Il miglior longboard cruiser del 2020

Pronto a partire? Casco, ginocchiere e via. Le ruote che corrono sull’asfalto ed è subito anni ’80. Chi va in skateboard lo sa, per ogni situazione e attività c’è una tavola adatta. Non si può usare la stessa per tutto!

In questa guida parleremo di un tipo particolare di longboard, il cruiser: piccolo e compatto, è adatto per fare cruising, quindi semplicemente viaggiare per il paese o la città senza troppa fatica.

I cruiser in genere sono più corti e piatti di un normale skateboard, anche se esistono versioni flat che si spingono un po’ oltre con le dimensioni. La coda è in genere rialzata e il naso appuntito.

La caratteristica principale di un cruiser sono le ruote morbide: su una scala che va da 75A a 100A, in cui le 75 sono le più morbide e le 100 le più dure, il cruiser occupa i primi valori. Cosa significa che una ruota è morbida? Sicuramente non è di gommapiuma e non si può schiacciare come una pallina anti-stress.

Una ruota morbida è una ruota capace di assorbire meglio gli urti e le irregolarità del terreno, senza infastidire lo skater. Infatti, immaginando che questi skate servano primariamente per girare in città, questo è un tratto irrinunciabile per un cruiser.

I migliori longboard cruiser sul mercato

In questa guida parleremo dei migliori cruiser che ci sono sul mercato. Tranquilli, non i più costosi, ma quelli con un rapporto qualità/prezzo molto buono, che sono alla portata di tutti, ma non rinunciano a delle buone prestazioni.

Skateboard al tramonto

In fondo alla guida, poi, parleremo delle varie tipologie di longboard e di come trovare quello più adatto allo stile di ciascun rider. Tutti i prodotti di cui parleremo sono acquistabili su Amazon.it tramite i link nella pagina. Quando indicato, poi, fanno anche parte del programma Prime di spedizione veloce.

Dunque, senza altri indugi, ecco i tre longboard cruiser che abbiamo scelto per il vostro giro in città:

Andremo nel dettaglio di tutti e tre questi gioiellini, sviscerando le loro qualità e i loro difetti, per scegliere il cruiser migliore per le tue necessità. Quindi, gambe in spalla e partiamo subito parlando della prima tavola.

STAR-SKATEBOARDS® Vintage Cruiser Board

 

Il primo cruiser di cui parliamo in questa guida è lo TAR-SKATEBOARDS® Vintage Cruiser Board. Questa tavola è sicuramente il punto perfetto da cui iniziare a fare skateboarding. 

Semplice ed economica, queste le parole chiave del prodotto. Si presenta con una tavola in plastica nera, almeno nella versione standard, con una trama anti-scivolo. Il carrello è in alluminio e i cuscinetti sono degli ABEC 7.

In sostanza, sicuramente non una composizione di materiali adatta a un professionista. Però, se non sei mai salito su uno skateboard e vuoi iniziare da qualcosa che puoi tranquillamente rovinare senza sentirti in colpa, TAR-SKATEBOARDS® Vintage Cruiser Board fa al caso tuo. 

Come dicevo sopra, un buon cruiser deve avere delle ruote morbide, soprattutto per chi non è abituato a salirci. Le ruote di questo longboard sono a 78A, uno dei parametri più morbidi in assoluto. Questa cosa permetterà di assorbire al meglio le imperfezioni del terreno: crepe, tombini, piccole buche non saranno un grosso problema per il rider.

Questo longboard è disponibile in 4 colorazioni:

  • Nera e rossa, la più elegante.
  • Nera e verde, la più tecno.
  • Gialla e nera, la più audace.
  • Rosa e azzurra, la più pop.

Il prezzo di questo prodotto è assolutamente infimo: 25 euro per avere tutto sommato una buona tavola con cui iniziare ad allenarsi e capire se il mondo dello skateboarding fa al caso proprio o no.

È disponibile su Amazon in tutte e 4 le versioni, ma non è nel programma Prime. Le dimensioni sono: 57 cm di lunghezza, 10,5 di altezza. Le ruote misurano 60 x 45 mm.

Meteor Skateboard Mini Cruiser Retro

 

Altro giro, altra corsa. Eccoci al secondo dei tre longboard cruiser che presentiamo in questa guida: il Meteor Skateboard Mini Cruiser

Retro

Quello che ci ha convinti di questo longboard è il design: la stampa floreale è davvero molto bella e, nonostante su Amazon non siano disponibili tutte le versioni della foto, questa e quella con i teschi sono ugualmente molto belle.

Oltre al bel design, però, qui c’è anche della sostanza: la piattaforma è in plastica con trama anti scivolo, mentre le ruote sono in poliuretano resistente con i cuscinetti ABEC-7.

Il carrello è in alluminio anche in questo caso, ma, a meno che non lo trattiate malissimo, questo non dovrebbe essere affatto un problema.

Le ruote sono sempre molto morbide e, assieme all’azione del cuscinetto, permettono una guida confortevole in città anche nei tratti più sconnessi.

La forma è quella di un classico cruiser: coda rialzata e muso appuntito, ma in questo caso è anche abbastanza arrotondato.

Parlando di dimensioni, invece, siamo di fornte a un deck di 56 x 14 x 10,5 cm e a delle ruote 60 x 45 mm, le dimensioni di un classicissimo cruiser, insomma.

La marca è un punto di garanzia: gli skate della Meteor sono sempre tra i più venduti, in qualsiasi categoria. Le recensioni di chi l’ha comprato sono sempre molto buone ed è forse questo quello che conta alla fine.

Certo, non è ancora uno strumento per professionisti, ma per soli 35 euro è davvero il meglio che si può trovare sul mercato. Tra l’altro, è anche disponibile su Amazon Prime.

 

WHOJS Vintage Cruiser Board

WHOJS Vintage Cruiser Board

Ed eccoci di fronte al re dei cruiser per professionisti, il WHOJS Vintage Cruiser Board.

Già a colpo d’occhio la differenza con gli altri due prodotti si vede assai. Innanzitutto, è fatto di legno d’acero e non di plastica (7 strati per l’esattezza). Ciò lo rende più pesante degli altri, ma anche più stabile e sicuro. Infatti, sul legno si può installare la superficie aderente che creerà attrito con le vostre scarpe e vi impedirà di cadere.

È anche più alto degli altri due longboard, 10 cm in più e ciò lo rende anche più versatile. Infatti, grazie a questo fatto e a delle ruote decisamente più dure, sarà più facile fare anche qualche acrobazia e praticare altre discipline oltre al cruising. 

Sicuramente, poi, la parte del leone la fa il design: questo fronte molto semplice con una grafica davvero bella e la meravigliosa scacchiera sul retro lo rendono uno skate adatto per tutti, anche per qualche impiegato che lo vuole usare per andare in azienda.

Insomma, uno strumento per veri professionisti, con cui non bisogna giocare più di troppo. Ovviamente nulla impedisce a un principiante di iniziare dal top, ma deve stare attento a come lo tratta. Infatti, il prezzo di questo gioiellino si aggira attorno ai 120 euro, non proprio patatine. In ogni caso, la spedizione è gratuita.

Il WHOJS Vintage Cruiser Board è disponibile in 3 versioni: a scacchiera bianca e nera, bianca e rosa e una terza versione con una fantasia più urban sul retro.

Come è fatto un longboard?

Longboard

In breve, in conclusione ai nostri fantastici tre, parleremo di come è fatto un longboard, in particolare del suo assetto e della sua forma.

Gli assetti dei longboard si dividono in tre tipologie:

  • I drop decks: hanno la tavola vicina alle ruote (assetto ribassato) e le punte sono molto corte e scantonate (non escono dalla tavola).
  • I drop through: anche queste a basso assetto, ma non delle punte lunghe e squadrate. Può essere guidato in entrambe le direzioni.
  • I top mounted: con alto assetto, permettono più acrobazie, ma sono meno stabili.

La forma dei longboard, invece, può essere:

  • A fishtail o pintail: sostanzialmente una forma ovale con le parti terminali più strette. Questa forma è perfetta per prevenire in wheelbite, ovvero quando accidentalmente le ruote toccano la tavola.
  • A drop: è una categoria molto ampia che include una serie di punte diverse.
  • Ibride: con assetto alto, ma punte rastremate
  • Cruiser: la forma particolare del cruiser che abbiamo imparato a conoscere in questo articolo. Piccola, con la coda rialzata e la punta scantonata.

Insomma, grazie a tutte queste informazioni ora dovresti essere in grado di capire qual è il longboard che più fa per te. In base all’attività che ci dovrai fare, scegli bene guardando all’assetto, alla forma, ma anche alla durezza delle ruote, al profilo della tavola e, soprattutto al design.

Uno skate bello, che piaccia a te, è il punto di partenza perfetto per innamorarti della disciplina e per poterti davvero divertire, da solo o con gli amici. Ci vediamo in pista!