La miglior yogurtiera a vasetti del 2020

Ah, lo yogurt. Gioia fatta cremosità, la colazione e la merenda perfette. A chi non piacerebbe dello yogurt anche in questo momento? Beh, se aveste una yogurtiera in casa potreste accontentare questo desiderio.

miglior yogurtiera a vasetti

Cosa sono le yogurtiere? Delle macchine per fare lo yogurt, niente di più semplice. Hanno l’aspetto di una sorta di incubatrice, più o meno grande e, al suo interno, avviene la magia della pastorizzazione del latte e della creazione dello yogurt.

Le yogurtiere sono strumenti comodi da tenere in casa perché non richiedono tantissimo spazio e consumano poca energia. Ne esistono di diversi tipi, ma in sostanza sono due le versioni principali: quella a caraffa e quella a vasetti.

La prima consiste in un unico contenitore, la caraffa appunto, in cui viene creato lo yogurt tutto insieme, senza essere già porzionato. La seconda, invece, è più larga e contiene al suo interno dei vasetti in cui il prodotto finale è già diviso per tutta la famiglia. In questo articolo ci concentreremo su questo secondo modello, ma entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi.

Yogurtiera a caraffa: è più piccola, stretta e alta. Occupa meno spazio e tendenzialmente è più economica. È facile che permetta di realizzare molto più yogurt insieme. Tuttavia, non divide già le porzioni in vasetti e non permette, quindi, di realizzare in una stessa operazione più gusti. Insomma, è adatta ai singoli e alle coppie, meno alle famiglie che devono tenere conto delle preferenze di tutti.

Yogurtiera a vasetti: decisamente più ingombrante del primo modello e in genere costa anche di più. Però, i vasetti sono davvero comodi sia per la questione dei gusti assortiti sia perché si evita di dover travasare lo yogurt ogni singola volta. Sono le più vendute e sono adatte a tutti perché lo yogurt si può conservare per qualche giorno e, anche se si è in pochi in famiglia, si ha tutto il tempo per finirlo.

Insomma, pro e contro per ogni versione. In questa guida, però, presenteremo le tre migliori yogurtiere a vasetti. Tutte possono essere trovate su Amazon a prezzi accessibili per tutti. Le abbiamo selezionate in base alla capacità, alla tecnologia e alla qualità dei materiali. Per avere uno yogurt delizioso, guai a prendere le cose poco sul serio!

In particolare, parleremo di:

Dopo essere entrati nel dettaglio di ognuno di questi fantastici prodotti, Vi daremo qualche parametro per scegliere la yogurtiera che fa al caso vostro. Sicuramente vorrete evitare di spendere soldi inutilmente o prendere qualcosa che poi non vi appaga per poi chiedere un rimborso. Ecco, noi siamo qui per aiutarvi.

Quindi, bando alle ciance e entriamo subito nel merito parlando della prima delle nostre tre yogurtiere.

Yogurella Ariete 617

Yogurella Ariete 617

 

 

 

 

 

 

La prima yogurtiera a vasetti di questa guida è la Yogurella Ariete 617. Semplice e bella, questa yogurtiera è l’entry product perfetto per chi non ha mai fatto yogurt in casa.

Innanzitutto, la marca: Ariete è uno dei più grandi produttori di attrezzi per la cucina e non solo. È una marca affidabile, che fa articoli robusti, colorati e, soprattutto, durevoli.

Questa yogurtiera si presenta con un design di qualità: forme curve e definite, bicromia senape e bianca che darebbe un tocco di vita a molte cucine e un’interfaccia che più semplice non si può.

Pregio e difetto assieme, appunto, è questo grande bottone centrale per azionare il meccanismo magico. Da un lato è comodissimo perché estremamente intuitivo da utilizzare. Dall’altro, però, forse un po’ troppo minimal: non c’è una funzione timer (bisogna ricordarsi di spegnerla dopo 12 ore), non si può programmare l’avvio e non c’è un display che indica quanto tempo manchi.

Certo, queste sono tutte comodità in più di cui si può anche fare a meno, ma certamente richiedono da parte nostra una certa capacità organizzativa per far si che tutto vada per il meglio.

A parte questo difetto, la Yogurella Ariete 617 è completa di 7 vasetti di vetro che arrivano fino a 1,3 litri di yogurt se utilizzati tutti assieme.

Essendo una yogurtiera a vasetti permette la creazione di più gusti contemporaneamente e, per essere un prodotto ‘basic’, ha anche un prezzo molto basso: 28 euro per un articolo di qualità, garantito da un brand noto e sicuro.

Le recensioni sono molto positive e forse alla fine è questo che conta. La yogurtiera è disponibile alla consegna con Amazon Prime e può essere trovata a questo link:

MVPOWER Yogurtiera Elettrica

yogurtiera a vasetti MVPOWER

Ecco la seconda yogurtiera di cui parliamo oggi: la MVPower Yogurtiera elettrica

Questo articolo è la media perfetta tra la fascia entry level e quella per i professionisti. Si posiziona nel mezzo, essendo adatta a tutti e a tutte. 

Anche in questo caso abbiamo una capienza di 7 vasetti di vetro, inclusi nella confezione, per un massimo di 1,3 litri di yogurt prodotto a ogni avvio.

Il punto forte di questa yogurtiera, però, è la sua tecnologia: lo schermo a led con diversi comandi vi permetterà di: impostare un timer, ritardare l’avvio della pastorizzazione e controllare a che punto è.

Lo spegnimento è automatico ed esiste anche una modalità di risparmio energetico che farà utilizzare meno corrente.

Forse il punto meno a favore per questo prodotto è il design: per quanto possa sembrare semplice, è un po’ monotono e sembra scopiazzare quello di Ariete togliendone il colore. In ogni caso, però, è comunque piacevole da guardare e il bianco si adatta a molti arredi domestici.

Le rifiniture sono in metallo e il coperchio è in plastica, molto comodo perché permette la visione attraverso i vasetti per controllare anche cosa sta succedendo all’interno della yogurtiera.

È anche facile da pulire perché non ha delle parti a incastro con cui dover armeggiare. La dimensione totale è di 31 x 28 x 19 centimetri, abbastanza contenuta e non eccessiva.

Il prezzo è di 33 euro, sicuramente molto buono per tutte le funzioni che offre.

 

AICOX Yogurtiera elettrica

AICOX yogurtiera elettrica

Veniamo ora al prodotto più professionale e bello dei tre, la miglior yogurtiera a vasetti del 2020. Stiamo parlando della AICOX Yogurtiera elettrica.

Anche a colpo d’occhio ci si accorge immediatamente dei tratti salienti di questo articolo di qualità.

Prima di tutto, il materiale: per la prima volta vediamo una yogurtiera in acciaio inossidabile, bello da vedere, solido e sicuro. In più, non soggetto al rischio corrosione dell’acciaio normale.

Poi, la capienza: ben 8 vasetti da 180 ml l’uno! Questa cosa la rende perfetta per le grandi famiglie che finalmente non dovranno più preoccuparsi che lo yogurt scarseggi.

Andando avanti, abbiamo la componente tecnologica: ci troviamo davanti a un’interfaccia molto simile alla yogurtiera MVPower presentata sopra. Abbiamo la possibilità di impostare i timer da 6 a 12 ore, di ritardare l’avvio e di monitorare l’avanzamento della produzione di yogurt. C’è anche qui la funzione di risparmio energetico e di controllo della temperatura (impostabile tra i 20 e i 55 gradi).

Il coperchio di plastica permette anche in questo caso di guardare attraverso la yogurtiera per controllare l’avanzamento della produzione di yogurt. I tempi sono di 6-12 ore, in base a quanto cremoso preferite sia lo yogurt.

La ciliegina sulla torta è la garanzia: 24 mesi. Un tempo enorme per un piccolo elettrodomestico come questo. In più, è anche attivo un supporto clienti se necessario.

Insomma, un prodotto completo, tecnologico, bello ed efficiente che vi saprà regalare tante gioie e per tanto tempo.

La AICOX Yogurtiera elettrica costa solo 36 euro ed è disponibile su Amazon Prime, quindi arriverà a casa in un baleno. Le recensioni sono tante e parecchio positive.

 

Un paio di consigli all’acquisto

miglior yogurtiera a vasetti

Concludiamo con un paio di consigli per l’acquisto della yogurtiera perfetta per te. È inutile prendere prodotti troppo performanti e costosi e, al contrario, è anche inutile comprare qualcosa insufficiente per i propri bisogni. Dunque, quando stai per comprare una yogurtiera, tieni conto di:

  • Capienza: da calcolare in base ai membri della famiglia e a quanto spesso sei disposto ad azionare la yogurtiera
  • Qualità dei materiali: una buona yogurtiera è ben isolata, ha un coperchio trasparente e consuma poca energia
  • Timer: se ha il timer e magari anche uno schermo lcd è sicuramente più comoda
  • Marca: un buon brand sa essere anche una grande garanzia di qualità
  • Design: la yogurtiera, come tutto del resto, deve star bene abbinata ai tuoi mobili, altrimenti usarla non ti piacerà e tenderai a lasciarla nell’armadio delle cose dimenticate.

Se seguirai queste diritte, niente paura! Un futuro pieno di gioia e di yogurt ti aspetta.