Home / Cucina / Il miglior kit di produzione di birra del 2018

Il miglior kit di produzione di birra del 2018

Preparare la propria birra direttamente in casa è una pratica che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, tanto da avere anche un nome: si parla infatti di ‘homebrewing‘. Produrre una birra può sembrare un processo molto complicato, in realtà il segreto sta nella fermentazione: con il giusto manuale e soprattutto con il giusto kit di preparazione, non è così difficile avvicinarsi a questo mondo.

Partire con i kit, oltre a facilitare l’ingresso in questa pratica, consente anche di fare esperienza con l’attrezzatura da homebrewing e cominciare a conoscere la fase di fermentazione del mosto, passaggio cruciale nella produzione della birra.

I kit di produzione di birra artigianale sono composti da diversi elementi, e gli strumenti al suo interno possono differire tra loro.

Ecco quelli che abbiamo scelto noi come migliori:

Analizziamo nel dettaglio ogni kit, per capire esattamente cosa troviamo al loro interno.

Kit Fermentazione Birra Coopers: il più acquistato

Questo kit si presenta completo di:

  • 2 contenitori (di cui uno forato per la fermentazione, di 32lt);
  • 1 malto Lager con cui si possono ottenere 23 litri di birra;
  • 12 altri accessori (tra cui anche un capsulatore a martello, tappi a corona d.26mm (100pezzi),  un coperchio ad un foro per la fermentazione, un coperchio a due fori per il travaso, un dosatore per zucchero, un termometro, una guarnizione, un imbuto);

Il kit fermentazione birra Coopers, risulta essere il più venduto e recensito su Amazon. Gli utenti ne apprezzano la semplicità d’utilizzo, la qualità degli elementi inclusi per la fermentazione, e non meno la quantità di accessori inclusi nel kit: non serve comprare nulla in aggiunta, trovate tutto l’occorrente al suo interno.

Inclusa anche una confezione di malto Lager, che permette di produrre una birra chiara e dorata, dalla bella schiuma consistente. Il corpo risulta leggero al palato grazie ai delicati aromi floreali e al sapore sottile di malto e luppolo. Con questo tipo di malto otterrete una birra lager australiana piena di carattere, adatta da abbinare alle carni bianche.

Sulla confezione del kit troviamo anche un altro utile consiglio: una volta pronta, per essere gustata al meglio, servite la vostra birra a una temperatura di 8°C.

Tra i kit qui presentati, questo è quello che ha il costo più elevato: consideriamo però che al suo interno troviamo ben 12 accessori di buona fattura, quindi ci sembra un prezzo giustificato.

Unico difetto riscontrato è la tappatrice: questo è infatti l’unico accessorio che, sebbene con marchio made in Italy, tutti gli utenti in possesso di questo kit di fermentazione consigliano di comprare a parte, perchè composta da una leva in plastica poco resistente.

Kit Fermentazione #MyBrewery: per una vera bionda fruttata!

Ad un prezzo un pò più contenuto rispetto al Kit Coopers, il kit #MyBrewery, dall’aspetto accattivante, è composto da:

  • 1 secchio fermentatore con coperchio;
  • 1 valvola e sigillo in gomma;
  • 1 rubinetto di plastica per rendere più facile l’imbottigliamento;
  • 1 dosatore di zucchero;
  • miscela di malti d’orzo 1125 g;
  • 3 bustine da 17 g di luppolo;
  • 1 bustina di lievito di birra 2,5 g;
  • 1 bustina di agente sterilizzante 8 g;
  • 21 tappi a corona da 26 millimetri per bottiglia;
  • 1 tappatrice a martello per tappi a corona;
  • 1 termometro per l’alcool;
  • ed infine un libretto di istruzioni multilingua (italiano, inglese, francese, tedesco).

Il processo per ottenere la vostra birra durerà circa 3 settimane: una settimana di fermentazione nel bidone, e due settimane in bottiglia; le istruzioni fornite vi guideranno in modo abbastanza chiaro attraverso 8 processi, che vi porteranno al vostro risultato!

Ne otterrete una birra India Pale Ale, dal colore ambrato chiaro e dal corpo pieno; con il suo stile inglese regala un piacevole retrogusto erbaceo e leggermente amaro.

 

      

 

Notiamo sicuramente come il kit di accessori sia meno ‘generoso’ rispetto a quello Coopers, soprattutto tenete conto prima di effettuare l’acquisto, che questo kit permette di produrre 5 lt di birra (contro i 23 del primo kit!).

Kit Premium Brewbarrel: ottimo prezzo per un ottimo risultato

In questo kit di fermentazione tutto è incluso. Ecco cosa troverete al suo interno:

  • 1 bottiglia estratto di malto d’ORZO 750 g;
  • 3 bottiglie d’aroma naturale 9 ml;
  • 1 sacchetto di lievito secco di birra;
  • 1 fusto da 5 L vuoto per fermentazione;
  • 1 valvola per controllo pressione del fusto;
  • 3 sottobicchieri;
  • 1 libretto istruzioni.

Non avrete bisogno di alcun materiale extra,  e potete considerarlo anche un ottimo kit di avvicinamento alla birra artigianale

infatti in questo kit si trova un ottimo manuale di istruzioni illustrato che vi guiderà passo passo nella produzione della vostra birra artigianale, direttamente a casa vostra.

     

 

La preparazione della vostra birra artigianale impiegherà solo dieci minuti, senza bisogno di pulire e senza difficoltà. Dopo una settimana di fermentazione potrete assaggiare la vostra birra chiara ambrata e corposa, una IPA, come quella che otterrete con il Kit #MyBrewery recensito qui sopra.

Alcuni utenti lamentano l’assenza di molti accessori presenti invece in altri kit, ma questi ultimi risultano più costosi. Invece questo kit rimane il più economico dei tre, e ci sembra un ottimo compromesso anche per chi si affaccia a questo mondo di produzione di birra artigianale per la prima volta: meno accessori e passaggi ci sono, più sarete invogliati a continuare quest’esperienza e, perchè no, approfondire meglio una volta fatto qualche ‘esperimento’.

Come scegliere il kit di fermentazione birra più adatto a te

Ecco qui di seguito alcune caratteristiche da tenere a mente per l’acquisto del vostro kit di fermentazione.

Contenuto del kit

Partiamo dalla cosa principale: un vero kit non è completo se non contiene tutto quello che ci serve per produrre la nostra birra. Quindi valutate bene cosa c’è al suo interno. Esso, come accessori, deve contenere almeno un fermentatore in plastica ed un secchio da travaso con relativi coperchi, un gorgogliatore, un rubinetto in plastica, un’asta da travaso, un densimetro, un termometro adesivo, una tappatrice, relative guarnizioni.

Ci sono kit che comprendono inoltre il malto, ed altri che non lo presentano al suo interno, e che quindi dovrete acquistare separatamente. Sta a voi la scelta, contate che comunque prenderlo a parte non sempre è un difetto, in quanto avrete sicuramente più possibilità di scelta. Per le prime produzioni, comunque, andrà benissimo anche un kit con un malto già incluso.

Fate attenzione anche a questi accessori, che non sempre sono compresi, e che comprati a parte possono essere abbastanza costosi: il dosatore di zucchero, la paletta di plastica, i tappi, il metabisolfito per sanitizzazione. I kit più economici spesso non li contengono.

Quantità

Non dimenticate di controllare nella descrizione quanti litri di birra potrete produrre con quel kit specifico: le variazioni potrebbero essere importanti, quindi valutatene attentamente il rapporto quantità/prezzo.

 

Tipo di malto

Come abbiamo già accennato, in alcuni kit troviamo già un malto incluso: quindi, nella scelta del kit, attenti anche al tipo di birra che volete ottenere.

Nulla toglie, comunque, che oltre ad utilizzare il malto arrivato insieme al vostro kit, voi possiate poi sperimentare altri gusti, acquistando altri malti. Moltissime sono le scelte, e il modo migliore per trovare la birra che più incontra il nostro gusto, è proprio quello di produrne di diverse tipologie, a partire da diversi tipi di malto.

Le caratteristiche qualitative del malto, infatti, sono le principali responsabili del colore, del gusto e della corposità della birra che andremo ad ottenere. Ecco i principali malti base:

  • Malto Pilsner: è il più utilizzato in Europa per ottenere birre chiare (ma non solo); il risultato sarà una birra con un aroma e gusto che tendono al dolce e al maltato;
  • Malto Pale: solitamente utilizzato per le birre ad alta fermentazione, fa sì che si ottenga una birra il cui aroma si avvicina alla crosta del pane e del miele;
  • Malto Vienna: si caratterizza per un colore ambrato, e viene spesso utilizzato come base per produrre birre dalla spiccata dolcezza;
  • Malto Monaco: dona alla birra un colore più scuro, e un aroma di crosta di pane e biscotto.

Prezzo

Nella scelta del vostro kit, valutate bene anche il prezzo: secondo noi il tetto massimo si aggira intorno agli 85/90euro, oltre ai quali si può valutare un acquisto separato di accessori per la fermentazione, con la scelta singola degli stessi.

Ricordiamo che i kit di fermentazione sono adatti ad iniziare il percorso in questo mondo della produzione artigianale della birra, per essere poi via via ‘abbandonati’ a favore di produzioni più professionali.