglior libro di Franz Kafka del 2021

Ecco la classifica dei migliori prodotti della categoria Libro Di Franz Kafka:

Lettere a Milena: è il più venduto, la valutazione media è 4,5 con 351 recensioni

La metamorfosi: seconda posizione per questo prodotto, la valutazione media è 4,5 con 10 recensioni

La Metamorfosi: di Franz Kafka: terza posizione per questo prodotto, la valutazione media è 4,4 con 443 recensioni
OffertaBestseller No. 1
Lettere a Milena
351 Recensioni
Lettere a Milena
  • Kafka, Franz (Author)

Recensioni

Kafka
Che dire di questo epistolario? poetico, graffiante, profondo, intelligente, unico, un libro bellissimo che parla d amore usando una terminologia diversa e speciale.
Bello!
Ho sentito parlare molto di questo libro e del suo autore particolare, mi sono incuriosita e quindi ho deciso quindi di acquistarlo. Libro bellissimo, soprattutto la copertina particolare mi piace moltissimo. L’unica pecca un piccolo segno di strappo sul bordo in alto, ma piccolissimo, non si nota neanche. Quindi consiglio l’acquisto di questo libro.
Delicato e meraviglioso
Uno dei libri che non mi stanco mai di riprendere, rileggere e immergermi. Si studiano gli scrittori, le loro opere, le si leggono, ma in queste opere, nel loro epistolario più intimo li si scopre davvero e così mi è capitato con Kafka. "Lettere a Milena" è di una delicatezza davvero strabiliante, tanto che si può aprire il libro e lasciarsi avvolgere da parole che sono più di singole lettere, ma reali abbracci, baci di un uomo totalmente devoto a questa donna, innamorato e a tratti anche distrutto. Sognante e sognatore dalla prima all'ultima pagina. Impossibile non consigliarlo

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 2
La metamorfosi
10 Recensioni
La metamorfosi
  • Kafka, Franz (Author)

Recensioni

Destino ineluttabile
Nella” Metamorfosi “ Franz Kafka mostra e riflette il crudele e immodificabile destino di un uomo rimasto solo, appiedato da una spaventosa mutazione fisica che vede affievolirsi sogni e desideri nel cuore di una essenza del tutto umana, sconfitto dal proprio confronto con una società ed un tempo ostili, indifferenti, percorso da un dolore individuale e da una sofferenza che lo ritraggono in una accettazione inderogabile di un destino e di un sacrificio necessari. Un racconto che sintetizza e mette a nudo temi complessi, il senso dell’ assurdo che riempie ogni cosa, la marginazione ed esclusione propria del mondo ebraico, il conflitto edipico, un profondo senso di disagio che ha la voce interiore di Gregor Samsa, un commesso viaggiatore che vede il futuro e scopre la disumana indifferenza del presente. Un incipit incredibile, improvviso, inaspettato, tanto disumano nella forma e tanto umano nella essenza, chiedendosi che cosa sia potuto accadere, riferendosi ad un istinto di sopravvivenza quantomai vivido. C’è una parvenza di normalità, un senso di dignità, una possibile malattia dietro la quale nascondersi, assentarsi, ma le proprie fattezze sono del tutto mutate e di umano si conserva un animo in grado di provare sensazioni e sentimenti dietro un filo di voce che va dissolvendosi. I propri affetti più cari, quella famiglia in difficoltà amata e sostenuta economicamente, sembrano preoccuparsi della assenza di Gregor, attenderne un cenno, percepire e giustificare il suo stato di prostrazione, ma dura poco, la scoperta della verità cambia le carte in tavola, nega, evita, allontana, sguardi posati su altro, accentuando il proprio senso di lontananza in un paesaggio desolato realmente irreale. La claustrofobica permanenza in una stanza spogliata e dissolta, nascondendosi, cercando di conservare qualche ricordo, la progressiva dipartita della sorella Grete, che pareva accettare e comprendere, lo sguardo dei genitori, la paura ed il disprezzo nei loro occhi, le violenze subite per preservarsi, tutto pare indirizzarsi ad incomprensione e indifferenza, e allora, oppresso e logorato dai sensi di colpa, indebolito e ferito nel corpo e nell’ animo, Gregor continua a strisciare e a nascondersi. Nonostante il suo attuale aspetto misero e disgustoso non è un nemico, ma chi può occuparsi di lui oltre lo stretto necessario in una famiglia logorata dalla disperazione e dall’ idea di essere vittima di una disgrazia senza uguali? Una ferita che riprende a dolere quando la madre dice “ chiudi quella porta, Grete, “ ed egli si ritrovava di nuovo al buio, immerso in una sporcizia non rimossa. Sarà l’indifferenza, una quiete domestica ristabilita, una cancellazione di fatto ad indirizzarne il lento cammino in una statica assenza definitiva. Gregor Samsa e’ costretto a rimpicciolire, denigrarsi, dissolversi, insieme alle proprie parole incomprensibili in un tempo che lo ha escluso, incontrando un destino segnato ed accettato, in cui per lui e per l’ insetto che e’ non esiste alcuna libertà esprimente.
Lettura obbligatoria per qualunque essere umano
Il libro è arrivato nei tempi previsti e in buono stato al 90% (ci sono delle ammaccature sulla parte alta di qualche pagina, e anche dello sporco sul retro della copertina, ma nel complesso niente di serio). La storia in se è molto grottesca (ed è questo il lato dell'opera che personalmente non riesco ad apprezzare pienamente, dato che mi provoca un forte senso di angoscia e disagio), e tratta il tema dell'emarginazione del diverso che viene condannato in modo tragico dalla società (in questo caso per l'aspetto esteriore). Il racconto è molto breve (circa 70 pagine) e si legge in poche ore. L'edizione è ben fatta, semplice e compatta.
libro splendido
Bhè che dire, il libro è splendido. Tratta della condizione umana, quanto sia labile e delicata. E quando si è appena diversi dagli altri, ecco che ci ritroviamo soli e abbandonati da tutti. Fa riflettere sul'umanità. Poi Amazon è sempre puntuale, velocissimo e gli arrivi sempre graditi.

Acquista su Amazon
OffertaBestseller No. 3
La Metamorfosi: di Franz Kafka
443 Recensioni
La Metamorfosi: di Franz Kafka
  • Kafka, Franz (Author)

Recensioni

Bello!!!
Ho letto questo libro in poco tempo, devo dire che la storia mi è piaciuta molto ed ho trovato interessante l'evoluzione di emozioni dei vari personaggi mano a mano che la narrazione andava avanti
ADORO
Quale altro libro può meglio descrivere 'l'incubo del disagio e del dramma esistenziale'. Pensate solo a quando vi svegliate e non potete più dire 'ERA SOLO IN INCUBO' bensì 'NON ERA UN INCUBO, È LA CRUDA REALTÀ'.
Grande libro
grande libro. la metamorfosi è un grande classico e su questo non c'è alcun dubbio. quello che mi piace però è questa traduzione, scritta con cura e passione, ho percepito ogni singola emozione del protagonista e questo mi ha lasciato particolarmente affascinato.

Acquista su Amazon