Il miglior tiralatte Avent manuale del 2021

L’allattamento è un momento magico tra te e il tuo bebè al quale non vuoi rinunciare per nessun motivo?

Ci sono alcune occasioni nelle quali è difficile coniugare il momento intimo dell’allattamento con gli impegni quotidiani, soprattutto per mamme lavoratrici.

Il tiralatte manuale è un’ottima soluzione a questo ostacolo e in questo i prodotti Philips Avent possono venire in tuo aiuto.

Di modelli ne esistono molti e la scelta è difficile ma non ti preoccupare… qui di seguito abbiamo selezionato i tre migliori tiralatte manuali Avent. Leggi la nostra guida per poterti chiarire le idee su quale prodotto acquistare.

Philips Avent SCD221/00 dotato di tutto il necessario per l’allattamento

tiralatte-Avent-manuale-modello-SCD221/00

Questo set viene fornito con tutto gli accessori utili all’allattamento e a conservare il latte. Un prodotto di alta qualità con un ottimo rapporto a livello di prezzo.

  • All’interno della confezione del prodotto c’è un tiralatte manuale con flacone da 125 ml con tettarella 0 (0M+), 10 bicchieri da 180 ml con coperchio, 1 bottiglia in legno naturale comprensiva di tettarella 1 (1m+), 2 adattatori, 1 coperchio per conservare il latte e 4 coppette per l’allattamento giorno e notte
  • La capacità della bottiglia è di 260 ml mentre quella del bicchiere è di 180 ml
  • È possibile tirare il latte stando in una comoda posizione seduta e non chinata verso il davanti grazie al design innovativo di questo pratico tiralatte
  • Sia la tazza che il coperchio vengono chiusi in modo da evitare qualsiasi perdita
  • È inoltre possibile indicare la data del tiraggio in modo da poter consumare il latte estratto prima
  • La tettarella è a forma di seno per dare una sensazione più naturale al bambino
  • Il biberon è dotato di una valvola doppia classificato come sistema anti-coliche

Questo prodotto è assolutamente imperdibile se avete necessità di acquistare tutti gli accessori per il set da allattamento.

Philips Avent SCF330/20 con cuscinetti massaggianti

tiralatte-manuale-Philips-Avent-modello-SCF330/20
Anche questo secondo prodotto Avent si caratterizza per permettere una posizione confortevole in fase di tiraggio del latte e include cuscinetti massaggianti che conferiscono una sensazione piacevole di calore e stimolano, così, la produzione naturale di latte

  • Il tiralatte viene fornito con un tiralatte con impugnatura, una coppa di misura standard, una tettarella natural extramorbida per le prime poppate, 1 foro (0m+) e un biberon ecologico in polipropilene di 125 ml di capienza. Altri accessori sono il coperchio per il trasporto, il dischetto sigillante per la conservazione del latte e due pezzi di prova coppette assorbilatte
  • Tutti gli elementi sono facili da pulire e da igienizzare

Nonostante il prezzo sia leggermente inferiore al prodotto precedente, anche questo è di ottima fattura, pratico e soprattutto indolore grazie agli appositi cuscinetti che si adatta bene a qualsiasi tipo di seno.

Philips Avent SCF330/13 include 3 vasetti per la conservazione del latte

tiralatte-manuale-Philips-Avent-modello-SCF330/13

Terzo modello di Philips Avent che offre ben 3 vasetti per conservare il latte e 3 coperchi per il trasporto. Come per gli altri modelli Avent, anche questo si caratterizza per la facilità nel tirare il latte e in posizione comoda senza bisogno di chinarsi in avanti e curvare la schiena

  • I cuscinetti massaggianti vengono forniti anche con questo modello e grazie alla sensazione di calore sulla pelle, permettono una produzione naturale del latte
  • Gli accessori che si trovano nella confezione sono un tiralatte con impugnatura, una coppa di misura standard, una tettarella “natural” per le prime poppate extra morbida, 1 foro (0m+), tre vasetti per la conservazione del latte con relativi tre coperchi
  • Il design di questo tiralatte è leggero e compatto, cosa che lo rende un prodotto di facile utilizzo, semplice da conservare e da trasportare così come per la pulizia

Come scegliere il miglior tiralatte manuale Avent

L’allattamento al seno ha diversi vantaggi per la mamma e per il piccolo, sia per quanto riguarda l’aspetto immunitario, sia sotto un aspetto psicologico. Questo momento intimo tra la mamma ed il bimbo, infatti, permette di creare un momento unico al quale molte mamme non vogliono giustamente rinunciare.

In questi casi il tiralatte è un oggetto indispensabile soprattutto per quelle mamme che sono costrette a coniugare i propri impegni quotidiani, specialmente quelli lavorativi, con l’allattamento del proprio piccolo. Può essere utile per quando si deve lasciare il bimbo al nido, dai nonni oppure quando è il papà a doversene occupare. Questo utile attrezzo permette così di far partecipare più attivamente anche loro alla vita del bambino, fin dai primi mesi di vita.

Oltretutto il tiralatte può essere anche utile quando il bambino non fa poppate troppo lunghe e rischia di causare involontariamente un fastidioso e doloroso ingorgo al seno.

I primi modelli di tiralatte erano esclusivamente manuali e piuttosto dolorosi per la mamma: oltre al forte dolore al seno, faceva venire i crampi alle braccia a causa del movimento da effettuare. È fondamentale che durante l’utilizzo del tiralatte la mamma sia serena e rilassata, solo così il latte potrà essere estratto in grande quantità e senza difficoltà.

Fino a qualche tempo fa i tiralatte manuali erano considerati obsoleti e meno efficienti di quello elettrici. Ci sono diverse motivazioni per cui, però, una mamma è costretta ad utilizzare proprio quelli manuali che fortunatamente grazie alla tecnologia e studi sui prodotti, non sono più fastidiosi come i precedenti modelli.

Utilizzo e prezzo

Migliore tiralatte elettrico o manuale recensioni
Migliore tiralatte quale scegliere tra elettrico e manuale

Come funziona un tiralatte? Sia quello elettrico che quello manuale funzionano attraverso una pompa che una volta premuta attiva il meccanismo di tiraggio.

Ci vuole sicuramente pazienza e un po’ di pratica per imparare ad utilizzare correttamente un tiralatte. Secondo alcune ricerche estrarre il latte entro le prime ore di vita del bebè, può aiutare le mamme a produrre più latte anche nei giorni e settimane successive oltre a dare la possibilità ai bimbi di essere esclusivamente nutriti di latte materno, anche qualora nei giorni successivi questo scarseggiasse.

Nel tiralatte manuale la pompa va ovviamente azionata a mano ed è necessario impiegare un po’ più di tempo rispetto a quello elettrico. A differenza di questo, inoltre, ha un costo basso e vi permette di acquistarlo e di tentare l’utilizzo di questo oggetto qualora non ne abbiate ancora fatto uso ma siate curiose di provarlo con il vostro bebè.

Fondamentale è trovare un proprio ritmo corretto. Il consiglio è quello di provare la prima estrazione per circa 15 minuti e di non preoccuparsi se il latte estratto non sarà tanto… sicuramente aumenterà, una volta che il corpo si sarà abituato a questa pratica. Un trucco può anche essere quello di estrarre il latte in momenti diversi della giornata, in base ai tuoi ritmi e al tuo stile di vita. Quando avrai trovato un momento adatto e tirare il latte sarà diventata un’abitudine, sarai anche più rilassata e la produzione di latte aumenterà quasi sicuramente.

Una volta terminata l’estrazione, sanifica tutti i componenti e assicurati che siano completamente asciutti prima di riporli in qualche armadietto chiuso. Questo eviterà la formazione di eventuali muffe.

Altre caratteristiche da considerare

Allattamento al seno

Come accennato inizialmente, rispetto ai primi modelli, quelli manuali moderni includono dei cuscinetti massaggianti che non provocano dolore durante il tiraggio del latte. Philips Avent fornisce questa innovativa funzione con tutti i suoi prodotti tiralatte manuale. Il cuscinetto massaggia il seno e conferisce una piacevole calda sensazione la quale permette alla mamma di rilassarsi, riuscendo così ad estrarre il latte senza alcun fastidio.

L’operazione di estrazione non deve essere ovviamente dolorosa. Se invece provi dolore o se noti delle vesciche sui capezzoli, riduci il tiraggio di latte e consulta uno specialista. Potrebbe essere d’aiuto anche trovare una coppa del reggiseno adatta: controlla che questa non sfreghi contro il capezzolo e che eviti di irritarlo. Una coppa non adatta, infatti, può contribuire alla riduzione di produzione del latte materno.

Per tutti questi motivi è davvero importante scegliere il prodotto più adatto da utilizzare, non basandosi solamente su una questione di prezzo.

Anche la posizione di estrazione non è da sottovalutare. Alcuni modelli, per poter estrarre correttamente il latte, prevedono che ci si chini verso il davanti mantenendo una posizione perlopiù scomoda. Per i primi 15 minuti può essere sopportabile ma quando l’estrazione è più lenta e si impiegano anche 60 minuti, la posizione diventa fondamentale per non incorrere poi in dolori alla schiena.

Tra le caratteristiche da considerare inoltre ci sono gli accessori: alcuni di questi prodotti sono semplicemente costituiti da un tiralatte e da un biberon mentre altri comprendono più contenitori con relativi coperchi, anti-perdita e che permettono la conservazione del latte in frigo per qualche giorno. Importante in questi casi ricordarsi di annotare la data per poter far consumare al piccolo il latte tirato per primo.