Home / Elettronica / Audio e video / Il miglior interfono moto del 2018

Il miglior interfono moto del 2018

Ecco un oggetto molto caro ad una particolare categoria di persone: i motociclisti. Oltre al casco, all’abbigliamento tecnico e tutti gli accessori possibili, un occhio di riguardo negli ultimi anni va anche alla scelte del giusto interfono moto. Ma a cosa ci riferiamo esattamente quando parliamo di interfono moto?

Non è un semplice gadget od un surplus, anzi sta prendendo sempre più piede come accessorio indispensabile anche dal punto di vista della sicurezza quanto della comunicazione. Esso, infatti, permette la comunicazione tra pilota e passeggero, oppure tra più piloti  in viaggio insieme ma su selle diverse (e sufficientemente vicini).

Ci sono due diverse tipologie di interfono, quelle a filo, e quelle che utilizzano una connessione Bluetooth, risultando quindi più comode, proprio perchè wireless. Questi ultimi hanno il vantaggio di poter essere utilizzati tra diversi veicoli, e anche come accessori per ascoltare la musica, fino ad accedere a Google Maps e collegarsi col navigatore, a seconda del modello scelto.

C’è da dire che la comodità dell’interfono a filo è quella della batteria: inesauribile. Invece, una pecca dell’interfono wireless è appunto il limite legato alla batteria che, essendo autonoma, è limitata.

Chiaramente, più funzionalità hanno, più il prezzo subisce variazioni. Ci sono diversi fattori a cui dobbiamo prestare attenzione al momento dell’acquisto, e in questa breve guida cercheremo di delucidarvi sulle caratteristiche principali di quelli che riteniamo essere i migliori tre interfono di quest’anno.

Ecco quindi le nostre scelte, basate anche sul successo riscosso tra gli utenti web:

  • Veetop Interfono Moto : impermeabile, con connessione bluetooth, può collegarsi a navigatori GPS, smartphone, lettori di musica ed è dotato di radio FM integrata;
  • Midland BTx1 FMdotato di sistema DPS per la soppressione del rumore e controllo automatico del volume in base ai rumori di fondo;
  • Excelvan Interfono Moto: supporta fino a 6 coppie, un host e 5 ospiti, con connessione Bluetooth che permette anche l’ascolto della musica;

Ora vediamolo bene nel dettaglio.

Veetop Interfono Moto: adatto per 2-3 motociclisti.

Uno tra i più completi e migliori scelti per voi, è questo dispositivo Veetop, nel suo modello più aggiornato, che presenta le seguenti caratteristiche:

  • è pensato per 2-3 motociclisti: questo significa che potrete parlare liberamente con 2 o 3 partner fino ad una distanza di 800m-1000m (ma sempre solo 2 persone allo stesso tempo);
  • Buon rapporto qualità/prezzo;
  • resistente all’acqua: nessuna preoccupazione a guidare in giornate di pioggia;
  • Tasti di funzione: per spegnimento, per risposta alle chiamate, per ricomposizione automatica dell’ultimo numero chiamato, per aumento/diminuzione del volume;
  • adatto a tutti i caschi da moto (NON per le biciclette, o caschi che non coprono le orecchie, in quanto non c’è posto per l’installazione delle cuffie);
  • supporta la navigazione GPS: questo significa che, se collegati al vostro navigatore GPS, direttamente negli auricolari sentirete la voce guida dello stesso, che vi indicherà le direzioni stradali corrette;
  • durata della batteria fino a 8 ore in conversazione;
  • facile da utilizzare anche con i guanti indossati, grazie alla grandezza adeguata dei tasti;
  • Resiste bene al rumore dell’aria esterna fino ai 110km/h, dopo i quali l’audio non è più molto pulito;
  • Utilizzo intuitivo ed immediato;

 

     

 

Qualche problema con questo prodotto è stato riscontrato nel caricare la batteria: infatti la spina non è quella classica da parete, bensì quella USB. Ma basta comprare l’adattatore a parte, oppure ricaricare l’interfono direttamente dal PC. Un altro problema riguarda l‘attacco del dispositivo direttamente al casco: infatti risulta essere un procedimento non troppo facile, ma una volta capito come funziona, è tutto in discesa! Un manuale d’istruzioni in italiano diciamo che sarebbe di ottimo ausilio, ma qui è presente purtroppo solo in inglese.

Midland BTx1 FM: un salto in avanti

Come secondo interfono, vi presentiamo il Midland BTx1 Pro, ad un prezzo nettamente superiore agli altri due (motivo per cui non si aggiudica il primo posto della nostra classifica), ma in gran parte giustificato. Ecco qui di seguito le sue caratteristiche principali:

  • Può essere acquistato anche in singolo;
  • Si abbina al telecomando Bluetooth Midland BT Remote per la gestione di tutte le funzioni direttamente dal manubrio della moto senza fili e senza distrazioni.
  • Supporta collegamenti standard Bluetooth a telefoni cellulari, MP3 stereo, sistemi di navigazione GPS in contemporanea alla connessione Intercom Pilota e Passeggero;
  • Possiede la tecnologia AGC per la regolazione automatica del volume in funzione del rumore di fondo;
  • Comandi manuali: attivazione del telefono, interfono e connessione a filo;
  • Messaggi vocali: fornisce messaggi vocali sullo stato del dispositivo e della carica della batteria;
  • Durata della batteria: 8 ore di conversazione, ed entra automaticamente in standby quando non si utilizza;
  • è impermeabile, e quindi nessun problema sotto la pioggia.

E’ difficile trovare in questo dispositivo un lato negativo. Anche il prezzo, nonostante sia elevato, non ci sembra spropositato in relazione alle caratteristiche specifiche che questo interfono presenta. Già la possibilità di controllo a manubrio giustificherebbe la spesa, in aggiunta troviamo ottime prestazioni audio, e non per ultimo all’interno della confezione troviamo tutto quello che ci serve, anche il caricabatterie mini USB, e due cavi audio stereo per collegare Ipad o lettori mp3.

Excelvan Interfono Moto: molto amato sul web.

La nostra terza scelta cade su questo interfono moto che, tra quelli venduti su Amazon, riscuote molto successo.

Le caratteristiche principali, comunque abbastanza in linea con quelle del primo modello analizzato, sono le seguenti:

  • Presenta un suono molto nitido, garantito fino ai 120km/h;
  • può essere associato fino a 6 piloti diversi;
  • copre una distanza di 800-1000m
  • è tra i più economici, mantenendo un rapporto qualità/prezzo notevole;
  • durata della batteria: fino a 8 ore in conversazione, e 240 ore in stand-by, con un tempo di ricarica di 3 ore;
  • connessione bluetooth, che permette di collegarsi anche al proprio navigatore;
  • possibilità di ascoltare musica e ricevere/effettuare chiamate;
  • tasti presenti: controllo chiamate, aumento/diminuzione volume, play/pause della musica.

 

   

 

Un problema riscontrato con l’Excevelan Interfono Moto, è la dimensione dei tasti: troppo piccoli, tanto che indossando i guanti non è molto intuitivo trovare il pulsante giusto, e anzi si rischia di schiacciare più di un tasto alla volta. In aggiunta, anche in questo caso gli utenti lamentano la presenza del manuale solo in inglese, e per di più incompleto. Un’altra pecca,infine, è il supporto in plastica, che risulta un pò troppo fragile, a rischio rottura dopo diversi utilizzi.

Come scegliere il migliore interfono per la vostra moto

Andare in moto con un passeggero e non poter comunicare con lui, rappresenta un ostacolo; e lo stesso vale quando si viaggia con degli amici, ognuno sulla propria sella: se dovete comunicare tra voi un cambio di tragitto, o una fermata non programmata, o anche una semplice battuta, come fare?

Gli interfoni per moto vengono in vostro aiuto, permettendovi di comunicare in tempo reale con il passeggero o il compagno di viaggi su un’altra moto, senza obbligarvi a dover effettuare una sosta anche per un rapido scambio di battute.

Prima di scegliere l’interfono adatto a voi, però, dovete pensare all’utilizzo che ne farete.

 

Numero di associazioni possibili.

Esistono diverse tipologie di interfono, partendo da quelle semplici che permettono il solo scambio di comunicazione tra pilota e passeggero dette ‘a funzione semplice‘), si passa a quelle più sofisticate che permettono la comunicazione con anche altri compagni di viaggio in sella ad altre moto (‘funzione multipla’), fino a quelli che permettono, oltre alla comunicazione con il passeggero e i compagni di viaggio, anche la connessione con i propri dispositivi mobili (‘a funzione complessa‘).

Distanza

Un’altra cosa che va valutata, è la distanza massima che potrà intercorrere tra una moto e l’altra per la corretta e continua comunicazione tra piloti.

 

Pulsanti optional

In ogni interfono ci sono pulsanti che permettono di svolgere specifici comandi, ma non per tutti avere più comandi è un surplus. Va quindi stabilito l’utilizzo che ne faremo, tenendo sempre conto che una volta in sella alla tua moto, non dovrai avere problemi o distrazioni, e la facilità d’uso del tuo dispositivo è di primaria importanza per la tua sicurezza.

Durata della batteria

Fai viaggi lunghi? O sei solito fare giri più brevi? Esistono in commercio interfono con caratteristiche diverse anche dal punto di vista della durata della batteria, che solitamente si aggira intorno alle 6/8 ore nell’arco di una giornata; ma se vorrai avere prestazioni maggiori (fino indicativamente a 10 ore), dovrai scegliere un modello più sofisticato.

Compatibilità

Se non compatibile con i dispositivi dei tuoi compagni, il tuo interfono risulterà inutilizzabile. Valuta quindi attentamente anche questo aspetto, generalmente indicato nella scheda tecnica di ogni prodotto. L’incompatibilità può compromettere anche le comunicazioni a distanza, come per esempio quando ricevi una chiamata e vorresti utilizzare il tuo interfono nella funzione ‘vivavoce’: valuta quindi anche la compatibilità con i tuoi altri dispositivi!

Utilizzo

Per cosa lo userai principalmente? Per la comunicazione, o per ascoltare la musica? O per collegarti al tuo navigatore GPS? Presta attenzione anche a queste caratteristiche quando scegli il tuo dispositivo, focalizzandoti sull’importanza che per te hanno anche la qualità audio (anche in confronto al rumore di fondo) e la presenza o meno della connessione con il navigatore.