La migliore borraccia per bicicletta da corsa

Una delle regole auree di chi pratica qualsiasi tipo di sport, amatoriale o agonistico, è quella di mantenersi sempre idratato durante l’attività fisica. È una cosa molto importante, non solo perché un’eventuale disidratazione può influire sulla prestazione sportiva, ma a lungo andare può anche causare danni seri all’organismo.

Per questo è fondamentale avere sempre con sé una borraccia che contenga una bevanda, sia essa acqua o un energy drink, in qualsiasi circostanza.

Chiaramente chi pratica ciclismo non fa eccezione: è fondamentale avere con sé una borraccia a cui attingere ancor prima di sentire lo stimolo della sete, proprio per evitare problemi a metà di una salita o in una giornata particolarmente calda.

Oggi vogliamo soffermarci proprio sulla scelta della borraccia per la bicicletta da corsa; può sembrare un elemento secondario, ma dal momento che deve contenere quello che andrai a bere durante il tuo allenamento, forse merita un po’ più di attenzione.

Abbiamo selezionato per te i modelli che riteniamo migliori. Ecco la nostra scelta:

  1. Elite FA, il Made in Italy più famoso
  2. SIS, la borraccia con la migliore tenuta ermetica
  3. RaceOne, la borraccia pensata per le gare
  4. KollyKolla, sicura e affidabile

 

Elite FA, l’acquisto più economico

borraccia_per_bicicletta_corsa

Prodotta in Italia, la borraccia per bici da corsa Elite è un prodotto entry level che però ha poco da invidiare a modelli più costosi. Realizzata in polietilene trasparente per uso alimentare, quindi privo di PBA, ha un design semplice e lineare, interrotto solo dalla scanalatura nella porzione alta per una migliore presa.

È dotata di un tappo con chiusura di sicurezza, per evitare fuoriuscite di liquidi, ed è priva di cover cup.

Eccellente con ogni tipo di liquido, tende però a trattenere un po’ del colorante degli energy drink, assumendo quindi una colorazioni diversa in base al tipo di bevanda.

Pro

  • leggera
  • ergonomica
  • tappo con chiusura di sicurezza
  • comoda da pulire

 

Contro

  • non ha cover cup
  • tende a macchiarsi internamente

 

Un ottimo rapporto tra qualità e prezzo per questa borraccia Elite FA; ideale per le sedute di allenamento. dove fa egregiamente il suo dovere, risulta un po’ meno “presentabile” per alcuni nelle occasioni ufficiali, vista la trasparenza della struttura e la tendenza a macchiarsi. Disponibile in tre misure, da 500, 750 o 950 ml.

SIS, la borraccia a collo stretto

borraccia_per_bicicletta_da_corsa

Science in Sport realizza da quasi trent’anni prodotti all’avanguardia nel mercato della nutrizione sportiva. Questa borraccia non fa eccezione, visto che è studiata appositamente per dare il massimo del comfort al ciclista.

Ha infatti una struttura molto semplice ed ergonomica, perfetta per essere impugnata durante la pedalata; è realizzata in plastica per alimenti lavabile in lavastoviglie.

La bocchetta è in gomma morbida ed è dotata di una valvola richiudibile salvagoccia che sigilla ermeticamente l’apertura ed evita qualsiasi tipo di fuoriuscita. 

Mantiene le bevande a temperatura per circa tre ore.

Pro

  • leggera
  • ergonomica
  • lavabile in lavastoviglie
  • tenuta termica discreta
  • tappo antigoccia 

 

Contro

  • disponibile una sola misura

La borraccia SIS è un prodotto validissimo, sviluppato da un’azienda che conosce profondamente le esigenze alimentari degli sportivi.

Hai mai pensato di usare la bicicletta anche per i tuoi spostamenti in città? Leggi la nostra guida alle biciclette pieghevoli qui.

RaceOne XR1, creata per esserti di aiuto in gara

borraccia_per_bicicletta_da_corsa

La borraccia RaceOne nasce da una lunga esperienza nel settore delle gare di ciclismo

È realizzata in materiali biocompatibili pensati per stare a contatto con gli alimenti, rispettando le normative di sicurezza internazionali.

Il tappo in poliammide è resistente agli urti e non teme le temperature torride dell’estate o glaciali dell’inverno, restando inalterato. 

Totalmente prima di odori sgradevoli, è davvero comoda da usare in corsa e con una mano sola.

Pro

  • leggera
  • ergonomica
  • realizzata con materiali altamente tecnologici
  • antiscivolo
  • facile da pulire

 

Contro

  • disponibile una sola misura
  • priva di coperchio per il beccuccio

Se sei pronto alla competizione, RaceOne è la borraccia che fa per te.

KollyKolla, il design al servizio dello sport, per il top di gamma

borraccia_per_bicicletta_da_corsa

Tra tutti i prodotti che abbiamo selezionato, la borraccia KollyKolla è di gran lunga il prodotto più affascinante da un punto di vista estetico.

Elegante, nel suo finish satinato, è realizzata in policarbonato privo di BPA, BPS e ftalati, che non andranno quindi a depositarsi nella tua bevanda.

La chiusura è progettata per garantire allo stesso tempo il massimo della sicurezza, senza perdite, e della praticità, per permetterti di usarla con una sola mano. 

Resistente agli urti e robusta, ha un filtro interno rimovibile che può tornare utile se si bevono bevande miscelate con polveri. 

Interessante infine il timer-promemoria stampato all’esterno: la bottiglia infatti è opaca, si riesce a vedere il livello di acqua all’interno. Ad ogni ora del giorno corrisponde una tacca e un invito a bere e idratarsi, con tanto di incoraggiamento finale al refill. Disponibile in ben dieci colorazioni e 4 misure.

Pro

  • resistente
  • ergonomica
  • pratica
  • design accattivante
  • disponibile in più colori
  • timer-promemoria stampato

 

Contro

  • costo più elevato della media.

 

Se  ti piace l’idea di aggiungere un tocco di stile alla tua borraccia per bicicletta da corsa, KollyKolla è senza dubbio il modello che fa per te: originale e accessoriato, non passa certo inosservato.

Caratteristiche di una borraccia per bicicletta da corsa

Al di là dello stile e del costo, che restano sempre caratteristiche estremamente soggettive, ci sono degli elementi molto importanti da valutare prima dell’acquisto di una borraccia. Eccoli.

Materiali di fabbricazione

Quasi tutte le borracce sono fatte con materiali plastici di vario genere. Fondamentale, per la tua salute, che tu ti accerti che il modello che andrai ad acquistare sia prodotto secondo norme di sicurezza. 

Dovrà quindi essere privo di ftalati, degli acidi che vengono utilizzati per ammorbidire la plastica e renderla più malleabile, e BPA, ovveri i bisfenoli derivati dalla sintesi del policarbonato, che sono estremamente dannosi per la tua salute.

Accertati che sia riportata chiaramente l’esclusione di questi due elementi.

Tenuta

Diciamo un’ovvietà, ma il liquido che vai a mettere nella tua borraccia dovresti berlo tu, non seminarlo lungo il tragitto. Perciò verifica che la tenuta del tappo sia davvero buona, o corri il rischio di trovarti a metà strada privo di “carburante”

Mantenere inalterato il liquido all’interno

Immaginati di essere nel bel mezzo del tuo allenamento e di avere necessità di bere. Prendi, la borraccia, la porti alla bocca e la tua acqua sa di plastica.

Questo succede se il prodotto è realizzato con materiali non propriamente di primissima qualità. Meglio spendere qualche euro in più ma sapere di avere un prodotto valido al momento del bisogno.

Ergonomia

Il rifornimento al volo dei ciclisti è una delle scene più spettacolari e divertenti delle varie competizioni. Fondamentale, per loro e per te che emuli le loro gesta, è che la borraccia sia ergonomica, antiscivolo e che ti permetta una presa sicura anche mentre pedali.

Come scegliere la borraccia per la bicicletta

Sono questi i principali parametri su cui devi basare la tua scelta

Capienza

Se sei abituato a uscite relativamente brevi, una sola borraccia da 500 o 600 ml potrà bastare alle tue esigenze. 

Se invece di solito le tue sessioni di pedalata durano a lungo, allora ti conviene valutare una capienza maggiore, fino a 750 ml per quelle medie e fino a un litro per quelle lunghe. 

Non basare però la tua scelta solo sulla durata del tuo allenamento, tieni anche in considerazione le tue esigenze specifiche, perché potresti essere tra quelli che hanno bisogno di idratarsi frequentemente.

Valuta quindi le due cose, e poi scegli di conseguenza. E ricorda sempre: nulla ti vieta di aggiungere un secondo portaborraccia alla tua bici, se necessario. 

E a proposito di portaborraccia, va da sé che, qualunque sia la capienza, il colore, la forma o il materiale in cui è realizzata quella che acquisti, deve entrare nello spazio apposito montato sulla tua bicicletta, quindi attenzione ai diametri. 

Isolamento termico

Non tutte le borracce hanno questa capacità, anzi: non tutte le borracce sono isolanti. Non è una caratteristica imprescindibile, tanto meno in inverno; però d’estate potrebbe essere piacevole portare alla bocca una bevanda leggermente rinfrescata.

Non da sottovalutare, tuttavia, la possibilità di portare con te una bevanda calda in pieno inverno, dissetante e rigenerante. 

Se hai questa necessità, scegli un modello isotermico, ti sarà molto utile.

Materiali

Abbiamo parlato della plastica, che deve avere determinate caratteristiche di sicurezza.

Non esiste solo questo materiale, comunque, per la realizzazione delle borracce, esistono anche modelli in metallo. 

La differenza essenzialmente tra le due tipologie sta nel peso, perché la plastica è senza dubbio più leggera. Quelle in metallo, tuttavia, sono più resistenti e mantengono inalterato il gusto della bevanda all’interno.

Anche in questo caso, valuta bene cosa sia di primaria importanza per te, prima di procedere all’acquisto.

Copri beccuccio

Si tratta di un elemento non necessariamente presente su tutte le borracce, che merita un piccolo approfondimento. 

Il copri beccuccio non è di fatto un elemento fondamentale, soprattutto se corri su strada; diventa invece un valido alleato qualora tu usassi una mountain bike, perché previene il deposito di fango sul beccuccio dal quale tu andrai a bere.

In linea di massima, comunque, non è male avere questo elemento protettivo in più, perché potresto anche allenarti dopo un acquazzone e trovare la strada sporca e bagnata. 

Costo

L’acquisto di una borraccia per bicicletta da corsa non presuppone affatto una spesa sconsiderata, ma vogliamo comunque spendere due parole sull’argomento.

Guardare il prezzo come primo criterio selettivo potrebbe non essere una mossa azzeccata. La prima cosa da fare è valutare attentamente le tue reali esigenze e scegliere sulle base di queste. Compara le caratteristiche tecniche dei vari modelli e vedi quella che si adatta di più a te. 

Quanti tipi di borraccia da bicicletta esistono?

Le borracce non sono tutte uguali, non solo in termini di forma o capienza, ma proprio di utilizzo. Esistono infatti borracce diverse per diversi tipi di utilizzi.

Le borracce da ciclismo su strada sono in linea di massima i modelli più semplici presenti sul mercato, ma che svolgono egregiamente il loro lavoro. Il beccuccio di bevuta è esterno, per essere facilmente raggiungibile dal ciclista.

Le borracce da mtb sono di solito in plastica rigida e di norma dotate di un copri beccuccio, per proteggere quest’ultimo dal fango. 

Le borracce per cicloturisti si dividono a loro volta in tre tipologie: quelle dai grandi volumi, comprese tra i 750 e i 1.500 ml per chi fa escursioni lunghe e non ha certezza di trovare rifornimenti; per liquidi freddi, pensate per chi si sposta principalmente in estate e realizzate in polietilene con uno strato interno di materiale isolante; per i liquidi caldi, per chi non rinuncia alla sua escursione anche con le temperature più proibitive, e anche queste sono realizzate con strati interni che isolano il caldo della bevanda.

L’ultima tipologia di borraccia da bicicletta è la cosiddetta borraccia biodinamica, realizzata in materiale plastico con un incavo realizzato appositamente per essere afferrato con la mano. Si tratta di un’idea sviluppata negli anni Ottanta dal brand Campagnolo e, sebbene non ce ne siano molte in circolazione, si tratta di un prodotto molto comodo e pratico. La ragione del mancato successo? Richiedono una porta borracce apposito, chiaramente non diffuso nel mercato.