Cuscino in memory foam: mi ricordo di te!

Se hai ormai qualche anno lo sai: i dolori alla schiena e alla cervicale ti possono perseguitare tutto il giorno. Spesso anche i giovani li hanno, ma non ci fanno caso o, comunque, il loro corpo tende a sistemarsi in poco tempo.

Che tu faccia parte di una o l’altra categoria, il tuo corpo è il tuo tempio e questo vale per tutti. Per questo bisogna averne cura e la colonna vertebrale è una di quelle zone che più tieni meglio, meno lo rimpiangerai da adulto e poi anziano.

Per questo, mantenere una postura corretta durante tutto il giorno è il primo di pochi passi per avere una schiena perfetta e in salute. Durante il giorno dobbiamo stare attenti alle sedute che adottiamo, come siamo alla scrivania e, soprattutto, quanto tempo ci stiamo. Poi, c’è il tempo che passiamo in piedi, in cui dobbiamo assolutamente imparare a tenere la schiena diritta e le spalle tenute all’indietro e in basso.

Cuscino in memory foam

Dopo aver passato tutta una giornata a curarti della tua postura, non puoi non proseguire anche di notte. Ed è qui che entrano in gioco degli strumenti formidabili: i cuscini in memory foam.

Avete presente quel mal di schiena o di cervicale che sentite la mattina? Ecco, sicuramente quel dolore è causato dalla posizione che assumete durante il sonno e non può che danneggiare, alla lunga, le vostre ossa.

Un cuscino in memory foam aiuta a mantenerne una corretta, con le vertebre in semi-trazione e un tessuto che si adatta naturalmente alla forma del vostro capo. La memory foam è una tecnologia tendenzialmente nuova, ma si è diffusa in pochissimo tempo, conquistando i letti di milioni di persone.

In effetti, i benefici di avere un cuscino di questo tipo sono evidenti e, per certi versi, inestimabili.

In questa guida parleremo di questi cuscini, dei modelli che esistono e di quale è meglio prendere in base alla situazione e alla corporatura di ciascuno. 

Se siete, invece, alla ricerca di consigli più precisi su quali articoli acquistare, vi consigliamo di visitare siti come soloimigliori.it che aiutano le persone a trovare il prodotto perfetto per loro, aggiornando la lista dei migliori articoli sul mercato. Per esempio, questo potrebbe essere un articolo che potrebbe fare al caso vostro.

Noi, invece, procediamo sulla nostra strada e andiamo a scoprire quali sono le tipologie di cuscini in memory foam che esistono oggi.

Di che forma sei?

Cuscini, camera da letto

Esistono sostanzialmente tre tipologie di cuscino in memory foam, ognuna adatta per diversi usi. Ondulato, a saponetta o ad angolo.

Ondulata

Il primo, l’ondulato, è il più flessibile di tutti e può essere utilizzato in molti contesti e non solo nel letto. Infatti, la sua forma particolare lo rende adatto per i divani, i sedili di un treno o un aereo e tutti gli altri mezzi di trasporto. È ergonomico più degli altri perché dà già un indirizzo alla posizione della testa e del corpo, cercando di correggere posture errate. Tuttavia, resta sempre un cuscino in memory foam, quindi è morbido e ricorda le vostre forme.

È adatto per chi ha già provato questo tipo di cuscini e vuole qualcosa di più deciso, che stabilisca davvero una postura corretta. Per i neofiti potrebbe risultare un po’ duro e forzante. In ogni caso, è sempre qualcosa di molto personale e nulla vieta a nessuno di scegliere questo modello rispetto agli altri.

A saponetta

Il secondo tipo di cuscino in memory foam è quello a saponetta. Dei tre è decisamente il più classico, quello che siamo abituati a vedere sui nostri letti da quando siamo nati. La forma è appunto quella rettangolare rigonfia all’interno, classica insomma. Rispetta molto la comodità di ciascuno assorbendo la forma del nostro capo e regala quel sostegno che solo il memory foam può garantire. Per contro, non è granché flessibile nell’uso, dato il suo design, ma per il letto basterà a se stesso. 

Lo consigliamo a chi non ha mai comprato un cuscino in memory foam in vita sua e vuole provare questa esperienza. Sicuramente non ne sarà deluso.

Ad angolo

Il terzo modello è quello ad angolo. Dei tre è il meno comune da vedere in giro, però per molti è anche il più essenziale. È sostanzialmente fatto a triangolo, dunque ha due inclinazioni possibili. Il suo uso primario è come cuscino da supporto durante la lettura a letto o sul divano. Sostiene la schiena e ci fa restare in posizione reclinata correttamente mentre noi svolgiamo le nostre attività di relax.

Sono consigliatissimi come integrazione agli altri due modelli per prendersi cura della propria postura anche durante il giorno e la sera.

Un cuscino speciale

Camera da letto

Tutti i cuscini in memory foam sono simili tra loro ed è solo la forma che li distingue l’uno dall’altro (oltre, chiaramente, alla qualità della schiuma all’interno). Un modo però per rendere unico il tuo cuscino c’è ed è la profumazione: molte marche, infatti, vendono il cuscino in memory foam aromatizzato o impregnato di essenze naturati, all’aloe o altre fragranze.

Lo scopo principale è inserire un tocco benefico in più, rinvigorendo anche le vie respiratorie oltre che la postura del collo. Però, sicuramente sono molto apprezzate anche semplicemente da un punto di vista estetico e di piacere personale.

Chiaramente, poi, la federa è un altro elemento che può rendere il tuo cuscino speciale, ma questa già la conoscete e probabilmente ne avrete già un armadio pieno.

Prima di comprare un cuscino in memory foam, poi, ci raccomandiamo anche di dare un occhio alle dimensioni:assicuratevi di starci comodi e che non sia né troppo stretto né troppo alto o largo. Si tratta sempre di un acquisto di una certa portata e vogliamo assolutamente ottimizzare il denaro che spendiamo.

Ora che sei pronto a trovare il cuscino in memory foam ideale per te, ti lasciamo alle guide specifiche, come ad esempio quelle che puoi trovare su siti come soloimigliori.it e simili. Loro sapranno aiutarti a individuare i migliori articoli oggi sul mercato (online e non).